Connect with us

Pubblicato

il

Il Guido Biondi può essere l’inizoo della fuga. La capolista Nocerina mette il turbo. La squadra di Auteri vola a più sette sulle seconde Atletico Roma e Benevento. Incassa la quarta vittoria in trasferta della stagione, l’undicesimo risultato utile consecutivo, la quarta vittoria nelle ultime cinque: numeri da brividi per le avversarie. La Virtus Lanciano raccoglie un’altra sconfitta tra le mura amiche mostrando i soliti limiti di gioco. Non basta ai rossoneri la rete nei minuti finali di bomber Di Gennaro che sembra ritrovato. Arriva una sconfitta che fa ripiombare tra tanti dubbi i tifosi frentani, sette giorni dopo aver ritrovato il successo in quel di Barletta.

Primo tempo. Pronti via, partono forti i padroni di casa, 4’p.t. Di Gennaro vince un rimpallo con De Franco e lascia partire un tiro dal limite dell’area, Gori sicuro blocca la palla. Al 10’p.t. si fa vedere la Nocerina in avanti splendida palla filtrante di Catania per Castaldo che sfrutta una dormita di Romito per entrare in area e  tirare verso la porta di Chiodini, ma l’estremo difensore blocca in sicurezza. La capolista ancora in avanti al minuto 24’p.t. Bruno recupera palla su un errato controllo di D’Aversa poi fornisce un’ottima palla filtrante per Catania che evita il recupero di Antonioli e tenta il tiro incrociato che finisce fuori a lato della porta di Chiodini. La risposta della Virtus non si fa attendere al 28’p.t. Di Cecco recupera palla a centrocampo s’invola verso l’area, allarga per Turchi che dalla destra lascia partire un tiro incrociato che sibila vicino il palo della porta difesa da Gori. Tre minuti più tardi la Nocerina va in vantaggio: punizione dal limite dell’area di Bolzan, tiro perfetto a giro che s’insacca sulla destra del portiere rossonero rimasto immobile ed è 0-1. La Virtus accusa il colpo, al 38’p.t. ancora Nocerina pericolosa con Negro che prova un diagonale sfruttando il rilancio di Gori, ma la conclusione termina a lato del palo della porta difesa da Chiodini. L’ultima emozione della prima frazione è per i padroni di casa, minuto 43’ p.t.  Zeytulaev mette palla indietro per Amenta che dalla sinistra lascia partire un cross a giro, sul secondo palo tutto solo Turchi arriva in scivolata non riesce a segnare e Gori blocca salvando il risultato.

Secondo tempo. La seconda frazione riprende con gli stessi ventidue del primo tempo, alla prima occasiona la Nocerina raddoppia, al 4’s.t. Negro s’invola sull’out sinistro sul filo del fuorigioco, attende l’uscita di Chiodini appoggia per Castaldo che a porta vuota raddoppia 2-0. Pronta risposta della Virtus, al 10’s.t. punizione dal limite, sul pallone si porta Amenta che prova il tiro sul palo del portiere. Gori non si fa sorprendere si distende e manda la palla in corner. Sette minuti più tardi ancora Virtus, sugli sviluppi di un corner battuto dal neo entrato Improta, Colombaretti tutto solo dentro l’area di rigore manda alto sopra la traversa il colpo di testa. Occasione colossale per i padroni di casa al minuto 25’s.t. sugli sviluppi di una punizione battuta da Di Cecco,sulla ribattuta s’avventa Colombaretti che di testa fa la sponda per Romito che tenta un tacco, su cui Gori si supera deviando il pallone oltre la traversa. Gli ospiti vanno vicini al tris al 28’s.t. Catania dialoga bene con Negro, quest’ultimo s’invola verso la porta e  prova un tiro potente su cui attento devia in corner. I padroni di casa tornano a farsi vedere in avanti  al 35’s.t. cross di Vastola sul secondo palo per Sacilotto che colpisce di testa Gori respinge, sulla ribattutta s’avventano Colussi e Improta che tentano ambedue la conclusioni Gori risponde entrambe le volte da campione. Il goal è nell’area per la Virtus arriva al 41’s.t. con Di Gennaro lesto a sfruttare un buon cross rasoterra di Turchi proveniente dalla destra. Ora la Virtus ci crede e vuole il pareggo, al 44’s.t. occasione importante per i padroni di casa cross di Colombaretti dai 20 metri, Gori esce a vuoto, sul secondo palo Turchi in scivolata rimette al centro ma non c’è nessuno pronto a segnare a porta ormai sguarnita. Il Sig. Tidona concede cinque minuti di recupero, nel primo minuto di recupero Vastola viene espulso per un fallo stupido a centrocampo lasciando la sua squadra in dieci uomini. L’ultima emozione del match arriva al secondo minuto di recupero è per la Virtus, cross di Turchi dalla destra, Colussi arriva in corsa in area colpisce di testa male ma la palla termina a lato. Sul colpo di testa di Colussi finiscono le speranze di raggiungere il pareggio per la Virtus. Il match finisce dopo 5 minuti di recupero: è una vittoria meritata per la Nocerina di Mister Autieri squalificato, la Virtus Lanciano si è svegliata troppo tardi e seppur con tanta buona volontà non porta a casa punti e continua la sua striscia negativa tra le mura amiche del G.Biondi.

Commento finale. La Nocerina chiude il girone di andata con 38 punti. I molossi sono una squadra organizzata, che produce un bel gioco, arriva con facilita in porta, ha dei giocatori davvero di categoria e di qualità soprattutto. Ora viene il bello. Da domenica inizia il girone di ritorno e la squadra di Mister Auteri dovrà confermare quanto di buono lasciato vedere fin qui, fin qui a partire dalla sfida contro il Pisa di domenica prossima allo stadio San Francesco d’Assisi. Per la Virtus continua il tabù Biondi: ormai non vince in casa due mesi e mezzo (3 Ottobre 2010, Virtus Lanciano-Juve Stabia 1-0). Una squadra che non sembra ritrovare il bel gioco mostrato a inizio stagione e soprattutto portata ad appiattirsi su rari momenti di vivacità nell’arco dei novanta minuti. Tutto ciò non può bastare se si desidera arrivare in alto in classifica. L’unica nota positiva è bomber Di Gennaro che segna la terza rete in due gare. Che sia lui l’uomo da cui si può ripartire per una Virtus proiettata verso l’alto? Al campo l’ardua sentenza. 

VIRTUS LANCIANO (4-3-3): Chiodini; Vastola, Romito, Antonioli, Colombaretti ; Di Cecco (C), D’Aversa (16’s.t. Improta), Amenta (16’s.t. Sacilotto); Turchi (C), Di Gennaro, Zeytulaev (16’s.t. Colussi). A disp.: Aridità, Tamasi, Volpe, Tarquini.  All.: Camplone

 NOCERINA (3-4-3): Gori; Nigro, De Franco, Di Maio; Scalise, Bruno (38’s.t. Marsili), De Liguori (C), Bolzan (32’s.t. Pomante); Catania, Castaldo (38’s.t. Cavallaro), Negro. A disp.: Amabile, Servi, Sardo, Galizia. All.: Cassia

Arbitro:  Tidona di Torino

Marcatori: 31’p.t. Bolzan (N), 4’s.t. Castaldo (N)

Note: terreno in discrete condizioni. Spettatori: 1000 circa . Ammoniti: 22’p.t. Vastola, 36’ p.t. De Franco, 8’s.t. Di Cecco, 13’s.t. Catania, 24’s.t. Bolzan  Espulsioni: 46’s.t. Vastola  Angoli:  4 Virtus Lanciano,  4 Nocerina. Fuorigioco: 6 Virtus Lanciano, 6 Nocerina  Recupero: 0‘ p.t, 5’s.t. 

Antonio Di Nunzio – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali2 settimane fa

Nazionale, Serie A e professionismo: la lunga estate calda del calcio femminile

L’estate è torrida come non mai. Un caldo infinito, iniziato già a maggio. Roba che, alla lunga, dà alla testa....

Nazionale2 settimane fa

Nazionale Femminile: il supporto Rai è stato un ‘flop’ per la crescita del movimento?

La Rai ha puntato molto sulla Nazionale Femminile. Secondo Andrea Fagioli, opinionista di ‘Avvenire, è stato un flop mediatico ➡️...

Editoriali3 settimane fa

Campionato Europeo: se il calcio femminile diventa qualcosa di travolgente

✅ Inghilterra-Svezia di ieri sera è stata gioia pura per gli occhi. La ciliegina sulla torta? Il magnifico gol di...

Nazionale4 settimane fa

Passata la delusione Nazionale, è ora di tuffarsi nel campionato di Serie A femminile

☑️ La delusione dell’Europeo va in archivio. Così speriamo tutti. L’eliminazione nella fase a gironi della Nazionale di Milena Bertolini,...

Calciomercato4 settimane fa

Serie A Femminile: il Parma mostra i muscoli e si candida come la sorpresa?

Il Parma inizia come meglio non sarebbe stato possibile la stagione che, in serie A Femminile, segnerà l’esordio del professionismo....

Nazionale1 mese fa

Il calcio femminile ha bisogno della Nazionale: sosteniamola senza se e senza ma

Il pareggio con l’Islanda, che avrebbe anche potuto diventare una vittoria, riapre il cuore dei tifosi alla speranza. Uso la...

Nazionale1 mese fa

Il calcio femminile, la Nazionale e l’Islanda: una questione di passione e di rispetto

Stasera la Nazionale femminile guidata dalla ct Milena Bertolini è chiamata a un esame di riparazione, dopo la pesante sconfitta...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi