Connect with us

Pubblicato

il

Si è chiusa con successo di numeri e di partecipazione la prima edizione del World Football Show, la Fiera mondiale del calcio che dal 9 al 13 dicembre ha riunito il mondo del pallone nei padiglioni della Fiera di Rho.

Con la visita del presidente della FIGC Giancarlo Abete che ha ‘ chiuso’ idealmente l’evento, va dunque in archivio quello che gli organizzatori hanno definito” il numero zero” di World Football Show, destinato nei prossimi anni ad accogliere la partecipazione anche dei grandi club stranieri, in aggiunta ai team della massima serie che fin da questa prima edizione hanno aderito con entusiasmo all’ iniziativa.

Milan, Inter, Juventus, Roma, Lazio e gli altri club di serie A hanno infatti rappresentato con i loro stand una delle attrazioni principali della fiera mettendo in mostra – come nel caso di Inter e Milan – i loro prestigiosi trofei che per la prima volta hanno lasciato le bacheche della società per essere messi a disposizione dei tifosi. Oppure, come nel caso della Juventus, offrendo alle migliaia di appassionati accorsi nei 5 giorni dell’evento il plastico del nuovo stadio destinato a diventare la casa dei bianconeri.

Ma non ci sono stati solo i grandi club ed i campioni come Luca Toni, Ranocchia, Curci a riempire le giornate del World Football Show. Decine di tornei e clinic tecnici riservati ai giovanissimi, prove di abilità, aree riservate ai campioni del calcio da tavolo e agli appassionati di calcio balilla hanno offerto davvero di tutto e di più ai tifosi accorsi in Fiera, che hanno potuto rivivere anche scampoli di calcio d’autore con il torneo riservato alle vecchi glorie di Milan, Inter e Juventus a cui hanno partecipato campionissimi del recente passato come Massaro,Tacconi, Eranio, Tassotti, Coet, Toldo.

Sul piano culturale World Football Show ha offerto convegni di alto livello sui temi di più stretta attualità del mondo del calcio quali il progetto di fair play finanziario di Platini, le scommesse, i settori giovanili, la prevenzione, cui hanno partecipato nomi illustri come l’amm.delegato della Juventus Blanc,quello dell’ Inter Paolillo, il presidente della Sampdoria Garrone, Arrigo Sacchi, Gianni Rivera e moltissimi altri ancora.

In definitiva, dunque, una ‘prima volta’ di grande soddisfazione  riassunta nei numeri che seguono:

35.000 visitatori
69          espositori
197       giornalisti accreditati
10 ore  diretta SKY
300      partecipanti torneo di calcio da tavolo
700      partite di calcio balilla
1200    presenze sui campi ludici
200      palloni utilizzati
70         partite di 5 contro 5
100      partite di trisball
20         arbitri
15         partite con VIP
40         studenti/uditori dell’Università Cattolica

(Ufficio Stampa World Football Show – Acciari Consulting Milano – wfs@acciariconsulting.com , Dario Colombo – 335.7026037, Diana Guerra – 393.9905236, Alessandro Botta – 393.9905496

Redazioneweb – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali4 settimane fa

Serie A Femminile, occorre ossigeno: in campo la ‘meglio gioventù’

✅ Il passaggio al professionismo della Serie A Femminile rende ineludibile il potenziamento dei settori giovanili 👉🏾 “Serie A Femminile  e...

Opinioni1 mese fa

Il senso dei tifosi per il calcio

Il calcio è uno sport bellissimo. Per le intrinseche dinamiche del gioco, ma anche per la valenza sociale e la...

Editoriali1 mese fa

La Serie A Femminile scende a 10 club dal 2022-23: è una riforma affrettata?

👉🏽 La Divisione Calcio Femminile presieduta da Ludovica Mantovani, con il passaggio al professionismo, ha deciso che la serie A...

Editoriali1 mese fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

✅ La crisi post-pandemica sta falcidiando i bilanci dei club europei. In misura ancora più significativa di quelli italiani, i...

Editoriali1 mese fa

Serie A Femminile e professionismo, serve subito un progetto: se non ora, quando?

Il passaggio al professionismo della Serie A Femminile comporta l’entrata in un sistema calcio ormai alla canna del gas. Per...

Editoriali1 mese fa

Serie A Femminile e professionismo: sarà il migliore di tutti i tempi?

L’incipit di 👉🏾 “A tale of two cities” offre un’idea suggestiva della dicotomia all’interno della quale continua a muoversi il...

Editoriali2 mesi fa

Il calcio va in tilt: la Serie A Femminile e nuovi modelli di professionismo

La Serie A Femminile, con il passaggio al professionismo, si appresta a entrare in un sistema ormai alla canna del...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi