Connect with us
Avatar

Pubblicato

il

Calciopoli non finisce mai. L’ex presidente del Bologna, Giuseppe Gazzoni Frascara (nella foto), non ha alcuna intenzione di mollare. A 75 anni continua a battersi per il riconoscimento dei danni subiti quando era alla guida del club felsineo, una delle vitime principali dello scandalo scoppiato nel 2006.

La famiglia Gazzoni ha fondato una nuova società, che si chiama Jacta Est. Quest’ultima ha rilevato i danni risarcitori da Victoria srl (la società fallita che controllava all’epoca il club emiliano). Un mezzo per tornare alla carica nelle aule di giustizia e ottnere la liquidazione del maxi-risarcimento di 35 milioni di euro riconosciuto dal Tribunale di Bologna per la retrocessione in serie B della squadra.

Nel caso in cui in appello Moggi e Giraudo venissero condannati la richiesta di risarcimento sarà estesa anche alla Juventus del presidente Andrea Agnelli, per responsabilità oggettiva del club nei confronti dell’operato dei dirigenti all’epoca in sella.

“La difesa di Moggi ha provato a coinvolgere l’Inter, ma non ci è riuscita. Solo lui e Giraudo si riunivano minsieme a Lanese e ai designatori”, spiega Gazzoni al quotidiano Repubblica in edicola oggi. E conclude amaramente: “Purtroppo il calcio è uno sport straordinario che attira persone non straordinarie”. 

So Gian. – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film