Connect with us

Pubblicato

il

Stasera al San Paolo (nella foto) si gioca Napoli-Steaua Bucarest, partita decisiva per il superamento della fase a gironi di Europa League. Le altre tre italiane iscritte alla seconda competizione europea organizzata dalla Uefa di Platini (Juventus, Palermo e Sampdoria) sono già fuori.

A difendere l’Italia è rimasto dunque solo il club partenopeo di Mazzarri e De Laurentiis. Ha il compito di impedire un ulteriore precipizio nel Ranking Uefa. Come noto il coefficiente condanna la Serie A TIM al quarto posto, visto che la Bundesliga è ormai inarrivabile. Ciò significa che l’Italia perderà una delle quattro squadre iscritte alla Chgampions League a partire dalla stagione 2012-2013. C’è adesso da guardarsi le spalle. La Ligue 1 incalza. Rischiamo adesso anche il quarto posto, a vantaggio della Francia.

Napoli e i napoletani tengono molto al passaggio del turno. Lo confermano le arrembanti rimonte messe in atto a Bucarest e Utrecht da Cavani e soci. Due pareggi esterni strappati con il coltello tra i denti, che hanno contribuito a tenere in corsa il club azzurro. Lo dimostra anche la media delle presenza nelle gare giocate al San Paolo (con Elfsborg, Utrecht e Liverpool), che è di 38.777 paganti. Un dato strepitoso, se rapportato allo svuotamento degli stadi italiani nel corso del 2010.

Anche stasera i tifosi napoletani sono annunciati in 50mila sugli spalti, per spingere la squadra verso l’unico risultato possibile per accedere ai sedicesimi. Una vittoria che è nelle potenzialità del gruppo plasmato da Mazzarri e che tutti si augurano che giunga, per tenere alta la bandiera del malmesso calcio italiano. 

Ste. Mu. – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali1 settimana fa

Juventus Women, Braghin e una certa visione di futuro del calcio femminile italiano

Stefano Braghin ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club bianconero. Il passaggio del...

Calciomercato3 settimane fa

Il talento di Sofia Cantore, una vera ‘predestinata’

Quando l’estate scorsa Sofia Cantore approdò alla Florentia, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni uffici del direttore generale...

Opinioni3 settimane fa

Serie A Femminile: quando le gerarchie contano. Dopo tre giornate classifica spaccata in due

In un campionato con dodici squadre e appena 22 partite da giocare, tre giornate contano parecchio. La classifica è già...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile, a proposito di professionismo e di azionariato popolare a Napoli

Non siamo nati ieri. Tutti sappiamo che il gioco del calcio non è solo un gioco, ma è anche un’azienda....

Opinioni2 mesi fa

Il senso dei tifosi per il calcio

Il calcio è uno sport bellissimo. Per le intrinseche dinamiche del gioco, ma anche per la valenza sociale e la...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

Sembrerebbe proprio che la festa sia finita, per il calcio professionistico europeo e, di conseguenza, per quello italiano. La crisi...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile, per nuove prospettive puntare verso nuovi orizzonti

La prima partita del campionato di Serie A Femminile, stagione 2020-21, si è giocata il 22 agosto 2020. La maggior...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film