Connect with us

Pubblicato

il

Non sono bastati a mister Agatino Cuttone il secondo posto in classifica e 31 punti conquistati in 17 gare per salvare la sua panchina. Dopo la sconfitta di Castellammare di Stabia la dirigenza giallorossa ha infatti deciso di interrompere il suo rapporto con il tecnico di Adrano e con il suo secondo Fabio Calcaterra. Le motivazioni? Non certo il singolo risultato contro la Juve Stabia e nemmeno lo score accumulato nel girone di andata, ma probabilmente una mentalità un po’ troppo rinunciataria e difensivistica che male si sposava con le ambizioni della proprietà. 

Benevento, la dirigenza, la piazza sono impazienti e vogliono di più, e questo di più è stato chiesto senza mezzi termini al neo mister Giuseppe Galderisi, nell’affollata sala stampa del “Ciro Vigorito” nella conferenza di presentazione. Il 47enne tecnico salernitano, ottimo passato da calciatore con le maglie di Juventus, Verona e Padova su tutte e buon curriculum da allenatore (Avellino, Foggia, Pescara e Arezzo) si è presentato alla conferenza con il suo nuovo pubblico in tenuta da lavoro. Felice e sorridente ha risposto alle domande dei giornalisti presenti, con la consapevolezza di chi avrà un solo ed unico obiettivo, quello di conquistare la prima posizione. Il Benevento e Galderisi, come ha ricordato lo stesso tecnico, già nella scorsa estate si erano incontrati per un eventuale matrimonio, ma poi non se ne fece più nulla.  Sulla squadra il neo tecnico ha dichiarato di aver trovato gli atleti molto disponibili e con un buon morale. In merito all’obiettivo che da più parti gli viene richiesto Galderisi, anche se il presidente Oreste Vigorito, presente al suo fianco (nella foto), all’atto dell’ingaggio non è stato esplicito, sa bene quale sia e già da domenica contro il Gela, che ha definito una finale, si proietterà in questa avventura. 

A chi gli parla di modulo tattico dice di preferire il 4-2-3-1 anche se la qualità dei calciatori a sua disposizione gli può permettere diverse varianti tattiche. Infine sul mercato di riparazione ormai alle porte, commenta di essere già contento della rosa a disposizione che, anzi, necessita più di qualcosa in uscita, per non avere poi nello spogliatoio atleti senza sorriso. Rassicurato poi dal presidente che se ce ne sarà bisogno lo stesso sarà pronto ad ulteriori sacrifici, lascia la sala stampa tra strette di mano ed applausi. La conferenza viene poi chiusa dal presidente Oreste Vigorito, che dopo aver fatto intendere che questa pausa natalizia offrirà l’occasione per diversi cambiamenti, probabilmente anche nella rosa, ha invitato l’ambiente giallorosso a ricompattarsi per tentare tutti insieme l’impresa. Parte così l’era Galderisi a Benevento con tanti proclami e promesse e con l’augurio da parte di tutti che questa sia veramente la volta buona, Nocerina permettendo. Le parole ora lasciano spazio al campo, unico ed incontrastato giudice del gioco del calcio, ma di sicuro non si potrà dire che il Benevento non ci abbia provato. 

Gianluca Napolitano – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali1 settimana fa

Juventus Women, Braghin e una certa visione di futuro del calcio femminile italiano

Stefano Braghin ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club bianconero. Il passaggio del...

Calciomercato3 settimane fa

Il talento di Sofia Cantore, una vera ‘predestinata’

Quando l’estate scorsa Sofia Cantore approdò alla Florentia, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni uffici del direttore generale...

Opinioni4 settimane fa

Serie A Femminile: quando le gerarchie contano. Dopo tre giornate classifica spaccata in due

In un campionato con dodici squadre e appena 22 partite da giocare, tre giornate contano parecchio. La classifica è già...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile, a proposito di professionismo e di azionariato popolare a Napoli

Non siamo nati ieri. Tutti sappiamo che il gioco del calcio non è solo un gioco, ma è anche un’azienda....

Opinioni2 mesi fa

Il senso dei tifosi per il calcio

Il calcio è uno sport bellissimo. Per le intrinseche dinamiche del gioco, ma anche per la valenza sociale e la...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

Sembrerebbe proprio che la festa sia finita, per il calcio professionistico europeo e, di conseguenza, per quello italiano. La crisi...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile, per nuove prospettive puntare verso nuovi orizzonti

La prima partita del campionato di Serie A Femminile, stagione 2020-21, si è giocata il 22 agosto 2020. La maggior...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film