Connect with us

Pubblicato

il

Comincia la seconda parte del campionato benché Ravenna e Spal debbano ancora recuperare una partita (si gioca giovedì 23 dicembre) a cui si sono aggiunte nella giornata di domenica anche Pergocrema e Monza nel derby di Crema rinviato a data da destinarsi per il terreno ghiacciato e reso impraticabile dopo le abbondanti nevicate dei giorni scorsi che hanno colpito a macchia di leopardo un pò tutto il territorio nazionale. Nell’ultimo turno ufficiale del 2010 le prime quattro vincono tutte e impongono ufficialmente il primo strappo vero della stagione.

Il Gubbio regola la Cremonese, porta a sette le vittorie consecutive ed è sempre più solo in vetta alla classifica: decide il giovanissimo scuola Bari Galano a inizio ripresa con i grigiorossi che ora si ritrovano a sei punti dalla zona play-off. L’impresa non è certo impossibile per gli uomini di Acori ma il cambio di rotta che serve, a questo punto, non si può davvero più rimandare, per poter ambìre almeno alla quinta piazza, l’ultima utile per gli spareggi promozione.

Vince, anzi, stravince il Sorrento sul campo della Salernitana con un perentorio 4 a 1 che non lascia spazio a repliche: apre le danze Carlini per i costieri a cui risponde nel giro di quattro minuti Antonino Ragusa per i padroni di casa. Neanche il tempo di esultare che la squadra di Breda si trova ancora sotto con un calcio di rigore trasformato dal solito Paulinho dopo un intervento scomposto e costato il rosso a Legittimo per fallo da ultimo uomo ancora su di uno scatenato Carlini. Nella ripresa i rossoneri di Simonelli dilagano con Pignalosa prima e ancora con il solito Paulinho (tredicesimo gol stagionale) che scatenano le ire dei tifosi granata.

Dietro alle due battistrada tengono il passo Alessandria e Spal che sfruttano nel migliore dei modi il turno casalingo: i grigi affondano al “Moccagatta” uno Spezia irriconoscibile con un 3 a 1 senza attenuanti. Succede tutto nella ripresa con Martini prima e Scappini poi che impongono un uno-due micidiale alla truppa di Pane pesantemente condizionata, tra le altre cose, dalle numerose assenze di giornata (le ultime in ordine di tempo quelle del portiere Conti e del difensore Fissore che vanno ad aggiungersi a quelle dell’altro estremo difensore Aprea e dell’attaccante Saudati). A nulla vale il gol di Casoli per le aquile bianconere quando, a tempo abbondantemente scaduto capitan Artico mette il sigillo ad una prova maiuscola degli uomini di Sarri. A Ferrara, il Bassano di Jaconi non sfigura ma la differenza la fa come sempre Giacomo Cipriani, vero top scorer (dodicesima marcatura la sua) della squadra di Egidio Notaristefano che, con il minimo sforzo, conquista tre punti che la tengono a una vittoria di distanza dalla seconda piazza.

Alle loro spalle la Reggiana compie un mezzo passo falso nella gara pareggiata al “Giglio” contro l’ottimo Sudtirol. Avanti di due reti la squadra di Mangone, frutto delle marcature siglate da Alessi e Viapiana, si fa clamorosamente riagguantare dagli altoatesini con El Kaddouri prima e Marchi poi che in sette minuti ribaltano il risultato.

Si rifà sotto il Lumezzane in zona spareggi che sbanca Pavia con un 4 a 1 nettissimo: Galabinov, Ferrari, Loiacono e Pisacane regalano tre punti d’oro ai bresciani che subiscono solo nel finale la rete della bandiera siglata dal fantasista Guadalupi: per la squadra di Andrissi la classifica si fa davvero preoccupante.

Pari al “Benelli” tra Ravenna e Como: la squadra di Leo Rossi mette a segno il quattordicesimo punto nelle ultime sei gare e si porta per prima in vantaggio con Fonjiock prima che sia Riva per i lariani a riportare la gara in parità sul finire della prima frazione di gioco.

Nel posticipo del lunedì, l’Hellas Verona, che aveva il peggior attacco del campionato tra le mura amiche, ritrova la vittoria contro una Paganese ormai allo sbando più totale. Gli scaligeri nel frattempo escono, almeno momentaneamente, dalla zona play-out (che coinvolge adesso Bassano e Como tra le altre) e agganciano la Cremonese a sei punti dagli spareggi promozione: una doppietta di Hallfredsson, Le Noci e Selva confezionano già nei primi quarantacinque minuti una prestazione convincente che fa ben sperare i tifosi della squadra di Mandorlini per l’imminente 2011.

Diego Stocchi Carnevali www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film