Connect with us
Avatar

Pubblicato

il

Nel 2011 la Federazione si aspetta l’approvazione della legge sugli stadi. Lo sottolinea il presidente della Figc Giancarlo Abete, intervenuto ai microfoni di Sky Sport 24 per tracciare un bilancio dell’anno che sta per concludersi:

Per proiettarsi con rinnovata fiducia verso il futuro, la Figc ritiene che debba essere possibile iniziare a programmare la costruzione di nuovi stadi già dal 2011: “Attendiamo con ansia questa legge. Una volta approvata, deve iniziare un altro percorso per far sì che la legge determini la ristrutturazione degli stadi e la costruzione di nuovi impianti”.

Abete è consapevole delle difficoltà: “Occorreranno anni, siamo in ritardo rispetto a realtà europee e mondiali. Quando andiamo all’estero ce ne rendiamo perfettamente conto e, più ritarda la legge, più il vagone Italia si stacca dagli altri”.

Resta ancora forte il rammarico per l’esclusione dell’Italia da Euro 2016: “La Federazione aveva una forte aspettativa per questa legge, finalizzata agli Europei del 2016, non è andata bene, ma i nostri club ne hanno assoluta necessità, così come la Figc che incontra difficoltà ogni volta che deve individuare uno stadio funzionale alle esigenze della Nazionale”.

Sa. Mig. – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film