Connect with us

Pubblicato

il

Intervistato dal quotidiano francese ‘Le Parisien’, il francese della Roma Jeremy Menez ha espresso il desiderio che l’amico e connazionale Mexes non parta, per motivi affettivi ma soprattutto tecnici:  ”Ho un ottimo rapporto con Mexes, siamo vicini di casa. Si è finalmente imposto nel calcio italiano. Da sette anni è uno dei migliori difensori al mondo. Se partisse durante il mercato invernale per noi sarebbe una perdita enorme, però mi sorprenderebbe”.

”Ne sono assolutamente certo: Ronaldinho vuole giocare nel Gremio e torna in Brasile non per soldi ma perchè vuole riconciliarsi con la nostra tifoseria e tornare a far parte della Selecao”. Intervistato da Radio Globo Sao Paulo, il presidente del Gremio Paulo Odone ribadisce di essere certo dell’arrivo a Porto Alegre dell’ex Pallone d’Oro. ”La trattativa con Ronaldinho e suo fratello Assis è molto ben incamminata – ha detto Odone – e manca solo l’accordo con il Milan”.

Per il Bari fanalino di coda della serie A il mercato rappresenta una tappa essenziale al fine di elevare il proprio tasso tecnico. Il direttore sportivo Guido Angelozzi nei giorni scorsi ha concluso virtualmente l’ingaggio del giovane difensore Glik, in arrivo con la formula del prestito dal Palermo (si aggregherà dal 28 a Roma ai nuovi compagni, per la ripresa della preparazione). Altri obiettivi Rhodolfo dell’Atletico Paranaense, Terlizzi del Catania e Danilo del Palmeiras.

Al Bologna, in attesa di capire quale sarà il destino del ds Carmine Longo, autore nell’estate scorsa di una campagna acquisti azzeccata, se prevarrà l’esigenza di fare cassa, potrebbero essere in uscita giocatori di valore come il portiere della nazionale Viviano, a metà con l’Inter, o il difensore uruguaiano Britos. In attacca, accanto a Di Vaio punto fermo, andrà affiancato un partner di peso. Okaka, Acquafresca e il greco Samaras, in forza al Celtic, sono i nomi che circolano.

Sfoltire la rosa, fare cassa ed infine rinforzare la squadra: sono questi i tre obiettivi del Brescia per la sessione invernale del mercato. Prima di tutto si dovrà procedere alla cessione di quei giocatori che non rientrano più nei piani tecnici: hanno la valigia in mano Zoboli (vicinissimo al Livorno), Taddei, Feczesin e De Maio (piace al Pescara). Quanto alla necessità di far cassa, il pezzo pregiato del mercato è Caracciolo, valutato tra gli 8 ed i 10 milioni di euro

Lazzari, Matri e Astori fermi a in Sardegna almeno sino a giugno e un colpo a effetto per il centrocampo: su questi due fronti garantisce Cellino. O almeno cosìvaveva lasciato intendere tre settimane fa. L’unico gioiello (in estate era in Nazionale, ma poi in rossoblù’ non ha giocato nemmeno una gara ufficiale) in partenza è Marchetti: al Genoa, alla Roma o alla Fiorentina. Niente rivoluzioni in vista al calciomercato di gennaio per il Cagliari secondo la consuetudine degli ultimi anni.

Mercato a senso unico per il Catania che punta a due-tre movimenti, ma soltanto in uscita. La dirigenza etnea utilizzerà la finestra di gennaio per sfoltire l’organico e cedere gli elementi che, per varie ragioni, non rientrano nei piani societari. A capeggiare la lista dei partenti è Cristian Terlizzi. Potrebbe cambiare aria anche Pablo Barrientos e verrà ceduto anche un attaccante tra Morimoto e Antenucci.

Mercato orientato piu’ alle uscite che alle entrate quello del Chievo. Sono tre i giocatori sul mercato ‘di riparazione’: Kevin Constant, Andrea Mantovani e Luca Rigoni. Mantovani piace al Palermo, Rigoni all’Inter. Pare che Milan e Chievo, invece, siano pronte a parlare del futuro di Constant. Se l’operazione con i rossoneri dovesse andare in porto il Chievo riporterebbe subito a Verona Parolo, esploso al Cesena. Un nome nuovo per l’attacco, Pablo Mouche, 23 anni, punta del Boca Juniors.

Un uomo per reparto, ossia un difensore centrale, un centrocampista e un attaccante: piacciono Karja, Foggia, Lanzafame e Yepes. Questi gli obiettivi del Cesena che poi potrebbe cedere sei-sette uomini non di primo piano. Il presidente Igor Campedelli ha detto che nessuno dei giocatori piu’ importanti dei bianconeri partirà a gennaio, al limite potrebbe essere disposto a cedere Parolo e Giaccherini ma solo trattenendoli in Romagna fino a giugno.

Il Galatasaray sarebbe interessato ad Adrian Mutu, per il quale sarebbero pronti un ricco contratto ed un’offerta alla Fiorentina da 5 milioni di euro. L’indiscrezione rimbalza dai media romeni, che riportano dell’interesse della squadra turca sul numero 10 viola. Un punto di forza dell’operazione sarebbe rappresentato anche dal neo allenatore dei giallorossi di Istanbul, l’ex capitano della nazionale rumena Gheorghe Hagi, grande estimatore di Mutu. La notizia è stata però smentita dall’agente del romeno, Becali, nella tarda serata di ieri.

Tempo di rivoluzione in casa Genoa. Tantissimi i movimenti allo studio o in dirittura d’arrivo per la squadra del presidente Preziosi. E’ quasi fatta l’operazione Ranocchia che dovrebbe portare già a gennaio il difensore all’Inter in cambio di circa 10 mln. Nell’operazione poi dovrebbero rientrare anche l’attaccante Destro, già al Genoa e il difensore Natalino, ora in comproprietà. A centrocampo piace lo slovacco Kucka dello Sparta Praga mentre Sculli potrebbe prendere andare alla Roma.

Al Lecce sono in arrivo un difensore centrale ed un terzino destro. In cima alla lista Santacroce, difensore esterno del Napoli. Il suo arrivo in prestito a Lecce soddisferebbe tecnico e società, ma anche il calciatore desideroso di giocare con più continuità’. Si profila un derby tra Bari e Lecce, invece, per l’arrivo del difensore centrale Christian Terlizzi dal Catania. E la società giallorosa ha anche sondato il terreno per il centrocampista esterno del Vicenza Luca Di Matteo.

Il Palermo ha già firmato i primi due colpi. Dopo Ilicic (per il quale sarebbe in corso un’asta tra Juventus e Milan) e Bacinovic, Zamparini e il suo staff hanno pescato ancora in Slovenia. Dal Maribor è arrivato per poco più di un milione Andjelkovic, difensore centrale di 24 anni; dal Nova Gorica Jasmin Kurtic, centrocampista classe ’89 (pure lui costato circa un milione). Da marzo si unirà alla Primavera Milan Milanovic, centrale serbo. Intanto, si tratta per avere Parolo, centrocampista del Cesena. In partenza Liverani e Maccarone.

Le attenzioni dei dirigenti della Sampdoria sono rivolte soprattutto sul reparto offensivo. L’interesse maggiore èsul giovane spagnolo Sergio Canales, attualmente al Real Sociedad ma di proprietà’ del Real Madrid. Canales sarebbe l’obiettivo numero uno della società blucerchiata ma non l’unico. Torna infatti alla ribalta un nome già in passato accostato ai colori sampdoriani, quello di Luis Jimenez. Il talento cileno attualmente gioca con il Cesena ma è di proprietà della Ternana.

La famiglia Pozzo ha intenzione di tenere all’Udinese i pezzi più pregiati, in particolare Alexis Sanchez, che è nei sogni di Moratti. Il cartellino di El Nino Maravilla è stato dato un valore di 25 milioni, forse eccessivo, ma Gianpaolo Pozzo confida in un’ulteriore crescita dell’attaccante, che a giugno potrebbe valere ancora di più. Possibilitaà che il cileno se ne vada non più del 10%, salvo offerta irrinunciabile, superiore a quella ufficializzata dall’Inter: la metà di Biabiany e 15 mln.

Redazioneweb – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali2 settimane fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

✅ La crisi post-pandemica sta falcidiando i bilanci dei club europei. In misura ancora più significativa di quelli italiani, i...

Editoriali2 settimane fa

Serie A Femminile: ci sono voluti 50 anni per il professionismo

“Siamo fatti anche noi della materia di cui sono fatti i sogni: nello spazio e nel tempo di un sogno...

Editoriali4 settimane fa

La Serie A Femminile scende a 10 club dal 2022-23: è una riforma affrettata?

👉🏽 La Divisione Calcio Femminile presieduta da Ludovica Mantovani, con il passaggio al professionismo, ha deciso che la serie A...

Editoriali4 settimane fa

La Serie A Femminile passerà a 10 club: Morace storce il naso

Carolina Morace ha scelto di prendere parte a “Campionesse“, la docuserie di Rakuten Tv disponibile dal 2 dicembre che racconta...

Editoriali2 mesi fa

La Serie A verso il professionismo e il modello del Napoli Femminile

La lettera aperta indirizzata il 2 settembre scorso alla ct della Nazionale, Milena Bertolini, dal presidente del Napoli Femminile Raffaele...

Editoriali3 mesi fa

Serie A Femminile, un calcio che ha bisogno di ‘storie’

Eduardo Galeano è l’autore di uno dei libri più belli mai scritti per spiegare il mondo del pallone. “Splendori e...

Editoriali3 mesi fa

Serie A Femminile nel guado: professionismo e anima dilettantistica

La transizione verso lo status di tipo professionistico della Serie A Femminile è ormai un dato di fatto. La ristrettezza...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi