Connect with us

Pubblicato

il

E’ sempre più arduo raccontare le cronache di un calcio mai così triste. Quando i tifosi vengono tenuti fuori dagli stadi, in virtù di decreti coattivi emessi da Casms e Osservatorio (o dalla Prefettura di turno), la storia coinvolgente che si avrebbe in mente di scrivere finisce per trasformarsi in una maledetta storia. 

La felicità porta fortuna è un film di Mike Leigh (Happy-Go-Lucky, 2007), interpretato con inusuale leggerezza da Sally Hawkins. Il punto di partenza del regista, tradotto con sensibilità dalla sua acuta interprete, è che affrontiamo una vita sempre più grigia. Per renderla meno pesante si dovrebbe provare a (ri)dipingerla con colori vivaci, sapersi abbandonare a una visione giocosa delle persone e delle cose nelle quali ci imbattiamo. 

E’ quanto cerca di fare la (fin troppo) sorridente e disincantata Poppy, questo il nome della protagonista, nel suo accidentato percorso di quotidianità. Consapevole dei rischi che comporta il suo modello di incontro-scontro con la gente, finisce per trasformarsi in una Giovanna d’Arco in miniatura votata a una missione impossibile. D’altra parte questi tempi opachi e individualisti sono una stagione storica che sembra avere un disperato bisogno di eroi. 

Fino a quando le istituzioni preposte dal Viminale al controllo della sicurezza negli stadi (Casms, Osservatorio, Prefetture, Questure e quant’altro) non si renderanno conto che quando si parla di calcio si sta parlando di uno sport a colori, la deriva sarà inevitabile. Se si insisterà ad libitum con divieti repressivi e si continuerà a ritenere la Tessera del tifoso la panacea di tutti i mali, non ci sarà via di scampo. 

Senza un passo indietro e una salutare ventata d’allegria, il pallone  finirà inevitabilmente per sgonfiarsi. La felicità porta fortuna, così è sempre stato e sempre sarà. Nella vita bisognerebbe essere meno mesti, sapersi lasciarsi andare, non prendersi mai troppo sul serio.

Se i primi a essere tristi e infelici sono proprio i tifosi (vera architrave dell’azienda-calcio), e non lo sono mai stati a memoria d’uomo quanto lo sono oggi schiacciati da una lunga serie di inique disposizioni, la sventura è subito dietro l’angolo.  

Sergio Mutolo – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali2 settimane fa

Nazionale, Serie A e professionismo: la lunga estate calda del calcio femminile

L’estate è torrida come non mai. Un caldo infinito, iniziato già a maggio. Roba che, alla lunga, dà alla testa....

Nazionale2 settimane fa

Nazionale Femminile: il supporto Rai è stato un ‘flop’ per la crescita del movimento?

La Rai ha puntato molto sulla Nazionale Femminile. Secondo Andrea Fagioli, opinionista di ‘Avvenire, è stato un flop mediatico ➡️...

Editoriali3 settimane fa

Campionato Europeo: se il calcio femminile diventa qualcosa di travolgente

✅ Inghilterra-Svezia di ieri sera è stata gioia pura per gli occhi. La ciliegina sulla torta? Il magnifico gol di...

Nazionale4 settimane fa

Passata la delusione Nazionale, è ora di tuffarsi nel campionato di Serie A femminile

☑️ La delusione dell’Europeo va in archivio. Così speriamo tutti. L’eliminazione nella fase a gironi della Nazionale di Milena Bertolini,...

Calciomercato4 settimane fa

Serie A Femminile: il Parma mostra i muscoli e si candida come la sorpresa?

Il Parma inizia come meglio non sarebbe stato possibile la stagione che, in serie A Femminile, segnerà l’esordio del professionismo....

Nazionale1 mese fa

Il calcio femminile ha bisogno della Nazionale: sosteniamola senza se e senza ma

Il pareggio con l’Islanda, che avrebbe anche potuto diventare una vittoria, riapre il cuore dei tifosi alla speranza. Uso la...

Nazionale1 mese fa

Il calcio femminile, la Nazionale e l’Islanda: una questione di passione e di rispetto

Stasera la Nazionale femminile guidata dalla ct Milena Bertolini è chiamata a un esame di riparazione, dopo la pesante sconfitta...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi