Connect with us
Sergio Mutolo

Pubblicato

il

Continua la stagione orribile della Lega Pro guidata dal presidente Mario Macalli. Una pioggia di penalizzazioni potrebbe abbattersi su una categoria sempre più a rischio di sopravvivenza, l’anello debole della catena nella Figc di Giancarlo Abete. Un evento che potrebbe stravolgere classifiche già toccate da numerose altre decisioni della CDN, alterando di fatto i risultati ottenuti sul campo e falsando i campionati.

Come già pubblicato da Calciopress il 09/12/2009 (leggete QUI i particolari, ndr) sono ben 32 i club di Lega Pro (distribuiti tra terza e quarta serie nazionale nel cinque gironi di competenza) deferiti dalla Procura Federale alla Commissione Disciplinare Nazionale (CDN). Il provvedimento questa volta non è stato preso su impulso della Covisoc e non attiene a questioni di carattere economico (regolate dal Titolo I, Criteri Legali ed Economico-Finanziari).

Il rinvio a giudizio è stato determinato su segnalazione della Commissione Criteri Sportivi e Organizzativi della Federcalcio. Attiene infatti alle violazionei previste dall’art. 1, comma 1, del C.G.S. in relazione al Titolo III – Criteri sportivi ed organizzativi di cui al Comunicato Ufficiale n. 117/A del 25/05/2010.

Si tratta di irregolarità inerenti alla concessione delle Licenze Nazionali, obbligatoria ai fini dell’iscrizione ai campionati professionistici, che entrano dunque nel merito dei requisiti di carattere sportivo e organizzativo.

Nel dettaglio 12 delle società deferite sono iscritte alla Prima Divisione. Sono: Alessandria, Cavese, Como, Cremonese, Foggia, Monza, Pergocrema, Paganese, Salernitana, Spal, Spezia, Viareggio.

Le altre 20 partecipano invece al campionato di Seconda Divisione. Si tratta di: Atletico Roma, Canavese, Crociati Noceto, Fano, FeralpiSalò, Gavorrano, Gubbio, Latina, Melfi, Milazzo, Montichiari, Prato, Pro Patria, Savona, Sangiovannese, Trapani, Tritium,  Valenzana, Villacidrese, Virtus Entella.

Tali violazioni rappresentano un’assoluta novità dal punto di vista giuridico, in quanto il Sistema delle Licenze Nazionali è stato introdotto solo a partire dallo scorso anno.

La Procura Federale ha richiesto complessivamente trenta punti di penalizzazione. Si tratta di capire quale metro di giudizio sarà applicato dalla CDN che potrebbe usare la mano leggera, almeno in alcuni casi, optando per semplici sanzioni pecuniarie.

Sergio Mutolo www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film