Connect with us

Pubblicato

il

Arrivano come un fulmine a ciel sereno, a termine della solita battaglia targata Albinoleffe, le dichiarazioni del presidente Gianfranco Andreoletti: Emiliano Mondonico (nella foto), uno dei più grandi allenatori del calcio italiano, ha lasciato la sua squadra per farsi eseguire una complicata operazione all’addome, per fortuna perfettamente riuscita. Passa in secondo piano il risultato con i lombardi giunti al solito miracolo della grinta e del coraggio riuscendo, al Del Duca, a riacciuffare all’ultimo respiro con l’implacabile Torri (1-1) il vantaggio dell’Ascoli firmato di testa dal nuovo arrivato Feczesin. Noi tutti di Calciopress facciamo i migliori auguri al Mondo di una pronta ripresa, ad un uomo ancor prima che all’allenatore, che ha sempre saputo conciliare umiltà, lavoro, sport e risultati col massimo della genuinità, simpatia e professionalità; la Serie Bwin perde per il momento uno dei suoi più autentici protagonisti.

Nella “disfida-Gabionetta” va di scena all’Ezio Scida l’ennesimo pareggio casalingo (1-1) del Crotone che con una superprestazione mette i brividi al Torino di Lerda grazie al solito eurogoal di Cutolo, un personaggino che dalla distanza è capace di sparare, ad ogni occasione buona, missili telecomandati all’incrocio dei pali; Bassi capitola subito dopo esser stato decisivo sul rigore battuto maldestramente da Ginestra e poi ci pensa il mattatore Rolando Bianchi a riportare i Granata al Purgatorio dopo la respinta di Belec sul tiro di Antenucci.

Da un pareggio ad un altro (2-2) il Novara non sa più vincere, nonostante la ghiotta occasione capitata con il Cittadella: in vantaggio per ben due volte grazie al rigore trasformato da Motta e alla rete di Parola, riesce a farsi rimontare prima dallo slalom-show di Di Roberto ed infine proprio al 94’ dalla rete di Perna in mischia; la mancanza di Bertani si fa sentire, la piccola crisi sembra poter dare vigore alle ambizioni delle altre primatiste, mentre i veneti ringraziano e si prendono beffardi un punto di platino a dir poco meritato.

E fra le primatiste nel posticipo di ieri sera, l’Atalanta fa secca (0-1) il Frosinone grazie allo spettacolare fendente incrociato di Tiribocchi: nonostante i bergamaschi mettano in vetrina i gioielli appena acquistati, è sempre il buon vecchio bomber a deliziare la platea in una partita che si era resa più complicata del previsto a causa del grande impegno messo da Cariello & company; da segnalare, purtroppo, l’espulsione del nuovo arrivato in casa ciociara Beati che comunque fino a quel momento non aveva affatto demeritato.

E chi continua a strameritare la testa della classifica è il Siena che non lascia spazio a dubbi, abbattendo a suon di ceffoni (4-0) nel derby toscano, un Livorno probabilmente anche un pò scarico a causa della partita giocata appena quattro giorni prima contro il Padova; scarico come il suo bomber Tavano che dopo la duplice marcatura siglata martedì si divora l’impossibile, permettendo nella ripresa ai bianconeri, persino facilitati dall’espulsione di Perticone, di bombardare gli amaranto grazie alla doppietta di Calaiò e le marcature di Mastronunzio e di capitan Vergassola, appena tornato al campo ed alla soddisfazione personale: la corazzata di Conte va che è un piacere ed appare sempre più difficile credere che si fermerà a breve.

Chi si ferma a respirare nell’anticipo di venerdì è invece il Varese al Castellani di Empoli che comunque grazie alla solita prodezza del giovane nigeriano Ebagua riesce a cogliere un ottimo punto (1-1) solo a causa dell’opportunismo di Coralli, attaccante che non molla mai e che, dopo averci provato più e più volte, va a segnare a porta spalancata, a seguito della ribattuta del palo proprio su un suo colpo di testa; i lombardi di Sannino continuano così la propria corsa miracolosa, piazzandosi con meritevole stabilità al quarto posto della cadetteria.

Dalla testa alla coda, fondamentali le vittorie esterne (0-1) del Portogruaro a Sassuolo e del Grosseto a Vicenza: importantissime le prime marcature di Inacio Pià per i veneti e del neo-acquisto Defendi per i toscani che fanno così un bel balzo a centro classifica, raggiungendo proprio i biancorossi; se la squadra di Maran può comunque rimanere tranquilla, preoccupano sempre di più le condizioni dei latitanti neroverdi che all’insegna della discontinuità, non riescono proprio a uscire con decisione dalle sabbie mobili in cui si sono calati, mentre alle loro spalle nessuno ha intenzione di mollare.

E chi infatti non ci pensa proprio a mollare è Madonna con il suo Piacenza che abbatte la Reggina in uno scontro all’ultimo respiro (3-2) grazie al prode Cacia, strepitoso fenomeno della categoria: prima asseconda la prodezza dell’eccellente Graffiedi con un assist di tacco prodigioso e poi uccella Puggioni e tutta la difesa calabrese con uno stop&go condito da un delizioso cucchiaio; a nulla è valso il vantaggio di Riccio, neutralizzato dal momentaneo pareggio di Marchi ed il rigore battuto con precisione da Bonazzoli.

Spostandoci in quel di Padova, tutti aspettano la rete del neo-acquisto Ardemagni chiamato a caricarsi sul groppone la pesante eredità lasciata dello sfortunatissimo Succi, ma è invece la spizzata del difensore Cesar sul calcio d’angolo battuto dal bomberone Vantaggiato, a rompere gli equilibri della partita contro il Modena; gli emiliani però non si perdono d’animo e costringono Legati a fare il fallo di rigore su Pasquato che decreterà il pareggio definitivo (1-1), firmato dal talentuoso centrocampista offensivo Mazzarani che merita davvero un plauso per la sua sesta marcatura in ventuno presenze.

Termina infine a reti inviolate (0-0) la sfida tra il Pescara e la Triestina che ottengono un punto che non accontenta nessuna delle due squadre: gli Alabardati devono costantemente guardarsi alle spalle per non diventare il fanalino di coda e gli abruzzesi perdono una buona occasione per avvicinarsi con maggiore vigore al treno del sogno play-off.

Questa settimana per CineSerieB segnaliamo il missile telecomandato di Cutolo (Crotone) e lo strepitoso goal di Tiribocchi (Atalanta), le prodezze di Graffiedi, Cacia (Piacenza) e Calaiò (Siena) e le belle marcature di Di Roberto (Cittadella) e Defendi (Grosseto); infine un Tavano (Livorno) insolitamente sciupone ed il rigore parato da Bassi (Torino) a Ginestra.

Ed eccovi infine la classifica aggiornata: Siena e Atalanta 47; Novara 45; Varese 40, Livorno e Torino 35; Padova e Reggina 34; Pescara 32*; Vicenza e Grosseto 31; Empoli 30*; Crotone e Modena 29, Albinoleffe 28, Cittadella 26; Piacenza e Portogruaro 25; Sassuolo 24; Triestina 23; Ascoli 22**; Frosinone 20. (*1 partita in meno, **5 punti di penalizzazione)

Andrea De Marco – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Opinioni2 settimane fa

Coppa Italia Femminile: per conoscere meglio i 16 club di una serie B ad alto potenziale

Domenica 11 settembre prende il via la prima giornata della Fase a Gironi di Coppa Italia Femminile ➡️ il programma....

Opinioni4 settimane fa

Serie B Femminile: è possibile l’impresa di far concorrenza alla Serie A?

Da subito Calciopress ha ritenuto opinabile e affrettata la scelta di entrare nell’era professionistica del calcio femminile con una Superlega...

Editoriali4 settimane fa

La Nazionale, la Serie A e il professionismo: la lunga estate calda del calcio femminile

Un’estate torrida come non mai. Un caldo infinito, iniziato già a maggio. Roba che, alla lunga, dà alla testa. Non...

Opinioni1 mese fa

Calcio femminile e ‘grande storia’ dei club: solo il tifo non è negoziabile

Il calcio è uno sport bellissimo, a prescindere dal genere. La sua valenza sociale riposa nella trasversalità del tifo, che...

Nazionale2 mesi fa

Nazionale Femminile: il supporto Rai è stato un ‘flop’ per la crescita del movimento?

La Rai ha puntato molto sulla Nazionale Femminile. Secondo Andrea Fagioli, opinionista di ‘Avvenire, è stato un flop mediatico ➡️...

Editoriali2 mesi fa

Campionato Europeo: se il calcio femminile diventa qualcosa di travolgente

✅ Inghilterra-Svezia di ieri sera è stata gioia pura per gli occhi. La ciliegina sulla torta? Il magnifico gol di...

Nazionale2 mesi fa

Passata la delusione Nazionale, è ora di tuffarsi nel campionato di Serie A femminile

☑️ La delusione dell’Europeo va in archivio. Così speriamo tutti. L’eliminazione nella fase a gironi della Nazionale di Milena Bertolini,...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi