Connect with us

Pubblicato

il

(Calciopress – So.Gian.) Il calcio italiano è gravemente malato. Il presidente di una Lega professionistica come la Lega Pro, parte integrante della Figc con le sue 85 squadre iscritte tra Prima e Seconda Divisione (ma il format federale ne prevede 90), è stato costretto a comprare uno spazio sui quotidiani nazionali per spiegare all’opinione pubblica italiana che la sua categoria è al collasso.

Stiamo parlando di Mario Macalli. Il numero uno della Lega di Firenze ha deciso di rompere il fragoroso muro di silenzio innalzato dalle alte sfere del sistema pallonaro intorno alla deriva della terza e quarta serie nazionale. Un’iniziativa per scuotere il pianeta calcio guidato da Giancarlo Abete e farlo ripartire dallo stallo in cui si è andato a cacciare.

Sulla stessa linea si pone anche Andrea Abodi, presidente della Lega Serie B. Intervenendo a Sport 2000 (trasmissione televisiva dell’emittente vaticana TV 2000), il numero uno della Bwin ha affrontato lo spinoso problema dell’incerto futuro del calcio italiano. Lo ha fatto con un occhio particolare verso la categoria che dirige e che attraversa una fase delicata della sua storia dopo la scissione consumatasi con la serie A.

Abodi ha esposto le sue idee: “E’ arrivato il momento di proporre alla Figc, alle altre leghe e alle componenti tecniche di elaborare un ‘patto per il rilancio del calcio italiano’ largamente condiviso, per invertire una tendenza negativa su vari fronti”.

“Entro la fine di giugno avremo un nuovo statuto” – ha aggiunto – “che ci consentirà di ridefinire la missione, le rappresentanze e le politiche di governo della massima istituzione calcistica nella quale la Lega Serie B cercherà di distinguersi per capacità di proposta”.

“Il primo importante cambiamento lo abbiamo già vissuto con l’evoluzione della Lega Nazionale Professionisti che ha provocato la nascita della Lega di A e di B, fattore inevitabile e utile al tempo stesso. Finchè si era una ‘realtà assistita’ non c’erano i presupposti per un reale sviluppo. Oggi invece la serie cadetta ha da un lato la sua dignità e dall’altro l’obbligo di dimostrare ‘sul campo’ le proprie capacità”, ha proseguito Abodi.

Soffermandosi sulla riorganizzazione in corso dei campionati, ha aggiunto: “20 squadre in Serie A, 20 in B e 60 in Lega Pro sono l’obiettivo che si sta delineando. Lo raggiungeremo bloccando immediatamente i ripescaggi e sono convinto che nel giro di due stagioni avremo trovato l’assetto definitivo”.

So. Gian. – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Opinioni2 settimane fa

Coppa Italia Femminile: per conoscere meglio i 16 club di una serie B ad alto potenziale

Domenica 11 settembre prende il via la prima giornata della Fase a Gironi di Coppa Italia Femminile ➡️ il programma....

Opinioni4 settimane fa

Serie B Femminile: è possibile l’impresa di far concorrenza alla Serie A?

Da subito Calciopress ha ritenuto opinabile e affrettata la scelta di entrare nell’era professionistica del calcio femminile con una Superlega...

Editoriali4 settimane fa

La Nazionale, la Serie A e il professionismo: la lunga estate calda del calcio femminile

Un’estate torrida come non mai. Un caldo infinito, iniziato già a maggio. Roba che, alla lunga, dà alla testa. Non...

Opinioni1 mese fa

Calcio femminile e ‘grande storia’ dei club: solo il tifo non è negoziabile

Il calcio è uno sport bellissimo, a prescindere dal genere. La sua valenza sociale riposa nella trasversalità del tifo, che...

Nazionale2 mesi fa

Nazionale Femminile: il supporto Rai è stato un ‘flop’ per la crescita del movimento?

La Rai ha puntato molto sulla Nazionale Femminile. Secondo Andrea Fagioli, opinionista di ‘Avvenire, è stato un flop mediatico ➡️...

Editoriali2 mesi fa

Campionato Europeo: se il calcio femminile diventa qualcosa di travolgente

✅ Inghilterra-Svezia di ieri sera è stata gioia pura per gli occhi. La ciliegina sulla torta? Il magnifico gol di...

Nazionale2 mesi fa

Passata la delusione Nazionale, è ora di tuffarsi nel campionato di Serie A femminile

☑️ La delusione dell’Europeo va in archivio. Così speriamo tutti. L’eliminazione nella fase a gironi della Nazionale di Milena Bertolini,...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi