Connect with us

Pubblicato

il

Come abbiamo scritto in altro articolo pubblicato oggi su Calciopress (questo è il link, ndr), il fallimento di Dahlia tv rischia di dare la scossa finale al già precario sistema calcio italiano. L’emittente televisiva che fa capo al gruppo svedese Wallenberg, dopo una perdita di 90 milioni di euro in meno di due anni ha deciso di dire basta.

Le telecamere sarebbero state già oscurate dall’inizio di febbraio se la Lega Serie A Tim (sono otto i club di cui Dahlia trasmette le partite) non avesse concesso una dilazione di quindici giorni sul pagamento dei debiti fin qui maturati. La Serie Bwin del presidente Abodi è imbufalita, visto che le gare dei ventidue club cadetti sono irradiate dall’emittente televisiva svedese. Senza contare lo scorno degli abbonati, tra 200mila e 300mila, che hanno pagato in anticipo uno spettacolo di cui non potranno godere fino al termine del campionato.

La Serie A ha pensato di diventare proprietaria di Dahlia, acquisendone il ramo d’azienda in sede fallimentare dopo un periodo transitorio di affitto (questo è il link, ndr). Sarebbe stata la migliore delle soluzioni possibili.

Un modo innovativo per tutelare gli interessi degli otto club della massima serie e dei ventidue di cadetteria, che dovranno rinunciare da subito a profitti cospicui forse già contabilizzati nei bilanci (con il rischio di “buchi” assai pericolosi). Verrebbero anche garantiti i diritti degli abbonati, che si stanno già preparando a un’azione legale (class action). Infine ci si smarcherebbe dall’intrusività delle altre due pay tv (Sky e Mediaset), che diventerebbe intollerabile con il passaggio dei diritti tv a un regime di fatto monopolistico.

Tutto bene, dunque? Sulla carta si. Ma il presidente della Serie A Tim Maurizio Beretta, in un’intervista rilasciata alla Gazzetta dello Sport, si è dichiarato pessimista. “Il futuro di Dahlia non è nelle nostre mani, non abbiamo la struttura giuridica per diventare editori”, ha precisato il numero uno della Lega calcio. “Siano i soci dell’emittente a trovare una soluzione: palla a loro”, ha concluso poi, lasciando trasparire una sorta di disimpegno.

Si tratta di una marcia indietro dopo i facili entusiasmi iniziali? Il macigno del debito, che grava sui venti club della massima serie nazionale, potrebbe rappresentare un ostacolo insormontabile alla realizzazione di un progetto salvifico di questa fatta. Con le difficoltà di bilancio che incombono, dove trovare i soldi per comprarsi una tv?

Il rischio per il sistema pallonaro italiano, consegnatosi di fatto nelle mani di pay tv che ormai fungono da ufficiali pagatori, non è mai stato così forte. Il collasso dell’azienda calcio, privata dei (pingui) diritti tv in un regime monopolistico, potrebbe diventare realtà. Bisognerebbe avere la saggezza di saper guardare oltre la punta del proprio naso.

Sergio Mutolowww.calciopress.net

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Opinioni2 settimane fa

Coppa Italia Femminile: per conoscere meglio i 16 club di una serie B ad alto potenziale

Domenica 11 settembre prende il via la prima giornata della Fase a Gironi di Coppa Italia Femminile ➡️ il programma....

Opinioni4 settimane fa

Serie B Femminile: è possibile l’impresa di far concorrenza alla Serie A?

Da subito Calciopress ha ritenuto opinabile e affrettata la scelta di entrare nell’era professionistica del calcio femminile con una Superlega...

Editoriali4 settimane fa

La Nazionale, la Serie A e il professionismo: la lunga estate calda del calcio femminile

Un’estate torrida come non mai. Un caldo infinito, iniziato già a maggio. Roba che, alla lunga, dà alla testa. Non...

Opinioni1 mese fa

Calcio femminile e ‘grande storia’ dei club: solo il tifo non è negoziabile

Il calcio è uno sport bellissimo, a prescindere dal genere. La sua valenza sociale riposa nella trasversalità del tifo, che...

Nazionale2 mesi fa

Nazionale Femminile: il supporto Rai è stato un ‘flop’ per la crescita del movimento?

La Rai ha puntato molto sulla Nazionale Femminile. Secondo Andrea Fagioli, opinionista di ‘Avvenire, è stato un flop mediatico ➡️...

Editoriali2 mesi fa

Campionato Europeo: se il calcio femminile diventa qualcosa di travolgente

✅ Inghilterra-Svezia di ieri sera è stata gioia pura per gli occhi. La ciliegina sulla torta? Il magnifico gol di...

Nazionale2 mesi fa

Passata la delusione Nazionale, è ora di tuffarsi nel campionato di Serie A femminile

☑️ La delusione dell’Europeo va in archivio. Così speriamo tutti. L’eliminazione nella fase a gironi della Nazionale di Milena Bertolini,...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi