Connect with us

Pubblicato

il

Continua la marcia inarrestabile del Gubbio che guadagna altri due punti sul secondo posto (ora a sette punti) e rimane a più dodici dal quinto che potrebbero diventare tredici se, come probabile, in settimana la Salernitana, la squadra che attualmente occupa l’ultima piazza disponibile per disputare gli spareggi promozione, verrà ancora una volta penalizzata. Non importa che gli umbri si presentino al “Bentegodi” in panchina privi del vero deus ex machina di questa favola senza fine, quel Vincenzo Torrente che sta impressionando ed entusiasmando un po’ tutti a suon di vittorie, gol e bel gioco: i rossoblu sbancano Verona regalando agli scaligeri il primo dispiacere della gestione Mandorlini con l’identico punteggio dell’andata. Succede tutto nel primo quarto di partita: passano subito gli ospiti grazie alla tredicesima rete stagionale di Gomez, prima che sia Ferrari a ristabilire le distanze sessanta secondi più tardi per i padroni di casa. Cinque minuti dopo è capitan Sandreani a chiudere i conti su calcio di punizione.

Stecca il Sorrento ma stecca ancora di più il Ravenna è il caso di dire, che riesce a mandare all’aria un doppio vantaggio meritato e costruito con arte contro i costieri al “Benelli”. Primo tempo perfetto per i giallorossi di Leo Rossi che mettono sotto a più riprese i campani e passano subito grazie ad una beffarda autorete di Lo Monaco che svirgola nella propria porta un cross dalla destra di Cazzola; al ventesimo i romagnoli raddoppiano grazie alla testa di Rossetti su angolo dell’intramontabile Sciaccaluga e la partita sembra chiudersi qui. Nella ripresa il Sorrento fa riemergere però tutto il peso del proprio potenziale offensivo e grazie alla doppietta di Paulinho (che sale a quota diciassette in classifica marcatori), prima su rigore procurato da Erpen, poi di testa su calcio d’angolo con uno dei suoi classici movimenti, limita i danni nei confronti della capolista.

Alle loro spalle regna la confusione più totale: la Spal è in caduta libera e inizia a temere anche per il quinto posto: due punti nelle ultime cinque partite, tifoseria inviperita e mister Notaristefano sul patibolo, almeno per ventiquattro ore, prima della decisione della società di concedere almeno un’altra chance all’ex fantasista di Como e Lecce, fanno da cornice alla vittoria del Lumezzane al “Mazza”. I valgobbini, pur facendo poco e sfruttando appieno due errori dilettanteschi della retroguardia biancazzurra, portano a casa l’intera posta con un gol per tempo: nella prima frazione è Ferrari a spedire la palla alle spalle di Ravaglia dopo che il neoacquisto Volpato era stato bravissimo a rubar palla a capitan Zamboni, nella ripresa è il terzino Pisacane invece a prendere l’ascensore sulle spalle di Giovanni Rossi e regalare alla squadra di Nicola tre punti fondamentali per mantenere un discreto margine sulla zona salvezza.

Al terzo posto sale l’Alessandria che batte il fanalino di coda Paganese (mister Capuano in bilico) pur senza entusiasmare grazie ad una rete del solito Artico a tempo scaduto; una lunghezza più sotto fa capolino la Salernitana che, grazie alla terza rete in due gare di Dino Fava, chiude la pratica Pergocrema sempre più invischiato nei bassifondi della classifica. Continua a sorprendere e in positivo il Bassano: grazie alla quarta vittoria consecutiva, i veneti approdano a un passo dal quinto posto.

A cadere al “Mercante” stavolta è il Monza a cui non basta l’iniziale vantaggio concretizzato con il nuovo arrivato Masini. Nella ripresa però sono due colpi di testa chirurgici dell’esperto centrale Sandro Porchia a dare la svolta all’incontro e regalare un successo insperato ai giallorossi che agganciano al sesto posto la Reggiana. I granata non vanno oltre il pari contro il Como, rischiando oltre il dovuto, complice l’inferiorità numerica a cui la squadra di Mangone è stata costretta dopo appena cinque minuti di partita (rosso al terzino Adamo). Lariani in vantaggio nella ripresa con una punizione splendida del laterale mancino Franco, emiliani che pareggiano due minuti più tardi grazie al solito Temelin, abile a trasformare dagli undici metri la massima punizione decretata dal direttore di gara per un fallo di mano evidente in area comasca.

Attenzione infine a Cremonese e Spezia che, sotto sotto, stanno risalendo la china della classifica: una doppietta da cineteca dell’ex Torino Scaglia stende il Pavia allo “Zini” (inutile il momentaneo pareggio di Eusepi per gli ospiti, al terzo centro in altrettante partite), mentre i liguri battono il SudTirol con il ritorno al gol di Saudati, abile a sfruttare un pasticcio della retroguardia trentina.

Diego Stocchi Carnevali – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Opinioni2 settimane fa

Coppa Italia Femminile: per conoscere meglio i 16 club di una serie B ad alto potenziale

Domenica 11 settembre prende il via la prima giornata della Fase a Gironi di Coppa Italia Femminile ➡️ il programma....

Opinioni4 settimane fa

Serie B Femminile: è possibile l’impresa di far concorrenza alla Serie A?

Da subito Calciopress ha ritenuto opinabile e affrettata la scelta di entrare nell’era professionistica del calcio femminile con una Superlega...

Editoriali4 settimane fa

La Nazionale, la Serie A e il professionismo: la lunga estate calda del calcio femminile

Un’estate torrida come non mai. Un caldo infinito, iniziato già a maggio. Roba che, alla lunga, dà alla testa. Non...

Opinioni1 mese fa

Calcio femminile e ‘grande storia’ dei club: solo il tifo non è negoziabile

Il calcio è uno sport bellissimo, a prescindere dal genere. La sua valenza sociale riposa nella trasversalità del tifo, che...

Nazionale2 mesi fa

Nazionale Femminile: il supporto Rai è stato un ‘flop’ per la crescita del movimento?

La Rai ha puntato molto sulla Nazionale Femminile. Secondo Andrea Fagioli, opinionista di ‘Avvenire, è stato un flop mediatico ➡️...

Editoriali2 mesi fa

Campionato Europeo: se il calcio femminile diventa qualcosa di travolgente

✅ Inghilterra-Svezia di ieri sera è stata gioia pura per gli occhi. La ciliegina sulla torta? Il magnifico gol di...

Nazionale2 mesi fa

Passata la delusione Nazionale, è ora di tuffarsi nel campionato di Serie A femminile

☑️ La delusione dell’Europeo va in archivio. Così speriamo tutti. L’eliminazione nella fase a gironi della Nazionale di Milena Bertolini,...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi