Connect with us

Pubblicato

il

(Calciopress – So. Gian.) La Roma riesce nell’incredibile impresa di farsi battere all’Olimpico dai modesti ucraini dello Shakhtar Donetz, squadra ai box da ottanta giorni per la sosta del campionato. Una partita-beffa per i tifosi giallorossi. Alla fine i giocatori, che a capo chino hanno avuto comunque il fegato di andare a beccarsi gli insulti di rito sotto la Curva Sud, sono stati subissati di fischi.

Il capitano De Rossi ha spiegato che è giusto metterci la faccia, in casi come questi, e che mezzo minuto di fischi non ha mai ammazzato nessuno. Parole sante, se non fosse che sono arrivate al termine di una partita-barzelletta. Una specie di bufala, che mette a nudo la pochezza del calcio in salsa giallorossa e di quello italiano in generale.

Le due icone della sconfitta di ieri sera sono stati Riise e Ranieri. Il terzino norvegese, arrivato dal Liverpool tre anni fa con la fama di giocatore di rango, contro gli ucraini di Lucescu ne ha combinate di cotte e di crude. Al punto di cadere goffamente davanti a Douglas Costa in occasione del terzo gol dello Shaktahr. Nell’intervallo ha deciso di restare negli spogliatoi per la vergogna. Al termine è apparso distrutto: “Chiedo scusa ai tifosi e ai compagni. Ora sto veramente male”.

Il tecnico di Testaccio (la cui panchina traballa pericolosamente) ha negato ogni forma di responsabilità, parlando di una “sconfitta amara decisa da piccoli episodi contro una squadra che gioca un po’ come il Barcellona”. Davvero non si capisce che partita abbia visto ieri sera Ranieri, che sembra aver perso il controllo della situazione e di se stesso. Una mancata assunzione di responsabilità che la dice lunga sull’aria che tira negli spogliatoi del club giallorosso.

Il fatto è che questa Roma, tenuta sotto tutela da Unicredit, non ha una guida vera nella stanza dei bottoni. Al termine la serafica Rosella Sensi, ciò che si dice un presidente (più che) dimezzato, ha provato a spedire i giocatori in ritiro punitivo. Niente da fare. Nessuno le ha dato retta. La riprova che, da queste parti, non si sa chi comandi davvero.

Abbiamo a che fare una barca senza timoniere. Si naviga a vista, in attesa che il “pacco” sia passato dall’istituto bancario nelle mani della cordata americana.

Ma questo club vale davvero il rischio di mettere sul piatto la cifra non indifferente di 110 milioni? L’italiano di ritorno DiBenedetto, dopo aver assistito allo scempio di ieri sera, se lo sta ancora domandando.

So. Gian. – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Opinioni2 settimane fa

Coppa Italia Femminile: per conoscere meglio i 16 club di una serie B ad alto potenziale

Domenica 11 settembre prende il via la prima giornata della Fase a Gironi di Coppa Italia Femminile ➡️ il programma....

Opinioni4 settimane fa

Serie B Femminile: è possibile l’impresa di far concorrenza alla Serie A?

Da subito Calciopress ha ritenuto opinabile e affrettata la scelta di entrare nell’era professionistica del calcio femminile con una Superlega...

Editoriali4 settimane fa

La Nazionale, la Serie A e il professionismo: la lunga estate calda del calcio femminile

Un’estate torrida come non mai. Un caldo infinito, iniziato già a maggio. Roba che, alla lunga, dà alla testa. Non...

Opinioni1 mese fa

Calcio femminile e ‘grande storia’ dei club: solo il tifo non è negoziabile

Il calcio è uno sport bellissimo, a prescindere dal genere. La sua valenza sociale riposa nella trasversalità del tifo, che...

Nazionale2 mesi fa

Nazionale Femminile: il supporto Rai è stato un ‘flop’ per la crescita del movimento?

La Rai ha puntato molto sulla Nazionale Femminile. Secondo Andrea Fagioli, opinionista di ‘Avvenire, è stato un flop mediatico ➡️...

Editoriali2 mesi fa

Campionato Europeo: se il calcio femminile diventa qualcosa di travolgente

✅ Inghilterra-Svezia di ieri sera è stata gioia pura per gli occhi. La ciliegina sulla torta? Il magnifico gol di...

Nazionale2 mesi fa

Passata la delusione Nazionale, è ora di tuffarsi nel campionato di Serie A femminile

☑️ La delusione dell’Europeo va in archivio. Così speriamo tutti. L’eliminazione nella fase a gironi della Nazionale di Milena Bertolini,...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi