Connect with us
Avatar

Pubblicato

il

(Calciopress – Redazioneweb) Il presidente del Cesena, Igor Campedelli, minaccia di vendere tutti i migliori giocatori e di non iscrivere al prossimo campionato il club (neopromosso quest’anno in Serie A Tim).

Lo ha comunicato lo stesso presidente cesenate nel corso di una conferenza stampa appositamente convocata, nella quale ha denunciato l’incursione nel Cesena Store avvenuta sabato scorso ad opera di quattro tifosi romagnoli. Nel negozio di prodotti ufficiali lavora, come commessa e responsabile marketing, la moglie dello stesso Campedelli Maria Chiara Gadoni. I tifosi-teppisti hanno chiesto l’esonero del tecnico Ficcadenti, minacciando di sfasciare il negozio.

Questa la nota ufficiale integrale diffusa dal sito web della società bianconera:

” Oggi non voglio parlare di aspetti sportivi, ma quello che mi sento di dire riguarda la città di Cesena e il clima che si sta creando negli ultimi tempi. Io credo che Cesena sia riconosciuta in tutta Italia come una città civile, una città in cui i giocatori vengono volentieri e in molti casi una città in cui ci si ferma a vivere anche una volta terminata la carriera perché qui si vive bene. Sugli aspetti sportivi ognuno può avere le sue opinioni ma dico attenzione, non posso tollerare che venga varcato il confine della civiltà. Se solo dovessimo passare con un piede il limite della civiltà io sono pronto a non iscrivere la squadra al prossimo campionato. Non posso accettare che si vada in un negozio a minacciare di spaccare tutto, non posso accettare le minacce personali e alla mia famiglia, questa non è Cesena. Come sono stato convinto nell’acquistare la società sull’orlo del fallimento così sono pronto a fine stagione a vendere il mio parco giocatori e a riconsegnare la società alla città così come l’ho presa. Come società siamo pronti ad accettare le contestazioni, la contestazione se resta nel limite della civiltà non ci fa paura ma l’inciviltà non la tolleriamo e anzi siamo pronti a combatterla. In questi tre anni abbiamo lavorato ad un progetto splendido, cercando di aumentare il valore che già il Cesena aveva, in giro per l’Italia Cesena è pensata come un’oasi felice, ma non accetto che il resto del mondo cambi opinione sulla realtà di Cesena. Le mie non sono parole gettate  a caso ma sono ben ponderate, frutto di una notte di amare riflessioni, sta montando un clima che non è tollerabile, ogni tifoso può contestare ma nessuno si azzardi a minacciare perché non lo posso permettere.”

Redazioneweb – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film