Connect with us

Pubblicato

il

(Calciopress – Sergio Mutolo) Coppe europee sempre più amare per il calcio italiano, a conferma di una deriva alla quale nessuno prova a mettere il minimo riparo. Il sistema pallonaro del Belpaese è stato infilato in un tunnel che sembra senza uscita, avvitandolo in una serie di problemi che i vertici federali e quelli delle Leghe sono palesemente incapaci di risolvere.

La Champions League è appena agli ottavi di finale. La Europa League addirittura ai sedicesimi. Ebbene, dei sette club italiani iscritti all’inizio di questa stagione ne sono rimasti in lizza soltanto tre (Inter, Milan e Roma).

Con la sconfitta subita dal Napoli a Villareal, peraltro più che onorevole visto il bel gioco offerto al Madrigal dai ragazzi di Mazzarri, l’Italia è fuori dal tabellone della Europa League quando ancora si devono giocare gli ottavi di finale. Le tre squadre inizialmente iscritte (Juventus, Palermo e Napoli), alle quali si è aggiunta la Sampdoria subito eliminata ai preliminari di Champions, sono state tutte buttate fuori.

In termini di coefficiente Uefa la Serie A Tim pagherà un conto molto salato per questa condotta mediocre e scriteriata. La decisione di snobbare la seconda competizione europea schierando spesso le seconde linee, costerà al calcio italiano ai tempi di Abete un posto in Champions a partire dalla stagione 2012-2013. Non è solo la Germania che ci sta facendo mangiare la polvere nel Ranking. Oltre la Bundesliga rischia di umiliarci anche la Francia. La Ligue 1 ormai ci tallona da vicino.

Il campionato di Serie A si prepara a diventare un torneo sempre più provinciale. La mancata lotta per il quarto posto in classifica renderà le partite tecnicamente più precarie di quanto già non lo siano adesso. Per sovrappiù giocate all’interno di stadi fatiscenti e desertificati.

Il disincanto dei tifosi, cornuti e mazziati con provvedimenti iniqui come la Tessera di Maroni (e le decisioni di Casms e Osservatorio), non potrà che crescere. Presto i giocatori stranieri non ne vorranno più sapere di giocare in Italia. Anche le pay tv finiranno per abbandonare al loro destino presidenti insulsi che non riescono a guardare oltre la punta del proprio naso, lasciandoli cuocere nel loro brodo.

Il rischio incombente è che nelle gare di ritorno anche Inter, Milan e Roma possano essere spazzate via dalla Champions. I risultati dell’ andata non lasciano spazio a grande ottimismo.

Se ciò dovesse accadere, agli appassionati italiani non resterà che seguire in tv il calcio inglese, spagnolo, tedesco e francese. Non solo. Ci toccherà veder correre come lepri sui campi che ci hanno visto un tempo protagonisti anche russi, ucraini e chi più ne ha più ne metta.

Di fronte a questo sfascio incombente nessuno si assume un minimo di responsabilità, lasciando vacanti le poltrone su cui non merita di stare seduto. La palude italiana, ai tempi del terzo millennio, è anche questo.

Sergio Mutolowww.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Opinioni2 settimane fa

Coppa Italia Femminile: per conoscere meglio i 16 club di una serie B ad alto potenziale

Domenica 11 settembre prende il via la prima giornata della Fase a Gironi di Coppa Italia Femminile ➡️ il programma....

Opinioni4 settimane fa

Serie B Femminile: è possibile l’impresa di far concorrenza alla Serie A?

Da subito Calciopress ha ritenuto opinabile e affrettata la scelta di entrare nell’era professionistica del calcio femminile con una Superlega...

Editoriali4 settimane fa

La Nazionale, la Serie A e il professionismo: la lunga estate calda del calcio femminile

Un’estate torrida come non mai. Un caldo infinito, iniziato già a maggio. Roba che, alla lunga, dà alla testa. Non...

Opinioni1 mese fa

Calcio femminile e ‘grande storia’ dei club: solo il tifo non è negoziabile

Il calcio è uno sport bellissimo, a prescindere dal genere. La sua valenza sociale riposa nella trasversalità del tifo, che...

Nazionale2 mesi fa

Nazionale Femminile: il supporto Rai è stato un ‘flop’ per la crescita del movimento?

La Rai ha puntato molto sulla Nazionale Femminile. Secondo Andrea Fagioli, opinionista di ‘Avvenire, è stato un flop mediatico ➡️...

Editoriali2 mesi fa

Campionato Europeo: se il calcio femminile diventa qualcosa di travolgente

✅ Inghilterra-Svezia di ieri sera è stata gioia pura per gli occhi. La ciliegina sulla torta? Il magnifico gol di...

Nazionale2 mesi fa

Passata la delusione Nazionale, è ora di tuffarsi nel campionato di Serie A femminile

☑️ La delusione dell’Europeo va in archivio. Così speriamo tutti. L’eliminazione nella fase a gironi della Nazionale di Milena Bertolini,...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi