Connect with us

Pubblicato

il

(Calciopress – Stefano Cordeschi) Quello che è accaduto a Foggia non si può giustificare. Abbiamo sempre parlato di Zeman come un signore, ponendo l’accento sulla sua indiscussa capacità di smorzare gli animi e di sostenere un fair play al di là del comune. Ma il suo Foggia l’ha combinata grossa e, sebbene il boemo cerchi in tutti i modi di sminuire l’accaduto, quello che è avvenuto allo Zaccheria è stato di una bassezza unica.

Siamo al 40’ della ripresa, con il Gela in vantaggio sul Foggia per 2 a 1. Gli ospiti mettono fuori la palla in quanto Salomon (giocatore del Foggia) resta a terra a seguito di un contrasto di gioco. Tutti si aspettano la restituzione della palla da parte dei Satanelli che, al contrario, innescano con la rimessa laterale il contropiede di Agodirin con il Gela impietrito che aspetta di vedersi restituito il favore. Il colored foggiano entra in area, la palla arriva a Sau e il gol del pariè cosa fatta.

Ma a capire subito di averla fatta grossa è proprio Sau che, invece di gioire per la rete del pari, si porta mestamente verso il centro del campo. Di li a poco scoppia una mega-rissa, che costringerà il direttore di gara a dichiarare chiuse le ostilità. Un brutto gesto, di quelli che fanno veramente male al calcio. Un gesto che non si può sminuire asserendo che gli avversari stavano perdendo tempo. Purtroppo il calcio ormai è questo, altro che terzo tempo. Siamo lontani anni luce dalla semplice lealtà sportiva, figuriamoci parlare di abbracci a fine gara.

Guarda il Video

Stefano Cordeschi – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Opinioni2 giorni fa

Serie A Femminile: quando le gerarchie contano. Dopo tre giornate classifica spaccata in due

In un campionato con dodici squadre e appena 22 partite da giocare, tre giornate contano parecchio. La classifica è già...

Calciomercato3 settimane fa

Il talento di Sofia Cantore: è una predestinata, parola di Carobbi

Quando l’estate scorsa Sofia Cantore approdò alla Florentia, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni uffici del direttore generale...

Editoriali3 settimane fa

Serie A Femminile, a proposito di professionismo e di azionariato popolare a Napoli

Non siamo nati ieri. Tutti sappiamo che il gioco del calcio non è solo un gioco, ma è anche un’azienda....

Editoriali1 mese fa

Stefano Braghin e la missione del calcio femminile in Italia

Il direttore della Juventus Women, Stefano Braghin, ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club...

Opinioni1 mese fa

Il senso dei tifosi per il calcio

Il calcio è uno sport bellissimo. Per le intrinseche dinamiche del gioco, ma anche per la valenza sociale e la...

Editoriali1 mese fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

Sembrerebbe proprio che la festa sia finita, per il calcio professionistico europeo e, di conseguenza, per quello italiano. La crisi...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile, per nuove prospettive puntare verso nuovi orizzonti

La prima partita del campionato di Serie A Femminile, stagione 2020-21, si è giocata il 22 agosto 2020. La maggior...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film