Connect with us
Avatar

Pubblicato

il

(Calciopress – Stefano Cordeschi) L’addio annunciato di Maurizio Beretta, che sta per traslocare in Unicredit, obbliga la Lega Serie A Tim a trovarsi un nuovo presidente. Il difficile momento attraversato dal calcio italiano richiede, per la sua sostituzione, una soluzione forte e possibilmente condivisa da tutti i venti club della massima serie nazionale.

La Le­ga di A è uno snodo centrale del sistema calcio italiano, in quanto inietta danaro fresco attraverso i diritti televisivi che (almeno finora) riesce a raccogliere dalle pay tv. I problemi che affliggono la massima serie nazionale sono però notevoli (QUI i particolari, ndr), a cominciare dal crac Dahlia tv che potrebbe innescare una serie di problemi a cascata.

Le can­didature emerse fin qui per la sostituzione di Beretta (tra queste spicca quella di Rosella Sensi, attuale presidente della Roma) non hanno la necessaria autorevolezza né riescono a raccogliere il consenso ampio che sarebbe necessario per superare la deriva in atto.

Ecco dunque spuntare candidature di ritorno che fanno un certo effetto. Il Corriere dello Sport parla oggi di Franco Carraro (nella foto) come possibile numero uno della Lega Serie A, sostenendo che si tratterebbe ”quasi di una necessità per alcuni grandi elettori”.

L’inaugurazione della nuova sede Coni a Milano è stata l’occasione per verificare la fattibilità dell’idea, anche se Il diretto interessato ha detto più volte di ritenersi in pensione. La soluzione sarebbe gradita ad alcuni grandi club (come osserva la stessa fonte “il Milan fu suo sostenito­re sia in occa­sione dell’ele­zione alla presidenza della Lega dopo Nizzola, sia in occa­sione del ri­torno al vertice Figc”), ma “non è sgradita nemmeno dalle par­ti del Coni dove si guarda con preoccupazione all’eccesso di litigiosità che caratterizza l’attuale momento istituzio­nale calcistico”.

Lo statuto obbliga la Lega a sce­gliere un personaggio esterno alle società, come era appunto Maurizio Beretta. Inevitabi­le, in questo contesto, circoli il nome di quello che nel­l’ambiente è stato sempre considerato il miglior diri­gente italiano. Un passo indietro nel tempo. Siamo davvero certi che sia questa la scelta migliore per proiettarsi nel futuro?

Stefano Cordeschi – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film