Connect with us
Avatar

Pubblicato

il

(Calciopress – Enrico Losito) Sette punti conquistati in quattro gare sulla panchina del Barletta. Questo lo score del tecnico Marco Cari, subentrato a fine gennaio all’esonerato Sciannimanico. La cura del trainer laziale funziona e, per domenica prossima, il destino gli ha riservato un ex allievo: Davide Dionigi, attuale tecnico del Taranto. Entrambi hanno lavorato fianco a fianco proprio in riva allo Jonio nella stagione 2007-08.

Mister Dionigi, nel dopo gara di domenica scorsa, ha affermato: “Il Barletta è l’avversario più pericoloso che potesse capitarci in questo momento”. Invece cosa dice mister Cari a proposito del Taranto?“Davide (Dionigi ndr) è furbo, tiene alta la tensione affermando che ogni avversario che va ad affrontare è il più pericoloso. Per il Taranto parlano i risultati: ha un trend importante e positivo, dunque bisogna stare attenti”.

E’ soddisfatto dei risultati del suo Barletta oppure crede che abbia perso dei punti per strada?Sono molto soddisfatto di queste quattro partite. Ci manca probabilmente un punto con la Ternana in casa: gara in cui abbiamo perso in maniera rocambolesca. Abbiamo fatto bene con le grandi come Foggia e Siracusa”

Quando è arrivato a Barletta a fine gennaio, qual è stato il problema principale che ha dovuto affrontare e superare?“Era lo stato di confusione dovuto ai risultati che non arrivavano. Potete comprendere bene lo stato psicologico dei calciatori. Con il scambio di allenatore c’è sempre una scossa. Per fortuna siamo partiti bene con la vittoria di Foggia. Abbiamo acquisito consapevolezza dei nostri mezzi che, a mio avviso, sono importanti, diciamo da medio-alta classifica. Il trend attuale è positivo, se escludiamo, come detto, l’incontro con la Ternana. Siamo una squadra in grado di giocarcela con tutti”

La sua squadra adotta il modulo 4-2-3-1, lo stesso che applicava quando allenava il Taranto e quello che sostanzialmente predilige. Con gli uomini attualmente a disposizione potrebbe applicare qualche altro assetto tattico o questo è il migliore in senso assoluto?“Abbiamo 4-5 giocatori eclettici che ci permettono di cambiare assetto anche durante la gara. Al momento questo modulo ha pagato, ma ovviamente dipende dalle partite e dall’avversario, perchè dobbiamo guardare anche gli altri e non solo noi stessi”.

La piazza come si sta preparando alla sfida contro il Taranto?“E’ Puglia!!! Barletta è una cittadina calorosa e accogliente così come lo è Taranto che mi è rimasta nel cuore. Ho trovato una società eccezionale per la categoria. Ci stiamo preparando con la consapevolezza che possiamo raggiungere l’obiettivo salvezza. Ad di la della gara di domenica prossima guardiamo in prospettiva all’ultima sfida del torneo contro l’Atletico Roma per riuscire a conservare la categoria”.

Siamo a otto giornate dal termine della stagione regolare, qual è la squadra rivelazione e quella che, invece, l’ha delusa? “La sorpresa in assoluto è la Juve Stabia, non pensavo potesse disputare un campionato del genere. Credo che arriverà sicuramente ai play off grazie all’ambiente e alla qualità dei calciatori. L’ho vista giocare e mi ha impressionato. La delusione, invece, è il Pisa, dal quale mi aspettavo molto di più”.

Enrico Losito – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali4 giorni fa

Serie A Calcio Femminile, nuovi orizzonti per nuove prospettive

La prima partita del campionato di Serie A Femminile, stagione 2020-21, si è giocata il lontano 22 agosto 2020. La...

Editoriali5 giorni fa

Serie A Femminile, tutto il bello della domenica

Il calcio era entrato in crisi molto prima della pandemia. Veniva fatto correre a rotta di collo lasciando pochissimo spazio...

Editoriali1 settimana fa

Serie A Femminile, a proposito di “mission” e nuovo corso

La transizione verso il professionismo della Serie A Femminile – fortemente voluta dal presidente della Figc Gabriele Gravina e sostenuta...

Editoriali2 settimane fa

Serie A Femminile, ad aprile si è giocato solo una volta!

Calciopress, con due successive riflessioni, ha sottolineato l’incredibile durata del campionato di Serie A Femminile stagione 2020-21 >>> LEGGI: “Serie...

Editoriali2 settimane fa

La Serie A Femminile e l’ossigeno della “meglio gioventù”

Il passaggio al professionismo della Serie A Femminile rende ineludibile il potenziamento dei settori giovanili>>>“Serie A Femminile  e ruolo dei...

Opinioni2 settimane fa

Alla Serie A Femminile serve un professionismo di sostanza

Nei mezzi di comunicazione di massa più influenti le notizie sono sempre ridotte ai minimi termini. Stiamo parlando del campionato...

Opinioni3 settimane fa

Serie A Femminile, il ruolo cruciale del Centro Sportivo

È stato detto che la Divisione Femminile ha due anime. Una radicata nel professionismo maschile e l’altra di matrice dilettantistica. La seconda anima...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film