Connect with us

Pubblicato

il

(Calciopress – So. Gian.) Venerdì prossimo l’Italia del ct Cesare Prandelli affronta a Lubiana la Nazionale di un paese emergente. Qualcuno considera la Slovenia la nuova miniera di talenti per il calcio europea. Il pensiero di Zahovic sintetizza i valori della scuola slovena: “Piedi slavi e testa tedesca: per questo siamo piccoli, bravi e coraggiosi” (nella foto, il centrocampista del Palermo Bacinovic).

In Italia la colonia slovena comprende 19 giocatori. Sono 10 quelli che giocano in serie A, con il Palermo che ne schiera addirittura quattro (Andjelkovic, Bacinovic, Ilicic e Kurtic). Il Chievo (Cesar e Jokic) e l’Udinese (S. Handanovic e Koprivec) ne hanno in rosa due ciascuno. A completare il quadro della massima serie nazionale Jelenic (Genoa) e Khrin (Bologna).

Altri 4 li troviamo in serie B. Sono Belec (Crotone), J. Handanovic (Empoli), Lazarevic (Torino) e Klun (Albinoleffe). Completano il quadro della colonia italiana 5 giovani della Primavera: Novinic e Palibrk (Milan), Mitrovic (Bologna), Kraus (Siena e Zibert (Triestina).

I club italiani sono sempre più attenti al calciomercato sloveno. Chievo, Siena e Udinese inviano osservatori ogni settimana. Il Palermo lascia parlare i fatti. ha già pescato Andjelkovic, Bacinovic, Ilicic e Kurtic (dal Maribor allenato da Milanic, che il patron rosanero Zamparini ha inserito nella lista dei papabili allenatori per la prossima stagione). Il Milan ha preso per 150 mila euro dal Kranj il 15enne fantasista Zan Benedidic. Il centrocampista dell’Auxerre Birsa sembra destinato al Genoa. Il Napoli avrebbe prenotato Matavz del Groningen. La Juventus (che deve battere la concorrenza di Chelsea e Liverpool) è su Luka Kranjc, per il quale si è aperta una vera e propria asta.

I giocatori sloveni che giocano in giro per l’Europa, “italiani” esclusi, sono 90. C’è anche chi ha provato a mettere insieme una squadra formata da giocatori sloveni che fanno parte delle rose dei principali club europei. Questa è una delle possibili (modulo 4-4-2): Handanovic (Udinese); Brecko (Colonia), Cesar (Chievo), Jokic (Chievo), Suler (Gent); Birsa (Auxerre), Ilicic (Palermo), Koren (Hull), Radosavljevic (Ado Den Haag); Matavz (Groningen), Novakovic (Colonia).

So. Gian. – www.calciopress.net

 

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali4 settimane fa

Serie A Femminile, occorre ossigeno: in campo la ‘meglio gioventù’

✅ Il passaggio al professionismo della Serie A Femminile rende ineludibile il potenziamento dei settori giovanili 👉🏾 “Serie A Femminile  e...

Opinioni1 mese fa

Il senso dei tifosi per il calcio

Il calcio è uno sport bellissimo. Per le intrinseche dinamiche del gioco, ma anche per la valenza sociale e la...

Editoriali1 mese fa

La Serie A Femminile scende a 10 club dal 2022-23: è una riforma affrettata?

👉🏽 La Divisione Calcio Femminile presieduta da Ludovica Mantovani, con il passaggio al professionismo, ha deciso che la serie A...

Editoriali1 mese fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

✅ La crisi post-pandemica sta falcidiando i bilanci dei club europei. In misura ancora più significativa di quelli italiani, i...

Editoriali1 mese fa

Serie A Femminile e professionismo, serve subito un progetto: se non ora, quando?

Il passaggio al professionismo della Serie A Femminile comporta l’entrata in un sistema calcio ormai alla canna del gas. Per...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile e professionismo: sarà il migliore di tutti i tempi?

L’incipit di 👉🏾 “A tale of two cities” offre un’idea suggestiva della dicotomia all’interno della quale continua a muoversi il...

Editoriali2 mesi fa

Il calcio va in tilt: la Serie A Femminile e nuovi modelli di professionismo

La Serie A Femminile, con il passaggio al professionismo, si appresta a entrare in un sistema ormai alla canna del...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi