Connect with us

Pubblicato

il

(Calciopress – Diego Stocchi Carnevali) Rimane tutto invariato in vetta al girone A di Prima divisione in una giornata che ha visto appena due pareggi ma anche l’asfittica e misera cifra di dodici reti all’attivo. Il segno ics riguarda proprio le due battistrada della classifica tra le altre cose. Il Gubbio fatica e non poco al “Barbetti” contro la coriacea Spal che si prende anche il lusso di portarsi per prima in vantaggio con Melara, prima di essere raggiunta beffardamente da un calcio di rigore trasformato da Galano per un ingenuo fallo di Battaglia quando il novantesimo era ormai a un passo. Non va oltre lo 0 a 0 il Sorrento a Pagani. Secondo nulla di fatto consecutivo per i costieri che lontano dall’”Italia” sono proprio tutta un’altra squadra, dove emergono limiti evidenti.

La Paganese di Capuano ringrazia e allunga a trecentosessanta i minuti di imbattibilità dell’estremo difensore Ginestra tra le mura amiche e lascia un punto di margine dal Monza, ora ultimo in solitaria dopo la sconfitta patita a Lumezzane (1 a 0, decide il primo gol tra i professionisti del centrale difensivo scuola Chievo Checcucci) in attesa dello scontro salvezza domenica prossima al “Brianteo”. Guadagna due punti sulla seconda piazza l’Alessandria che in casa non fa sconti al Ravenna, tramortito dall’ex di turno Scappini, autore della doppietta decisiva che porta i grigi al terzo posto e con i playoff sempre più vicini; vince anche la Salernitana con lo stesso punteggio della formazione di Sarri e a farne le spese è il Bassano, finito momentaneamente fuori dalla lotta promozione: succede tutto nella ripresa quando, nel giro di centottanta secondi, prima Ragusa e poi Carrus (su rigore per fallo di Pellizzer su Fava) confezionano un preziosissimo successo per i campani.

E’ sempre più in crisi lo Spezia: non basta il ritorno di D’Adderio sulla panchina dei liguri per ritrovare almeno un punto in quel di Verona dove è una rete di Pichlamann a consentire agli scaligeri di rilanciarsi in piena bagarre playoff (un punto appena di distacco dal quinto posto) a coronamento di una rimonta che appena due mesi fa sembrava impossibile per gli uomini di Mandorlini. Per gli spezzini è notte fonda e adesso diventa fondamentale abbandonare qualsiasi sogno di gloria almeno per questa stagione e concentrarsi esclusivamente sulla salvezza. Alle spalle dei bianconeri ringhia il Pavia del nuovo allenatore Benny Carbone che, nel posticipo, vince il derby tra pericolanti contro il Pergocrema grazie al solito Eusepi e a una super prestazione del portiere Spitoni che respinge anche un calcio di rigore ai cremaschi sempre più invischiati negli spareggi retrocessione.

Spareggi che a sua volta stanno diventando sempre più una certezza anche per il Sudtirol: non basta un gol di Romano agli altoatesini e la sconfitta interna patita contro il Como per 3 a 1 non lascia spazio a repliche: una doppietta di Filippini e il gol del solito Maah mettono in cascina tre punti fondamentali per i lariani che ora possono sperare nella salvezza diretta. Sprecona la Cremonese che, allo “Zini”, si fa superare dall’ex di turno Guidetti che porta la Reggiana alla vittoria dopo quattro sconfitte consecutive, ma i lombardi hanno di che mangiarsi le mani, visti i due calci di rigore sbagliati da Joelson e Gasparetto che avrebbero potuto indirizzare il match in ben altre direzioni.

Diego Stocchi Carnevali – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Opinioni2 giorni fa

Serie A Femminile: quando le gerarchie contano. Dopo tre giornate classifica spaccata in due

In un campionato con dodici squadre e appena 22 partite da giocare, tre giornate contano parecchio. La classifica è già...

Calciomercato2 settimane fa

Il talento di Sofia Cantore: è una predestinata, parola di Carobbi

Quando l’estate scorsa Sofia Cantore approdò alla Florentia, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni uffici del direttore generale...

Editoriali2 settimane fa

Serie A Femminile, a proposito di professionismo e di azionariato popolare a Napoli

Non siamo nati ieri. Tutti sappiamo che il gioco del calcio non è solo un gioco, ma è anche un’azienda....

Editoriali3 settimane fa

Stefano Braghin e la missione del calcio femminile in Italia

Il direttore della Juventus Women, Stefano Braghin, ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club...

Opinioni3 settimane fa

Il senso dei tifosi per il calcio

Il calcio è uno sport bellissimo. Per le intrinseche dinamiche del gioco, ma anche per la valenza sociale e la...

Editoriali3 settimane fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

Sembrerebbe proprio che la festa sia finita, per il calcio professionistico europeo e, di conseguenza, per quello italiano. La crisi...

Editoriali1 mese fa

Serie A Femminile, per nuove prospettive puntare verso nuovi orizzonti

La prima partita del campionato di Serie A Femminile, stagione 2020-21, si è giocata il 22 agosto 2020. La maggior...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film