Connect with us

Pubblicato

il

(Calciopress – So. Gian.) Il caso Dahlia tv è sempre dentro a un tunnel. Gli abbonati degli otto club di Serie A Tim ai quali la pay tv svedese assicurava la copertura delle partite sul digitale terrestre, sono rimasti a secco di calcio. Una situazione che non avrà sbocchi nella stagione in corso.

Quelli della cadetteria restano alla finestra in attesa degli eventi, auspicando che gli acquirenti dei diritti televisivi in capo all’emittente messa in liquidazione possano essere messi gratuitamente messi a disposizione dei vecchi abbonati.

Dopo che sono stati bloccati per la stagione in corso i diritti che la pay per view possedeva per le otto squadre di serie A, resta aperto solo il fronte della Bwin con le sue 22 squadre rimaste senza copertura.

La Lega di B aveva respinto l’offerta di Europa 7, l’unica pervenuta in occasione del primo bando di gara. Sul sito web la Lega rende noti i nomi delle aziende che hanno risposto al secondo bando: Centro Europa 7 S.r.l. (Europa 7) e Reti Televisive Italiane S.p.a. (Mediaset). L’apertura delle buste è fissata per mercoledì 30 marzo.

Andrea Abodi, presidente della Lega di Serie B, è stato intervistato da Il Sole 24 Ore: “La Lega ha come prima preoccupazione quella di rispettare e tutelare i suoi Tifosi, cercando di tutelare anche gli interessi delle società”.

“Per noi Dahlia è stata una pagina triste per le 150 persone che hanno perso il lavoro, per gli 80mila tifosi/abbonati che hanno perso un mese di campionato dopo averlo pagato e per le 22 Società che hanno perso una parte importante dei loro ricavi”, ha spiegato il numero uno della cadetteria.

“Il nostro sogno era quello di risolvere tutti e tre i problemi. Nella realtà stiamo lavorando almeno per tornare prima possibile in onda sul digitale terrestre, cercando di non svendere i diritti e concordando condizioni simboliche per i vecchi abbonati”, ha concluso Abodi.

So. Gian. – www.calciopress.net

 

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali7 giorni fa

Juventus Women, Braghin e una certa visione di futuro del calcio femminile italiano

Stefano Braghin ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club bianconero. Il passaggio del...

Calciomercato3 settimane fa

Il talento di Sofia Cantore, una vera ‘predestinata’

Quando l’estate scorsa Sofia Cantore approdò alla Florentia, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni uffici del direttore generale...

Opinioni3 settimane fa

Serie A Femminile: quando le gerarchie contano. Dopo tre giornate classifica spaccata in due

In un campionato con dodici squadre e appena 22 partite da giocare, tre giornate contano parecchio. La classifica è già...

Editoriali1 mese fa

Serie A Femminile, a proposito di professionismo e di azionariato popolare a Napoli

Non siamo nati ieri. Tutti sappiamo che il gioco del calcio non è solo un gioco, ma è anche un’azienda....

Opinioni2 mesi fa

Il senso dei tifosi per il calcio

Il calcio è uno sport bellissimo. Per le intrinseche dinamiche del gioco, ma anche per la valenza sociale e la...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

Sembrerebbe proprio che la festa sia finita, per il calcio professionistico europeo e, di conseguenza, per quello italiano. La crisi...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile, per nuove prospettive puntare verso nuovi orizzonti

La prima partita del campionato di Serie A Femminile, stagione 2020-21, si è giocata il 22 agosto 2020. La maggior...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film