Connect with us

Pubblicato

il

(Calciopress – Diego Stocchi Carnevali) A sei giornate dal termine della stagione regolare, inizia a farsi avvincente il girone A di Prima divisione: soprattutto in testa la situazione è davvero intricata con almeno undici formazioni che se la giocheranno fino all’ultima giornata per entrare nei playoff promozione visto l’esiguo distacco in classifica tra le contendenti. La giornata attuale conferma l’equilibrio grazie alle vittorie, inaspettate alla vigilia, di Reggiana e Spezia rispettivamente conto Alessandria e Ravenna: da una parte, i granata (decide Temelin in pieno recupero), alla seconda affermazione consecutiva, frenano le ambizioni di secondo posto dei grigi di mister Sarri, vista la contemporanea vittoria del Sorrento contro il Lumezzane (in gol Togni e Carlini per i costieri); dall’altra, i liguri, tornano ai tre punti lontano dal “Picco” dopo un anno e quattordici giorni (l’ultimo successo risaliva infatti al quattordici marzo del 2010 sul campo del Rodengo Saiano) grazie a una rete del soldatino slovacco Herzan che probabilmente ridimensiona in maniera definitiva qualsiasi velleità del Ravenna il cui campionato resta sin qui comunque più che positivo.

Per restare in cima alla classifica, si ferma il Gubbio al “Voltini” contro un Pergocrema affamato di punti salvezza: vanno per primi in vantaggio i cremaschi con Galli, poi è il solito Gomez (al quindicesimo centro stagionale) a riportare la gara sul definitivo pari: adesso sono otto le lunghezze di vantaggio degli umbri sulla diretta inseguitrice Sorrento, un margine che rimane ancora piuttosto rassicurante per la squadra di Vincenzo Torrente. Vince la Salernitana e, a questo punto, la conquista degli spareggi promozione, almeno sul campo, sarebbe il giusto premio considerando il bellissimo calcio che la squadra di Breda sta facendo vedere in questo complicatissimo torneo: i campani sono sfortunati e vanno inizialmente sotto contro la Cremonese, causa un rimpallo traditore della sfera sulla gamba del giovanissimo difensore Jefferson; nella ripresa però i granata riescono a ribaltare la situazione prima grazie al solito Ragusa che beffa su colpo di testa un incerto Bianchi, poi con il centrocampista Carcuro, che a tre minuti dal fischio di chiusura fa esplodere i seimila presenti all’”Arechi e proietta la propria squadra verso un meritatissimo quarto posto. E’ lotta serrata per il quinto posto dove, come già detto, ci sono almeno undici squadre in lizza divise da appena cinque punti.

Tocca al Verona, questa settimana, portarsi nell’ultimo posto utile per cercare di conquistare la promozione attraverso gli spareggi scalzando il Lumezzane, grazie al punto ottenuto sul campo del Bassano: in vantaggio gli scaligeri che all’ultimo hanno dovuto rinunciare a Le Noci per un risentimento muscolare con il giovane scuola Brescia Martina Rini, pari per i giallorossi di Jaconi grazie al “gaucho” La Grotteria in un derby che certo non passerà alla storia in quanto a emozioni. Attenzione al Como: undicesimo risultato utile consecutivo per i lariani, terza vittoria consecutiva e quarta di fila in riva al lago per questa banda di ragazzini scatenati che di settimana in settimana stanno scalando posizioni su posizioni in classifica, portandosi addirittura a ridosso della zona playoff che ora dista appena un punto: il 4 a 2 rifilato al malcapitato Pavia regala con ogni probabilità una salvezza anticipata agli azzurri trascinati dalla seconda doppietta consecutiva dell’attaccante Germinale, giunto dal Benevento nell’ultima finestra di calciomercato. Al Pavia non basta la doppietta del fantasista Guadalupi (finalmente una prova degna delle sue grandi qualità!) per accarezzare il sogno della grande rimonta e alla fine la squadra di Carbone deve inchinarsi dagli undici metri alla marcatura del terzino Franco e a quella, nel finale, dell’esterno La Carra che sigillano una meritatissima vittoria.

In coda sembra ormai chiarito, dopo il pari senza reti del “Brianteo”, che saranno Monza e Paganese a giocarsi la discesa diretta negli inferi della Seconda divisione, con le già citate Pergocrema e Pavia a un passo dai playout insieme al Sudtirol che, nel posticipo di Ferrara contro la Spal, non va oltre il 2 a 2: avanti gli altoatesini con Marchi e Fischnaller, abili a sfruttare due erroracci della retroguardia estense, nella ripresa, un calcio di rigore trasformato da Volpe (il primo della stagione concesso a favore dei ferraresi e guadagnato da Ghetti) e un’autorete di Nazari regalano un insperato punto ai padroni di casa che vedono comunque spegnersi definitivamente ogni speranza di agganciare almeno il quinto posto.

Diego Stocchi Carnevali www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali2 settimane fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

✅ La crisi post-pandemica sta falcidiando i bilanci dei club europei. In misura ancora più significativa di quelli italiani, i...

Editoriali2 settimane fa

La Serie A verso il professionismo e il modello del Napoli Femminile

La lettera aperta indirizzata il 2 settembre scorso alla ct della Nazionale, Milena Bertolini, dal presidente del Napoli Femminile Raffaele...

Editoriali1 mese fa

Serie A Femminile nel guado: professionismo e anima dilettantistica

La transizione verso lo status di tipo professionistico della Serie A Femminile è ormai un dato di fatto. La ristrettezza...

Editoriali2 mesi fa

Juventus Women, Braghin e una certa visione di futuro del calcio femminile italiano

Stefano Braghin ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club bianconero. Il passaggio del...

Calciomercato2 mesi fa

Il talento di Sofia Cantore, una vera ‘predestinata’

Quando l’estate scorsa Sofia Cantore approdò alla Florentia, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni uffici del direttore generale...

Opinioni2 mesi fa

Serie A Femminile: quando le gerarchie contano. Dopo tre giornate classifica spaccata in due

In un campionato con dodici squadre e appena 22 partite da giocare, tre giornate contano parecchio. La classifica è già...

Editoriali3 mesi fa

Serie A Femminile, a proposito di professionismo e di azionariato diffuso a Napoli

Non siamo nati ieri. Tutti sappiamo che il gioco del calcio non è solo un gioco, ma è anche un’azienda....

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi