Connect with us
Sergio Mutolo

Pubblicato

il

(Calciopress – Sergio Mutolo) Potrebbe essere la volta buona per l’Hellas. Se è vero che il Gubbio veleggia solitario verso la B, irraggiungibile con i suoi 58 punti, le altre sono ormai nel mirino dei gialloblù.

Il Sorrento (secondo con 49 punti) ha perso a Pavia al termine di una goleada d’altri tempi e domenica se la vedrà al Campo Italia proprio con i veronesi. L’Alessandria (45, penalizzata di due) batte in rimonta il Pergocrema e cerca di dare un calcio alla crisi societaria strisciante. La Salernitana (43, ma qui i punti di penalizzazione sono addirittura cinque) è stata battuta ieri al Bentegodi grazie alla doppietta del prode Ferrari, al termine di una gara combattuta tra due squadre che non ci stavano l’una a lasciare strada all’altra.

Mandorlini sembra l’allenatore giusto, dopo molti tentativi andati a vuoto, per pilotare l’Hellas Verona nei play off. Una lotteria che il club gialloblù del presidente Martinelli vuole giocare a tutti i costi, per dare finalmente un senso a quel progetto che finora ha stentato a decollare.

Anche il gruppo che ruota attorno al tecnico sta dimostrando personalità e spirito di adattamento alla categoria, doti che a queste latitudini sono finora mancate nella lunga parentesi vissuta in terza serie. Maietta, Ceccarelli, Abbate, Martina Rini e Ferrari sono tutti giocatori di sostanza. Gente su cui si può contare, in una categoria aspra come la Prima Divisione di Lega Pro.

Quando poi una squadra si permette il lusso di tenere in panchina gente avvezza a questo tipo di tornei (come Russo, Berrettoni, Le Noci, Cangi e Tiboni), la quadratura del cerchio potrebbe essere stata trovata.

Il valore aggiunto dell’Hellas restano però i suoi indomiti tifosi. I 12.544 fantastici “butei” che anche ieri riempivano il Bentegodi per sostenere le maglie gialloblù nell’importante sfida con la  Salernitana. Non hanno mai mollato, davanti a niente e nessuno. Sempre pronti a sostenere la squadra in qualsiasi circostanza, anche la più avversa.

Il Bentegodi versante Hellas è un mezzo miracolo, in tempi nei quali gli stadi si svuotano e assomigliano sempre più a cattedrali nel deserto. Soprattutto per loro, per questi splendidi tifosi, sarebbe cosa buona e giusta che il progetto al quale Martinelli lavora da tempo (con alterni risultati) veda una buona volta la luce.

Sergio Mutolowww.calciopress.net

 

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film