Connect with us

Pubblicato

il

(Calciopress-Stefano Cordeschi) Quattro sconfitte nelle ultime cinque gare. Questo il magro bottino di un’Inter incapace di invertire la rotta e che palesa evidenti deficit sotto il profilo tecnico, fisico e psicologico. La squadra che nei momenti topici delle gare sapeva ribaltare le sorti dell’incontro, ora pare lontana parente di quella coriacea e dura a morire messa in campo da Mourinho. Leonardo, più che un allenatore, è sembrato essere un “amico” per la squadra: una tesi avvalorata anche dalle dichiarazioni di alcuni componenti della rosa neroazzurra.

Il recupero in campionato aveva illuso un po’ tutti, senza tenere conto di quanto questo torneo sia tecnicamente ben al di sotto rispetto ai precedenti . Una squadra comunque importante come l’Inter non avrebbe avuto molti problemi, in passato, a recuperare posizioni su rivali discontinui.

Lo smacco di Champions, dove i valori salgono, ha messo a nudo la pochezza tecnico-tattica di questa Inter che paga l’assenza di un condottiero in panchina. Mourinho in questo era stato maestro indiscusso. Si era preso in toto le responsabilità, ma anche la parola ultima su tutte le decisioni. Anche quelle strategiche spettanti alla società. Il presidente Moratti, sposando questo modus operandi, aveva saputo fungere per il tecnico portoghese da spalla ideale. Un ruolo negato poi a Benitez.

Leonardo non ha saputo essere il condottiero che occorreva all’Inter. Per inesperienza, ma anche perché nel calcio più che di amici c’è bisogno di allenatori veri. E Leonardo, persona encomiabile sotto il profilo umano, in panchina non ha saputo fin qui imporsi. Nel Milan prima, nell’Inter poi. Ora c’è bisogno di ricompattare le parti e dare una scossa a una squadra che sembra in caduta libera. Attenzione, perché il rischio è quello di scontrarsi con l’ennesima delusione stagionale, che potrebbe arrivare dalla Coppa Italia.

Stefano Cordeschi – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Opinioni1 settimana fa

La Juventus si riprende il talento di Sofia Cantore: sarà qualcosa di travolgente?

Quando nella stagione 2020-21 Sofia Cantore fu trasferita alla Florentia San Gimignano, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni...

Editoriali2 settimane fa

Superlega Serie A femminile: un occhio di riguardo per i vivai

Per certificare il ruolo cruciale dei settori giovanili nella prossima Superlega professionistica della A femminile, è necessario tenere bene a...

Opinioni3 settimane fa

Calcio femminile e ‘grande storia’ dei club: solo il tifo non è negoziabile

Il calcio è uno sport bellissimo, a prescindere dal genere. La sua valenza sociale riposa nella trasversalità del tifo, che...

Editoriali3 settimane fa

Serie A e Serie B femminili: mancano pochi giorni alle iscrizioni

Il termine di scadenza per le iscrizioni ai campionati di Serie A e Serie B femminile incombe. Entro le ore...

Opinioni4 settimane fa

Calcio femminile, non solo Superlega: e la copertura mediatica?

La Serie A Femminile – con il passaggio al professionismo – deve stabilire la sua mission, che passa attraverso un...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile, occorre ossigeno: in campo la ‘meglio gioventù’

✅ Il passaggio al professionismo della Serie A Femminile rende ineludibile il potenziamento dei settori giovanili 👉🏾 “Serie A Femminile  e...

Opinioni3 mesi fa

Il senso dei tifosi per il calcio

Il calcio è uno sport bellissimo. Per le intrinseche dinamiche del gioco, ma anche per la valenza sociale e la...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi