Connect with us
Avatar

Pubblicato

il

(Calciopress-Diego Stocchi Carnevali) Incredibile. Quando i giochi sembravano ormai decisi in testa e in coda, il girone A del campionato di Prima divisione si riapre clamorosamente. A due giri dalla fine il Gubbio cade nel big-match di giornata contro il Sorrento, dove i costieri confermano la dura legge dell’”Italia”: finisce 2 a 1 per la squadra di Simonelli che va prima in vantaggio con Carlini poi, dopo essersi fatta raggiungere dal solito Daud, pesca il gol vittoria con Pignalosa chiamato a sostituire l’infortunato celebre di giornata Paulinho. A questo punto sono quattro le lunghezze che dividono le due compagini e sei quelle a disposizione per poter tentare il clamoroso sorpasso. Gli umbri hanno il primo match point domenica prossima al “Barbetti” quando arriverà però una Paganese tutt’altro che remissiva: se la squadra di Torrente vince è serie B comunque vada a la Spezia dove sarà di scena la squadra rossonera, ma gli azzurrostellati di Eziolino Capuano, che vedono fermarsi a quota settecentoventisette i minuti di imbattibilità dell’estremo difensore Ginestra, venderanno cara la pelle.

Proprio un imprevisto stop interno contro lo Spezia (decide Buzzegoli) di D’Adderio, alla seconda vittoria in trasferta del campionato, complica e non di poco le speranze dei campani di poter giocare i playout; complice l’incredibile vittoria del fanalino di coda Monza al “Brianteo” contro l’Alessandria (che a sua volta ora, per avere la certezza di un posto nelle prime cinque deve fare tre punti nelle prossime due sfide) firmata da Djokovic e Ricci, i brianzoli ora si trovano ad appena un punto dal penultimo posto dove coabitano la Paganese appunto e il Sudtirol, ancora una volta sconfitto, stavolta a Lumezzane con i bresciani che a loro volta, grazie alla marcatura che porta la firma di Loiacono, trovano i tre punti della matematica certezza della permanenza in categoria anche per la prossima stagione. In coda è bagarre più assoluta. Ancora niente è deciso dopo che anche il Ravenna crolla clamorosamente a Ferrara contro la Spal con un 3 a 0 che non ammette repliche: di Coppola, Volpe su calcio di rigore e Giovanni Rossi le marcature che danno la salvezza anticipata ai ferraresi e inguaiano ulteriormente i romagnoli, nelle mire ora di Pavia e Pergocrema.

Al “Fortunati” la squadra di Mangone blocca e probabilmente spegne definitivamente sul nascere qualsiasi di speranza per il Verona di agguantare il terzo posto: finisce 1 a 1 dopo che gli scaligeri si erano portati per primi in vantaggio con Russo prima che una mischia risolta a favore dei pavesi con Blanchard non rimettesse in gioco partita e risultato a dieci minuti dal termine regalando un punto fondamentale alla squadra dell’Alzaia ancora in corsa per la salvezza diretta; stesso discorso, ma più complicato, riguarda il Pergocrema che, nel derby contro la Cremonese, ricaccia i grigiorossi in piena zona pericolo: succede tutto nella ripresa quando Guerci e Lolaico firmano il doppio vantaggio per la formazione di Maurizi che solo nel recupero subisce la rete della bandiera dei cugini per mano di Degeri. Vince la Salernitana in casa contro il Como e i playoff sono ormai a un passo: Fabinho e Aurelio rinviano almeno di una settimana la salvezza matematica dei lariani, così come per il Bassano a cui manca ancora un punto, dopo il pari interno contro la Reggiana, per festeggiare un altro anno in Prima divisione.

Diego Stocchi Carnevali – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film