Connect with us

Pubblicato

il

(Calciopress-Stefano Cordeschi) Potrebbe essere un sabato da Scudetto, quello che andrà a disputarsi allo stadio Olimpico di Roma. I rossoneri di mister Allegri, intascando almeno un punto dalla sfida con i giallorossi, festeggerebbero il diciottesimo scudetto della propria storia. Si tratterebbe però di una festa limitata a pochi intimi, visto che la squadra non farà rientro a Milano nella nottata, ma rimarrà a Roma per meglio preparare la sfida di ritorno di Coppa Italia (in programma a Palermo martedì prossimo). In caso di pareggio o di vittoria, quindi, il Milan festeggerebbe da solo uno scudetto che meriterebbe ben altre baldorie per tante motivazioni. Su tutte, l’ennesimo exploit di un tecnico sulla panchina rossonera al primo tentativo. Poi, la rottura del predominio dei cugini neroazzurri. Infine la possibilità, se non di fare un triplete, almeno di tentare di mettere a segno una doppietta.

Dall’altra parte della sponda, però, i rossoneri incontrano una Roma mai doma, capace di arrivare ai tre punti nei minuti finali per ben otto volte in questo campionato. Una questione di fortuna? Non proprio. La Roma, pur non sciorinando prestazioni di altri tempi, riesce spesso a portare a casa vittorie che durante l’arco della gara appaiono perse. Lo sta facendo ancor di più da quando il suo capitanoFrancesco Totti, salito al quinto posto dei marcatori di tutti i tempi del campionato italiano, ha ritrovato una forma fisica capace di fargli vivere una seconda giovinezza.

Tanti i motivi per seguire da vicino questa partita. Un vero e proprio viatico per le ambizioni Champions per i giallorossi di Montella, che vorrebbero di buon grado fare un brutto scherzo ai cugini laziali. anch’essi in lotta per un posto nell’Europa che conta (la squadra di Reja sarà impegnata in una difficile gara esterna contro la rivale Udinese). Tra Roma e Milan sarà quindi partita vera, sebbene ad avere qualcosa in più da perdere saranno proprio i giallorossi capitolini. In quanto al Milan, il punto della matematica consacrazione potrebbe trovarlo nella prossima giornata davanti ai propri tifosi, quando la festa assumerà contorni assai diversi.

Stefano Cordeschi – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Opinioni14 minuti fa

Serie A Femminile a rischio invasione straniere: rafforzare i settori giovanili

Passa anche attraverso il ruolo cruciale del settore giovanile di ogni singolo club la transizione verso il professionismo della Serie...

Editoriali2 settimane fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

✅ La crisi post-pandemica sta falcidiando i bilanci dei club europei. In misura ancora più significativa di quelli italiani, i...

Editoriali2 settimane fa

Serie A Femminile: ci sono voluti 50 anni per il professionismo

“Siamo fatti anche noi della materia di cui sono fatti i sogni: nello spazio e nel tempo di un sogno...

Editoriali4 settimane fa

La Serie A Femminile scende a 10 club dal 2022-23: è una riforma affrettata?

👉🏽 La Divisione Calcio Femminile presieduta da Ludovica Mantovani, con il passaggio al professionismo, ha deciso che la serie A...

Editoriali4 settimane fa

La Serie A Femminile passerà a 10 club: Morace storce il naso

Carolina Morace ha scelto di prendere parte a “Campionesse“, la docuserie di Rakuten Tv disponibile dal 2 dicembre che racconta...

Editoriali2 mesi fa

La Serie A verso il professionismo e il modello del Napoli Femminile

La lettera aperta indirizzata il 2 settembre scorso alla ct della Nazionale, Milena Bertolini, dal presidente del Napoli Femminile Raffaele...

Editoriali3 mesi fa

Serie A Femminile, un calcio che ha bisogno di ‘storie’

Eduardo Galeano è l’autore di uno dei libri più belli mai scritti per spiegare il mondo del pallone. “Splendori e...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi