Connect with us

Pubblicato

il

(Calciopress – Sergio Mutolo) A Udine la Lazio perde (forse) l’ultimo treno utile per la Champions League. La sconfitta al Friuli, che i bianconeri di Guidolin ottengono grazie alla solita doppietta del decisivo Di Natale, vanifica un campionato dal quale il club biancoceleste di Reja aveva sperato a un certo punto del cammino di ottenere molto di più.

Il rischio è di rimanere con in mano un pugno di mosche. L’ultima speranza è la conquista della Europa League, coppa europea di complemento. Tuttavia la Lazio in liquefazione vista ieri con l’Udinese potrebbe fallire anche questo modesto traguardo.

Mentre sul campo la squadra fallisce un obiettivo dietro l’altro, il suo presidente Claudio Lotito (nella foto) incombe come un ciclone sui destini della serie A e del calcio italiano. Questo battagliero imprenditore classe 1957 pieno di curiosi propositi (voleva costruire il nuovo stadio biancoceleste nella campagna di Valmontone, a cinquanta chilometri da Roma) e il cui eloquio è spesso costellato da un vocabolario fin troppo criptico, finisce sui giornali un giorno si e un giorno no.

Nel giro di pochi mesi ha saputo concentrare su si sé l’attenzione dei media con una serie di atteggiamenti arditi e di battaglie in controtendenza. Falco tra i falchi nella diatriba con la Figc di Giancarlo Abete per la questione extracomunitari, è stato durissimo nella gestione del rinnovo del contratto collettivo dei calciatori (ancora non firmato e che ha portato la serie A alla soglia dello sciopero), per lanciare infine la bizzarra idea di istituire una task force che vigilasse sulla regolarità del campionato.

E’ di questi giorni il muro contro muro che lo vede opposto al potente Coni di Petrucci (QUI i particolari, ndr). La materia del contendere riguarda l’affitto dello stadio Olimpico. Lotito non ci sta a subire presunte angherie contrattuali e lancia la solita provocazione: indica nel Franchi di Firenze lo stadio dove la Lazio giocherà le partite internazionali (QUI i particolari, ndr).

Un tema assai delicato, che ha però consentito al numero uno biancoceleste di affondare i colpi sulla casta con l’accusa al Coni di monopolizzare l’Olimpico con la richiesta di oltre 1.300 biglietti omaggio a partita (QUI i particolari, ndr). Su quest’ultima questione, a dire il vero, non si può che essere solidali con la sua battaglia.

La grinta di Lotito non si esaurisce qui. Al termine di Lazio-Juventus (0-1 per i bianconeri, tra le polemiche biancocelesti per un presunto rigore non concesso ai danni di Floccari) arrivano altri pericolosi fendenti. Il presidente  parla di “errori determinanti ai fini del cambiamento delle situazioni” e dice di sentire intorno a sè un “tintinnio di manette’ come ai tempi di Calciopoli. L’ennesima tempesta mediatica? Forse. Fatto sta che la Procura Federale di Stefano Palazzi lo ha convocato per avere chiarimenti.

Sergio Mutolowww.calciopress.net

 

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali1 settimana fa

Juventus Women, Braghin e una certa visione di futuro del calcio femminile italiano

Stefano Braghin ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club bianconero. Il passaggio del...

Calciomercato3 settimane fa

Il talento di Sofia Cantore, una vera ‘predestinata’

Quando l’estate scorsa Sofia Cantore approdò alla Florentia, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni uffici del direttore generale...

Opinioni3 settimane fa

Serie A Femminile: quando le gerarchie contano. Dopo tre giornate classifica spaccata in due

In un campionato con dodici squadre e appena 22 partite da giocare, tre giornate contano parecchio. La classifica è già...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile, a proposito di professionismo e di azionariato popolare a Napoli

Non siamo nati ieri. Tutti sappiamo che il gioco del calcio non è solo un gioco, ma è anche un’azienda....

Opinioni2 mesi fa

Il senso dei tifosi per il calcio

Il calcio è uno sport bellissimo. Per le intrinseche dinamiche del gioco, ma anche per la valenza sociale e la...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

Sembrerebbe proprio che la festa sia finita, per il calcio professionistico europeo e, di conseguenza, per quello italiano. La crisi...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile, per nuove prospettive puntare verso nuovi orizzonti

La prima partita del campionato di Serie A Femminile, stagione 2020-21, si è giocata il 22 agosto 2020. La maggior...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film