Connect with us

Pubblicato

il

(Calciopress – Lui. Bel.) E’ in programma oggi, con inizio previsto alle 11, l’ennesima Assemblea Straordinaria della Lega Serie A. All’ordine del giorno l’annoso problema legato ai bacini di utenza ovvero i 200 milioni di diritti televisivi da suddividere in base al numero di quelli che la legge Melandri-Gentiloni definisce sostenitori. Date le premesse, si prevede un incontro ad altissimo tasso di litigiosità (QUI i particolari, ndr).

Si parlerà more solito della delibera con la quale i 15 club medio-piccoli hanno affidato il mandato di stabilire i criteri dei bacini di utenza a tre società demoscopiche, creando un’insanabile spaccature con le “cinque sorelle” (Inter, Juventis, Milan, Napoli e Roma). Il clima è mefitico. Si parla di boicottaggio del calciomercato e dell’uscita delle cinque grandi dalla Lega.

In questo marasma rischia di arenarsi la messa a punto delle linee guida per la commercializzazione dei diritti televisivi in rinnovo con le pay tv (vige il duopolio Sky-Mediaset) a partire dal 2012. Il bando d’asta è previsto per quest’estate, ma dovrà essere prima approvato da Antitrust e Agcom. I tempi sono strettissimi, le divisioni altissime e i soldi in giro pochissimi. Se venissero meno quelli delle televisioni a pagamento potrebbe essere l’inizio della fine per il disastrato calcio italiano (QUI i particolari, ndr).

Resta infine da definire la posizione di Maurizio Beretta (nella foto), da tempo dimissionario dalla carica di presidente (ha accettato un incarico in Unicredit), finito nel tritacarne dopo il suo voto a favore delle piccole nel consiglio della settimana scorsa. Non è escluso che oggi si presenti per chiudere definitivamente i giochi e liberi la poltrona.

Si aprirebbe così un altro fronte, quello della nomina del nuovo presidente della Lega Serie A Tim. Trovare un accordo, visti i tempi che corrono, sembra una missione impossibile.

Lui. Bel. – www.calciopress.net

 

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali3 ore fa

La Serie A Femminile scende a 10 club dal 2022-23: ma sarà vera gloria?

Il passaggio al professionismo ridurrà a dieci il numero dei club iscritti alla Serie A femminile. Una riforma (affrettata?) da...

Editoriali3 ore fa

La Serie A Femminile passerà a 10 club: Morace storce il naso

Carolina Morace ha scelto di prendere parte a “Campionesse“, la docuserie di Rakuten Tv disponibile dal 2 dicembre che racconta...

Editoriali3 settimane fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

✅ La crisi post-pandemica sta falcidiando i bilanci dei club europei. In misura ancora più significativa di quelli italiani, i...

Editoriali3 settimane fa

La Serie A verso il professionismo e il modello del Napoli Femminile

La lettera aperta indirizzata il 2 settembre scorso alla ct della Nazionale, Milena Bertolini, dal presidente del Napoli Femminile Raffaele...

Editoriali1 mese fa

Serie A Femminile nel guado: professionismo e anima dilettantistica

La transizione verso lo status di tipo professionistico della Serie A Femminile è ormai un dato di fatto. La ristrettezza...

Editoriali2 mesi fa

Juventus Women, Braghin e una certa visione di futuro del calcio femminile italiano

Stefano Braghin ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club bianconero. Il passaggio del...

Calciomercato2 mesi fa

Il talento di Sofia Cantore, una vera ‘predestinata’

Quando l’estate scorsa Sofia Cantore approdò alla Florentia, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni uffici del direttore generale...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi