Connect with us

Pubblicato

il

(Calciopress – Stefano Cordeschi) Secondo anno consecutivo di flop per una Juventus finita addirittura a 24 punti dal Milan campione d’Italia. Bianconeri costretti alla periferia del calcio internazionale. Sono fuori dalle Coppe continentali, dopo aver perso prima la Champions e poi anche la Europa League.

Tira aria di rivoluzione in casa bianconera. La coppia Agnelli-Marotta pensa a un futuro migliore del presente. Per la panchina crescono le quotazioni di Antonio Conte, liberato dal Siena in prospettiva Juventus. In calo Mazzarri. Il presidente del club partenopeo De Laurentiis gli sta mettendo i bastoni tra le ruote, forte del contratto che lega il mister livornese al Napoli anche la prossima stagione. Una mera ipotesi l’arrivo di Villas-Boas dal Porto.

Si tratta in primo luogo di ripristinare una rosa competitiva. L’organico si è rivelato scadente, non all’altezza delle aspettative di società e tifosi. Proviamo a capire quale potrà essere la lista della spesa. Partendo da chi parte, chi resta e chi è ancora in forse.

Conferme. Nella prossima stagione dovrebbero restare in pochi. Anche se non ci sono certezze in merito, dovremmo ritrovare in maglia bianconera Barzagli, Bonucci, De Ceglie, Del Piero, Krasic, Marchisio, Matri, Pepe, Quagliarella e Sorensen. Un nucleo duro dal quale provare a ricostruire. Ovvio che molto dipenderà dalle scelte del tecnico che sostituirà in panchina Delneri, il quale non ne vuol sapere di dare le dimissioni.

Cessioni. Il gruppo dei giocatori in partenza sarà molto folto, ma potrà ingrossarsi strada facendo. I papabili al momento sono Aquilani, Grosso, Grygera, Iaquinta, Manninger, Martinez, Motta, Rinaudo, Salihamidzic, Sissoko e Traore. Tutta gente che non ha un gran mercato, vista anche la penuria di contanti in circolazione. Da queste cessioni dovrebbe rientrare ben poca liquidità nelle casse prosciugate della Juve.

In forse, Tutto da decidere per Buffon, Chiellini, Felipe Melo, Storari e Toni. Molto dipenderà dalle offerte. Si tratta di giocatori stagionati o reduci da un’annata opaca. Non hanno poi un così gran mercato, eccetto forse Chellini e Buffon (nella foto). Ricordiamo che incombe il Fair Play Finanziario introdotto da Michel Platini. Pazzie non sono più consentite, ammesso che ci siano in giro i soldi per provare a commetterle.

Stefano Cordeschi – www.calciopress.net

 

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Opinioni6 giorni fa

Serie A Femminile a rischio invasione straniere: rafforzare i settori giovanili

Passa anche attraverso il ruolo cruciale del settore giovanile di ogni singolo club la transizione verso il professionismo della Serie...

Editoriali3 settimane fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

✅ La crisi post-pandemica sta falcidiando i bilanci dei club europei. In misura ancora più significativa di quelli italiani, i...

Editoriali3 settimane fa

Serie A Femminile: ci sono voluti 50 anni per il professionismo

“Siamo fatti anche noi della materia di cui sono fatti i sogni: nello spazio e nel tempo di un sogno...

Editoriali1 mese fa

La Serie A Femminile scende a 10 club dal 2022-23: è una riforma affrettata?

👉🏽 La Divisione Calcio Femminile presieduta da Ludovica Mantovani, con il passaggio al professionismo, ha deciso che la serie A...

Editoriali1 mese fa

La Serie A Femminile passerà a 10 club: Morace storce il naso

Carolina Morace ha scelto di prendere parte a “Campionesse“, la docuserie di Rakuten Tv disponibile dal 2 dicembre che racconta...

Editoriali2 mesi fa

La Serie A verso il professionismo e il modello del Napoli Femminile

La lettera aperta indirizzata il 2 settembre scorso alla ct della Nazionale, Milena Bertolini, dal presidente del Napoli Femminile Raffaele...

Editoriali3 mesi fa

Serie A Femminile, un calcio che ha bisogno di ‘storie’

Eduardo Galeano è l’autore di uno dei libri più belli mai scritti per spiegare il mondo del pallone. “Splendori e...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi