Connect with us

Pubblicato

il

(Calciopress – Stefano Cordeschi) Dopo il drammatico finale di campionato che ha portato all’inopinata retrocessione della Sampdoria, proprio nell’anno dei preliminari di Champions e del ventennale dello scudetto, i nodi cominciano a venire al pettine.

Ai cori di domenica al Ferraris, che volevano attestare il sostegno alle maglie, seguono le prime dure contestazioni. Le decisioni della dirigenza (cessioni di Cassano e Pazzini, smantellamento dello staff organizzativo, esonero di mister Di Carlo per Cavasin) hanno lasciato il segno.

Un gruppo di tifosi blucerchiati, prima degli allenamenti a Bogliasco per preparare l’ultima di campionato, ha pesantemente contestato Cavasin e i giocatori. E’ la terza volta che accade in questa stagione. Stavolta i giochi sono fatti. La Doria è dolorosamente finita in serie B. La scena è andata in onda al centro sportivo. Sui muri del Gloriano Mugnaini è anche apparsa la scritta “Seria A subito!”.

Al momento dell’arrivo di Angelo Palombo, i sostenitori della Samp lo hanno invece applaudito. Gli hanno chiesto addirittura di “picchiare” i compagni di squadra e lo hanno pregato di restare in blucerchiato anche in Serie B.

Il giocatore, come pure l’attaccante Pozzi, ha già detto che non intende lasciare la Samp per guidarla a un pronto ritorno in A dalla cadetteria (come è avvenuto quest’anno per Atalanta e Siena). Sarebbe già un buon inizio ripartire da Palombo, cuore di capitano. La palla ora passa ai Garrone.

Stefano Cordeschi – www.calciopress.net

 

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali1 settimana fa

Juventus Women, Braghin e una certa visione di futuro del calcio femminile italiano

Stefano Braghin ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club bianconero. Il passaggio del...

Calciomercato3 settimane fa

Il talento di Sofia Cantore, una vera ‘predestinata’

Quando l’estate scorsa Sofia Cantore approdò alla Florentia, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni uffici del direttore generale...

Opinioni3 settimane fa

Serie A Femminile: quando le gerarchie contano. Dopo tre giornate classifica spaccata in due

In un campionato con dodici squadre e appena 22 partite da giocare, tre giornate contano parecchio. La classifica è già...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile, a proposito di professionismo e di azionariato popolare a Napoli

Non siamo nati ieri. Tutti sappiamo che il gioco del calcio non è solo un gioco, ma è anche un’azienda....

Opinioni2 mesi fa

Il senso dei tifosi per il calcio

Il calcio è uno sport bellissimo. Per le intrinseche dinamiche del gioco, ma anche per la valenza sociale e la...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

Sembrerebbe proprio che la festa sia finita, per il calcio professionistico europeo e, di conseguenza, per quello italiano. La crisi...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile, per nuove prospettive puntare verso nuovi orizzonti

La prima partita del campionato di Serie A Femminile, stagione 2020-21, si è giocata il 22 agosto 2020. La maggior...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film