Connect with us
Avatar

Pubblicato

il

(Calciopress – Sa. Mig.) La finale di Europa League giocata ieri sera a Dublino (nella foto il Dublin Arena) finisce secondo il pronostico della vigilia. Porto-Braga, sfida tutta portoghese, termina con il risultato di 1-0.

Niente da fare per lo Sporting, che spera per solo un tempo. Per quasi 45′ riesce a chiudere tutti gli spazi al più blasonato avversario, senza rischiare praticamente nulla. Alla prima disattenzione, però, la squadra di Paciencia paga pegno. Al 44′ Guarin, con un preciso cross dalla destra, pesca in area l’isolato Falcao. L’attaccante, con un preciso colpo di testa, infila il pallone a fil di palo alla destra di Artur. Per il capocannoniere del torneo è il 18° centro stagionale.

Vince la squadra favorita e più tecnica. Il Porto, nell’arco della seconda Coppa europea organizzata dalla Uefa, ha meritato il titolo dando spettacolo un po’ dovunque. Tra i risultati più significativi ottenuti dai lusitani il 10-3 complessivo inflitto nei quarti allo Spartak Mosta e il 7-4 rifilato in semifinale agli spagnoli del Villarreal).

Il club lusitano punta adesso alla “triplete”. Dopo essersi aggiudicato campionato e Europa League, domenica potrebbe portare a casa anche la Coppa del Portogallo. Il suo tecnico, l’emergente Villas Boas, è destinato a un grande futuro (raccoglierà l’eredità di Mourinho?).

Il Porto sembra destinato a far parlare di sé anche prossimi anni anche in Champions, se la società saprà conservare l’ossatura attuale. Si tratta di riuscire a non cedere i vari Falcao, Guarin, Hulk e Moutinho. Se così sarà, la squadra ha tutto per continuare a essere vincente.

Sa. Mig. – www.calciopress.net

 

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film