Connect with us

Pubblicato

il

(Calciopress – St. Ant.) Il modello inglese continua a essere controverso. Se dal punto di vista organizzativo merita la massima attenzione per l’agilità del format (92 club professionistici, due leghe e quattro categorie a girone unico), da quello gestionale un po’ meno. Soprattutto al tempo del Fair Play Finanziario introdotto dalla Uefa di Michel Platini.

Il fatto è che la Premier League continua ad avere due facce. Da una parte contabilizza entrate sensazionali, dall’altra accumula perdite significative. Niente a che vedere con la virtuosa Bundesliga.

Nel 2008-2009 i venti club della massima divisione d’Oltre Manica hanno messo in conto guadagni a dir poco eccezionali, considerato che hanno incassato qualcosa come 2miliardi300milioni. Una cifra-monstre. Che è correttamente bilanciata tra diritti televisivi, ticketing, sponsorizzazioni e merchandising.

A fronte di ricavi inimmaginabili in Italia, dove la Serie A Tim sopravvive attaccata ai soldi delle pay tv (SKy e Mediaset) e si accapiglia per non perderli, le perdite non accennano a calare.

Nel 2009-2010 il deficit della Premier ammontava a 570 milioni (una cifra comunque inferiore al debito imputabile ai venti club italiani). La società più indebitata è il Manchester City, seguito dal Manchester United (nella foto: l’Old Trafford) e dal Chelsea.

I club in attivo sono solo quattro. Si tratta di Wolverhampton, Birmningham, West Bromwich e Arsenal (quest’ultimo grazie a plusvalenze di carattere edilizio).

 

St. Ant. – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali1 settimana fa

Juventus Women, Braghin e una certa visione di futuro del calcio femminile italiano

Stefano Braghin ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club bianconero. Il passaggio del...

Calciomercato3 settimane fa

Il talento di Sofia Cantore, una vera ‘predestinata’

Quando l’estate scorsa Sofia Cantore approdò alla Florentia, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni uffici del direttore generale...

Opinioni3 settimane fa

Serie A Femminile: quando le gerarchie contano. Dopo tre giornate classifica spaccata in due

In un campionato con dodici squadre e appena 22 partite da giocare, tre giornate contano parecchio. La classifica è già...

Editoriali1 mese fa

Serie A Femminile, a proposito di professionismo e di azionariato popolare a Napoli

Non siamo nati ieri. Tutti sappiamo che il gioco del calcio non è solo un gioco, ma è anche un’azienda....

Opinioni2 mesi fa

Il senso dei tifosi per il calcio

Il calcio è uno sport bellissimo. Per le intrinseche dinamiche del gioco, ma anche per la valenza sociale e la...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

Sembrerebbe proprio che la festa sia finita, per il calcio professionistico europeo e, di conseguenza, per quello italiano. La crisi...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile, per nuove prospettive puntare verso nuovi orizzonti

La prima partita del campionato di Serie A Femminile, stagione 2020-21, si è giocata il 22 agosto 2020. La maggior...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film