Connect with us

Pubblicato

il

(Calciopress – Emma Rotini) La festa è scattata al fischio finale di Atalanta-Cittadella (risultato finale 2-2). Emozionante e fragoroso il tripudio sugli spalti.

Il giro di campo dei giocatori, con tanto di compagne e figli al seguito, si è consumato tra un subisso di cori e applausi. Un modo di ringraziare il pubblico bergamasco, che non ha mai ha fatto mancare il suo sostegno alla squadra in tutto il corso del campionato di serie B.

Poi la festa si è spostata nel centro di Bergamo. Un fiume nerazzurro ha invaso piazza Matteotti e dintorni, a partire dalle 18. E’ scattata la “Notte Nerazzurra”, l’evento organizzato dal presidente Antonio Percassi per celebrare il ritorno in serie A.

Le vie principali sono state chiuse al traffico. Fin dal pomeriggio due megaschermi hanno iniziato a proiettare le immagini di una stagione trionfale, autorevolmente condotta dalla squadra allenata da Stefano Colantuono.

Intorno alle 21 è partito il bus scoperto con a bordo i giocatori. Ha percorso a velocità lentissima le vie centrali, consegnandosi all’abbraccio dei tifosi. E poi via con fuochi d’artificio, cori, balli, sbandieramenti. La festa è proseguita fino a notte fonda.

Tutto molto bello e coinvolgente. Il segno che in Italia il calcio resta ancora lo sport popolare per eccellenza.

La cara vecchia Dea si è ripresa il suo posto nella massima serie nazionale. Si calcola che in circa 50mila abbiano voluto esserci per dire grazie.

Emma Rotiniwww.calciopress.net

 

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali1 settimana fa

Juventus Women, Braghin e una certa visione di futuro del calcio femminile italiano

Stefano Braghin ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club bianconero. Il passaggio del...

Calciomercato3 settimane fa

Il talento di Sofia Cantore, una vera ‘predestinata’

Quando l’estate scorsa Sofia Cantore approdò alla Florentia, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni uffici del direttore generale...

Opinioni3 settimane fa

Serie A Femminile: quando le gerarchie contano. Dopo tre giornate classifica spaccata in due

In un campionato con dodici squadre e appena 22 partite da giocare, tre giornate contano parecchio. La classifica è già...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile, a proposito di professionismo e di azionariato popolare a Napoli

Non siamo nati ieri. Tutti sappiamo che il gioco del calcio non è solo un gioco, ma è anche un’azienda....

Opinioni2 mesi fa

Il senso dei tifosi per il calcio

Il calcio è uno sport bellissimo. Per le intrinseche dinamiche del gioco, ma anche per la valenza sociale e la...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

Sembrerebbe proprio che la festa sia finita, per il calcio professionistico europeo e, di conseguenza, per quello italiano. La crisi...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile, per nuove prospettive puntare verso nuovi orizzonti

La prima partita del campionato di Serie A Femminile, stagione 2020-21, si è giocata il 22 agosto 2020. La maggior...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film