Connect with us

Pubblicato

il

(Calciopress – Lui. Bel.) Prove di blindatura in casa Napoli. Il presidente Aurelio De Laurentis si sente accerchiato. Allora reagisce a modo suo, facendo la voce grossa quanto basta. Gli vogliono portare via i gioielli che ha portato in maglia azzurra. Lui non ci sta, anche perché c’è la Champions che bussa alle porte. Una Coppa europea in cui il club partenopeo entrerà dalla porta principale, vale a dire dalla fase a gironi (QUI il calendario della manifestazione Uefa dai preliminari alla finale). Eccolo dunque alzare muri a difesa, non senza provare qualche scorreria per portare a casa chi è in grado di dare una mano alla causa e sforzandosi di decidere quanti della vecchia guardia potranno restare nella rosa. Bisogna sapersi muovere con prontezza, una dote che a De Laurentiis non manca (QUI i particolari). Andiamo per ordine.

Hamsik blindato? Il Milan affonda i colpi per portare in maglia rossonera Marek Hamsik. È lui la mezzala sinistra che Galliani e Berlusconi braccano da tempo (QUI i particolari). De Laurentiis non ci sta e fa la voce grossa: “Non siamo un supermercato, al massimo una gioielleria e la gente si spaventa quando vede i prezzi. Se esiste un fair play finanziario va rispettato”, sibila in direzione Milano il numero uno azzurro. L’unico ad avergli chiesto finora il giocatore slovacco è stato il presidente dell’Inter, Massimo Moratti, “una persona per bene ed un signore”. Era incedibile allora e lo resta adesso, parola di presidente.

Missione possibile blindare tutti i pezzi pregiati? Il fatto è che uno tra i pezzi pregiati del Napoli potrebbe salpare le ancore. Si è già parlato della possibile partenza di Lavezzi. Il giocatore è molto corteggiato. Su di lui premono diversi club stranieri, tra cui il Tottenham in Premier League. Senza contare che potrebbe diventare un’ottima pedina scambio. “Al Tottenham – chiarisce sempre De Laurentis – se davvero vuole il Pocho, dico che deve cacciare i soldi, come qualche tifoso strilla a me ogni tanto”. Ma anche Edinson Cavani, attaccante da 20 gol a campionato, potrebbe diventare a rischio cessione di fronte a un’offerta alla quale non si può rinunciare. O no? Dunque tutto è relativo, nel calcio come nella vita.

Quale futuro per la vecchia guardia? Dopo Michele Pazienza, che si sta accasando alla Juventus, in diversi della squadra che ha conquistato la Champions potrebbero essere al passo d’addio. Tra i possibili partenti c’è Jose Ernesto Sosa. L’argentino ex Bayern non ha avuto molto spazio quest’anno. Il suo agente, Favio Bilardo, intervenuto ai microfoni di Radio Goal si dichiara allibito dalle voci riguardanti la partenza del suo assistito: “Sono sorpreso, Sosa cerca casa a Napoli! Dice di essere contento, Napoli è un posto che gli piace tantissimo. Il suo ruolo ideale è quello di centrocampista, al fianco di Walter Gargano come contro la Juventus. Io credo resterà a Napoli”. Fatto sta che si registra l’interesse nei suoi confronti di Estudiantes el Catania, conferma il suo agente. Bilardo ha in scuderia un certo Rivas, che potrebbe far comodo alla causa azzurra. Anche l’ex capitano del Catania Peppe Mascara vuole restare a Napoli. Il giocatore è legato alla squadra partenopea ancora da due anni di contratto. Dovrebbe restare. Voci su di lui in giro non ci sono. Intanto Luca Cigarini è tornato dal prestito al Siviglia (che ha deciso di non riscattarlo al termine di una stagione opaca). Da queste parti dovrebbe essere solo di passaggio. Probabile destinazione  sarebbe l’Atalanta, club in cui ha già giocato

Inler si, Inler no? Il centrocampista dell’Udinese Gokhan Inler è o no un giocatore del Napoli? Dopo aver smosso le acque, il suo agente Dino Lamberti smentisce ai microfoni di Radio Kiss Kiss. Il fatto è che la Juventus è entrata decisamente in campo e vorrebbe inserire il giocatore svizzero nel 4-4-2 offensivo tanto caro a Conte (QUI i particolari). Cè anche il Bayer Leverkusen alla finestra. Il patron dell’ Udinese Pozzo continua a confermare l’accordo con il club partenopeo. La situazione per ora resta fluida.

Dzemaili alternativa a Inler? Il direttore sportivo, Riccardo Bigon, si cautela facendo sondaggi. Ci sarebbe già pronto il piano B. Vale a dire l’arrivo in azzurro di  Blerim Dzemaili, centrocampista anche lui svizzero (ma di origini macedoni) che gioca nel Parma. Il giocatore è in comproprietà tra il Parma e Torino. Il Napoli avrebbe intenzione di rilevare prima la metà dalla società granata.

Per finire il caso Matavz. Il promettente attaccante sloveno Matavz, in forza al Groningen, sembrava già del Napoli. Con lui era dato in arrivo anche Federico Fernandez, difensore dell’Estudiantes di cui si sono perse un po’ le tracce. Sembra però che mister Mazzarri abbia messo un temporaneo veto per prendersi una pausa di riflessione. Il problema sarebbe l’’inesperienza del giocatore in campo europeo Ecco allora tornare a galla i nomi di David Trezeguet (nella foto) che aspetta solo la chiamata, Sergio Pellissier del Chievo e il centravanti della Fiorentina Alberto Gilardino. Attaccanti esperti, su cui si puòr fare pieno affidamento in chiave Champions.

Lui. Bel – www.calciopress.net

 

 

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali2 settimane fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

✅ La crisi post-pandemica sta falcidiando i bilanci dei club europei. In misura ancora più significativa di quelli italiani, i...

Editoriali2 settimane fa

La Serie A verso il professionismo e il modello del Napoli Femminile

La lettera aperta indirizzata il 2 settembre scorso alla ct della Nazionale, Milena Bertolini, dal presidente del Napoli Femminile Raffaele...

Editoriali1 mese fa

Serie A Femminile nel guado: professionismo e anima dilettantistica

La transizione verso lo status di tipo professionistico della Serie A Femminile è ormai un dato di fatto. La ristrettezza...

Editoriali2 mesi fa

Juventus Women, Braghin e una certa visione di futuro del calcio femminile italiano

Stefano Braghin ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club bianconero. Il passaggio del...

Calciomercato2 mesi fa

Il talento di Sofia Cantore, una vera ‘predestinata’

Quando l’estate scorsa Sofia Cantore approdò alla Florentia, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni uffici del direttore generale...

Opinioni2 mesi fa

Serie A Femminile: quando le gerarchie contano. Dopo tre giornate classifica spaccata in due

In un campionato con dodici squadre e appena 22 partite da giocare, tre giornate contano parecchio. La classifica è già...

Editoriali3 mesi fa

Serie A Femminile, a proposito di professionismo e di azionariato diffuso a Napoli

Non siamo nati ieri. Tutti sappiamo che il gioco del calcio non è solo un gioco, ma è anche un’azienda....

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi