Connect with us

Pubblicato

il

(Calciopress – Redazioneweb) Londra torna a essere l’ombelico del mondo, almeno sotto il profilo calcistico. Domani, sabato 28 maggio, si giocherà sul prato del mitico Wembley Stadium la finale di Champions League tra Barcellona e Manchester United.

Lo stadio di Webley fu costruito nel 1923. Demolito ottanta anni dopo, nel 2003, è tornato a nuova vita nel 2007. Il nuovo impianto non ha nulla a che vedere con quello vecchio. La sua facciata era in stile tipicamente vittoriano. Davanti alla tribuna troneggiavano le due torri bianche alte 38 metri, le cosiddette Twin Towers, che introducevano alla cattedrale del calcio mondiale. Per accedere al palco d’onore e sollevare in alto il trofeo, i giocatori del club che si aggiudicava la Champions (la vecchia Coppa dei Campioni) dovevano salire i fatidici 39 scalini. Fu uno dei primi impianti inglesi ad essere dotato di una pista di atletica.

Il Wembley Stadium inaugurato nel 2007 non ha più le due torri. Il suo simbolo è diventato lo stupefacente arco che sovrasta l’impianto, disegnato da Norman Foster (nella foto). Oggi i posti a sedere sono molto più vicini al prato, che si trova dislocato tre metri più in basso. Il palco reale, dove la squadra vincitrice andrà a prendersi la Coppa, è stato ricostruito esattamente come era in origine. Gli scalini che i giocatori dovranno salire alla fine della partita, invece, sono diventati 107.

Redazioneweb – www.calciopress.net

 

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali1 settimana fa

Juventus Women, Braghin e una certa visione di futuro del calcio femminile italiano

Stefano Braghin ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club bianconero. Il passaggio del...

Calciomercato3 settimane fa

Il talento di Sofia Cantore, una vera ‘predestinata’

Quando l’estate scorsa Sofia Cantore approdò alla Florentia, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni uffici del direttore generale...

Opinioni3 settimane fa

Serie A Femminile: quando le gerarchie contano. Dopo tre giornate classifica spaccata in due

In un campionato con dodici squadre e appena 22 partite da giocare, tre giornate contano parecchio. La classifica è già...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile, a proposito di professionismo e di azionariato popolare a Napoli

Non siamo nati ieri. Tutti sappiamo che il gioco del calcio non è solo un gioco, ma è anche un’azienda....

Opinioni2 mesi fa

Il senso dei tifosi per il calcio

Il calcio è uno sport bellissimo. Per le intrinseche dinamiche del gioco, ma anche per la valenza sociale e la...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

Sembrerebbe proprio che la festa sia finita, per il calcio professionistico europeo e, di conseguenza, per quello italiano. La crisi...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile, per nuove prospettive puntare verso nuovi orizzonti

La prima partita del campionato di Serie A Femminile, stagione 2020-21, si è giocata il 22 agosto 2020. La maggior...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film