Connect with us
Sergio Mutolo

Pubblicato

il

(Calciopress – Sergio Mutolo) L’ennesimo tsunami travolge il calcio italiano, abbandonato a se stesso tra l’angoscia crescente di milioni di tifosi sempre più delusi e disincantati.

Esplode lo scandalo delle partite truccate in chiave calcio scommesse. La residua credibilità di un sistema traballante è messa a dura prova. L’indagine, avviata dalla Questura di Cremona, porta all’arresto di 16 persone (QUI i particolari). Altre 28 sono indagate a piede libero. Finiscono nel mirino non meno di 18 partite: una di serie A (Inter-Lecce), cinque di serie B (QUI i particolari) e molte altre di Lega Pro (QUI i particolari). Non è detto che sia finita.

Abbiamo spiegato altrove le ragioni per le quali sono a rischio, nell’immediato, i Play Off/Play Out che si giocheranno tra oggi venerdì 2 giugno e domenica 5 giugno in Serie B e Lega Pro (QUI i particolari). Scenderanno in campo ben ventidue club, alcuni dei quali avrebbero potuto non esserci se le cose fossero andate diversamente. In ballo il destino di tante società (e dei tifosi che ci sono dietro). In serie B si giocano Reggina-Novara, Padova-Varese e Piacenza-AlbinoLeffe. In Prima Divisione di Lega Pro il programma è ancora più corposo: Sorrento-Hellas Verona, Alessandria-Salernitana, Atletico Roma-Taranto, Benevento-Juve Stabia, Pergocrema-Monza, Ravenna-SudTirol, Ternana-Foligno e Cosenza-Viareggio.

Il problema più grosso è però un altro. Al traino di quella ordinaria si metterà adesso in movimento anche la Giustizia sportiva. Come sempre in ritardo, secondo i suoi tempi di tartaruga poco occhiuta che non riesce a vedere il marcio neppure quando lo si tocca con le mani. All’interno della sonnacchiosa Figc di Giancarlo Abete, partiranno le indagini dell’ufficio guidato da Stefano Palazzi. A un certo punto saranno formulati i verdetti degli organi giurisdizionali della Federcalcio (Commissione Disciplinare Nazionale e, in appello, Corte di Giustizia Federale). Sotto il profilo tecnico-giuridico i campionati di cadetteria e quello di Prima Divisione nazionale rischiano di essere invalidati? Le classifiche dovranno essere riscritte?

Per dare una risposta corretta a queste domande, bisogna prima porsene altre due:

1. I campionati di serie B e Lega Pro sono stati falsati? L’ordinanza di custodia cautelare con la quale il gip Guido Salvini ha disposto gli arresti per 16 persone, non lascia spazio a dubbi quando dice che “l’attività dell’associazione sta incidendo sulle ultime fasi dei vari campionati, con gravi danni per le società, per gli scommettitori leali e per la regolarità delle competizioni sportive”. Le cinquantamila intercettazioni telefoniche poste a sostegno dell’inchiesta dovrebbero bastare. Se perplessità ancora ce ne fossero, basterà dire che la Figc, la Serie B e la Lega Pro si sono costituite parte civile (QUI, QUI e QUI i particolari). Non si può ssostenere, ragionevolmente, che le classifiche non siano state falsate.

2. Quale linea hanno assunto nel passato gli organi giurisdizionale della Federcalcio (Procura, CDN e CGF) per sanzionare le società in caso di partite truccate? Senza voler ripercorrere l’intero excursus di una materia così amara per tifosi e addetti ai lavori, basterà limitarsi a quanto è stato fatto nel primo e nell’ultimo di episodi criminosi analoghi nei quali si è imbattuto il sistema calcio. Nel primo, che risale al 1980, le pene furono durissime (Milan e Lazio retrocesse in serie B). Nell’ultimo (il caso Lumezzane-Ravenna in Lega Pro) la penalizzazione di sette punti ha costretto il club giallorosso a giocarsi la permanenza in Prima Divisione ai Play Out (ma la Paganese, terza interessata, aveva chiesto la retrocessione all’ultimo posto, come accadde a suo tempo per Potenza-Salernitana).

Ognuno può trarre le sue conclusioni sulla bufera che potrebbe  abbattersi su una grossa fetta del calcio professionistico italiano. Non ci sono più alibi. Il momento di cambiare radicalmente il sistema è arrivato (anzi, era arrivato da un pezzo). La Figc riuscirà finalmente a darsi una mossa? O no?

Sergio Mutolowww.calciopress.net

 

 

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film