Connect with us
Avatar

Pubblicato

il

(Calciopress – Redazioneweb) Il presidente della Lega Pro, Mario Macalli (nella foto), ha partecipato al programma televisivo Studio1 Stadio sulle frequenze di Studio1 canale 80.

Chiaro il suo ultimatum alla Figc del presidente Abete, in nome e per conto dei club di prima e Seconda Divisione: “Abbiamo un progetto per la riforma del calcio professionistico, ma deve essere approvato entro il 30 giugno (QUI i particolari). L’obiettivo è quello di passare da 90 a 60 squadre entro tre anni. Spero che il Consiglio Federali decida di approvarlo prima della formazione dei nuovi calendari”.

Macalli è tornato anche sulla battaglia legale tra la Lega Pro e serie A in merito alla ripartizione dei ricavi da diritti tv: “Con la legge Meandri abbiamo perso 100 milioni di euro. Entro il 31 agosto si dovrebbe esprimere il Tribunale sportivo del Coni”.

Il presidente della Lega di Firenze, oltre alla denuncia al tribunale civile di Milano (QUI i particolari), non esclude anche di ricorrere preso la Procura del capoluogo lombardo per “appropriazione indebita”.

Nel suo intervento Macalli parla anche dello scandalo scommesse, che ha avuto l’epicentro proprio nella Lega Pro (QUI i particolari): “Anch´io ho le mie sensazioni, ma sono opposte rispetto a quelle del gip di Cremona. Mi sembra una cosa artigianale, fatta male e da poche persone. Che però fa molto male al calcio. La Lega Pro? Picchiare il più debole è sempre facile”.

Redazioneweb – www.calciopress.net

 

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film