Connect with us
Avatar

Pubblicato

il

(Calciopress – Redazioneweb) Il presidente della Figc Giancarlo Abete (nella foto), è vicepresidente della Uefa. In questa veste ha preso parte al Comitato esecutivo tenutosi a Nyon, che si è occupato anche di calcio scommesse.

Michel Platini è entrato a gamba tesa sull’argomento. L’ex giocatore juventino è per la “tolleranza zero”. Chiede la radiazione dai ruolo federali per chi trucca le partite (QUI i particolari). Il presidente del Coni, Gianni Petrucci, non è tanto d’accordo e invita alla massima prudenza (QUI i particolari).

Il numero uno del calcio italiano, rientrato dalla Svizzera, torna sul tema. Un problema ansiogeno per lui, e non solo. Potrebbe anche essere a rischio la regolare partenza dei campionati (QUI i particolari).

Abete tuona: “Deve cadere il muro d’omertà, ma basta con i forcaioli e i falsi moralizzatori”. Si schiera al fianco di Michel Platini, ma con alcuni distinguo: “Non c’è una norma automatica per la squalifica a vita. E’ vero che è stata applicata per due arbitri, ma la Uefa può decidere solo quello che è di sua competenza. Poi ci sono i singoli campionati nazionali e le norme di ogni Paese”.

Per quanto lo riguarda, ritiene di aver affrontato il problema a muso duro. Ha inasprito le norme, finora inesistenti, per quanti non denunciano tentativi di illecito legati alle scommesse (QUI i particolari). Ha tracciato le linee guida sulle quali si dovrà muovere da subito la Figc (QUI i particolari). In futuro dovrebbe modificare la normativa sulla responsabilità oggettiva dei club (inserendo “esimenti” nei casi di palese violenza).

Redazioneweb – www.calciopress.net

 

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film