Connect with us

Pubblicato

il

(Calciopress – Sergio Mutolo) Sui diritti televisivi le posizioni delle parti in causa continuano a essere bellicose. La divergenza degli interessi in campo è sempre più marcata. Il rischio che la torta da dividere si riduca in modo drastico incombe. Cresce l’ansia tra presidenti che hanno a che fare con bilanci asfittici (QUI i particolari).

Nulla di fatto per i bacini di utenza. La soluzione del problema si trascina da mesi. La spaccatura tra le cosiddette “cinque sorelle” (Inter, Juventus, Napoli, Milan e Roma) e le quindici medio-piccole della Serie A Tim è sempre aperta (QUI i particolari).

La Roma deve ancora decidere con chi schierarsi. Per saperne qualcosa di più si aspetta la presa di potere di Tom DiBenedetto e dei suoi soci americani, prevista per i primi di luglio (QUI i particolari). La nuova proprietà sembrava aver deciso di cambiare fronte, ma la notizia non ha poi avuto seguito (QUI i particolari).

Continua il braccio di ferro tra la Lega Pro del presidente Mario Macalli e le due Leghe maggiori. Il numero uno della Prima e Seconda Divisione rappresenta gli interessi di 90 club (che potrebbero essere ridotti a 76 dal Consiglio Federale di fine giugno). I criteri di suddivisione dei diritti televisivi sono considerati penalizzanti dalla Lega di Firenze, pronta ad andare anche davanti al Tribunale civile di Milano (QUI i particolari).

Intanto il Tnas del Coni fa segnare un punto a favore di Macalli. Era stata ipotizzata dalla Lega serie A una ipotetica incostituzionalità della Legge Melandri-Gentiloni, che regola la vendita collettiva dei diritti televisivi (QUI i particolari). Il 17 giugno scorso il ricorso è stato ritenuto dal Tnas “manifestamente infondato” (QUI il testo integrale della sentenza). La guerra non finisce certo con questa decisione, ma almeno un po’ di chiarezza è stata fatta.

Sergio Mutolowww.calciopress.net

 

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Opinioni2 settimane fa

Coppa Italia Femminile: per conoscere meglio i 16 club di una serie B ad alto potenziale

Domenica 11 settembre prende il via la prima giornata della Fase a Gironi di Coppa Italia Femminile ➡️ il programma....

Opinioni3 settimane fa

Serie B Femminile: è possibile l’impresa di far concorrenza alla Serie A?

Da subito Calciopress ha ritenuto opinabile e affrettata la scelta di entrare nell’era professionistica del calcio femminile con una Superlega...

Editoriali4 settimane fa

La Nazionale, la Serie A e il professionismo: la lunga estate calda del calcio femminile

Un’estate torrida come non mai. Un caldo infinito, iniziato già a maggio. Roba che, alla lunga, dà alla testa. Non...

Opinioni1 mese fa

Calcio femminile e ‘grande storia’ dei club: solo il tifo non è negoziabile

Il calcio è uno sport bellissimo, a prescindere dal genere. La sua valenza sociale riposa nella trasversalità del tifo, che...

Nazionale2 mesi fa

Nazionale Femminile: il supporto Rai è stato un ‘flop’ per la crescita del movimento?

La Rai ha puntato molto sulla Nazionale Femminile. Secondo Andrea Fagioli, opinionista di ‘Avvenire, è stato un flop mediatico ➡️...

Editoriali2 mesi fa

Campionato Europeo: se il calcio femminile diventa qualcosa di travolgente

✅ Inghilterra-Svezia di ieri sera è stata gioia pura per gli occhi. La ciliegina sulla torta? Il magnifico gol di...

Nazionale2 mesi fa

Passata la delusione Nazionale, è ora di tuffarsi nel campionato di Serie A femminile

☑️ La delusione dell’Europeo va in archivio. Così speriamo tutti. L’eliminazione nella fase a gironi della Nazionale di Milena Bertolini,...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi