Connect with us
Avatar

Pubblicato

il

Il 30 giugno è scaduto il termine per le iscrizioni ai campionati professionistici. Non hanno presentato la domanda 4 società, di fatto auotescludendosi dal torneo. In 16 hanno presentato una domanda incompleta e sono state iscritte con riserva. In 70 hanno provveduto al deposito, nel termine prescritto, di un incartamento formalmente ineccepibile (QUI i particolari).

E’ attualmente in corso l’istruttoria della Covisoc. L’esito sarà reso noto venerdì 8 luglio. Solo in quella data sarà possibile conoscere ufficialmente i nominativi dei club non ammessi (QUI i particolari).

Sono state stabilite dal Consiglio Federale le procedure per poter accedere ai ripescaggi. Eccone una sintesi.

Domanda di ripescaggio. La domanda di ripescaggio va presentata entro il termine perentorio del 29 luglio 2011.

Fideiussioni. L’importo della fideiussione allegata alla domanda di ripescaggio è di 600mila euro per la Prima Divisione e di 300mila perla Seconda Divisione. Andrà poi presentata una seconda fideiussione, dovuta per l’iscrizione alla categoria di competenza: 600mila per la terza serie nazionale e 300mila per la quarta serie nazionale.

Versamento a fondo perduto. Le due fideiussioni vanno integrate con un versamento a fondo perduto, a favore della Figc, il cui importo è stato stabilito in 200mila euro per la Prima Divisione e in 100mila per la Seconda Divisione.

Criteri per la formazione delle classifiche. Le classifiche saranno elaborate sulla base dei criteri già utilizzati lo scorso anno. Saranno tenuti presenti tre parametri: 1. piazzamento in classifica (valore 50%); 2. storia del club (25%), 3. media degli spettatori negli ultimi 5 anni (25%).

Esclusioni. Non sono ripescabili le squadre che negli ultimi cinque anni hanno goduto di un ripescaggio nel campionato dove dovrebbero essere nuovamente inserite.

No doppio salto di categoria. Da quest’anno non saranno più ammessi i doppi salti di categoria. Chi ha vinto il proprio girone di serie D si fermerà in Seconda Divisione e non potrà essere ripescato in Prima Divisione. Chi è stato promosso dall´Eccellenza in serie D, non potrà essere ammesso in Seconda Divisione.

Graduatorie. Una volta stilate le graduatorie e cassati i club non aventi diritto rispetto ai criteri di esclusione, si procederà ai ripescaggi soltanto nel caso in cui siano state escluse dalla Lega Pro più di 14 società (QUI i particolari).

Format. Il format massimo consentito in Lega Pro sarà di 76 squadre tra Prima e Seconda Divisione: 36 in Prima (due gironi da 18) e 40 in Seconda (due gironi da 20). Si tratta del primo passo verso una riforma della Lega Pro che sarà costituita, nell’arco di tre anni, da 60 club  in una Divisione unica.

Lui. Bel. – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film