Connect with us

Pubblicato

il

(Calciopress – Sa. Mig.) Per i venti club della serie A si avvicina l’atteso momento della trattativa per la vendita collettiva dei diritti tv per il triennio 2012- 2015. Le linee guida sono state già presentate all’autorità garante del mercato e a quella delle telecomunicazioni.

Verso la fine di agosto decollerà anche il bando d’asta vero e proprio. Dovrebbe essere sovrapponibile al precedente. Ai tifosi da salotto verrà propinata la solita overdose di calcio. Uno spezzatino ininterrotto di partite, con ancora più spazio alla gara del lunedì sera.

L’obiettivo è spuntare un contratto da un miliardo di euro l’anno. I presidenti poi non possono fare a meno dei soldi delle televisioni a pagamento. L’advisor Infront (intercettato dall’ex presidente della Lega, Antonio Matarrese) è riuscito fin qui a garantire incassi stellari.

Il miliardo atteso dai diritti tv è vitale per tenere in piedi il mondo pallonaro italiano. In pratica l’unica via per eludere il fallimento. Il fatto è che Sky e Mediaset, per una congiuntura non certo favorevole ai rispettivi board, non stanno navigando in acque tranquille. Raggiungere l’obiettivo potrebbe essere dunque molto più complesso di quanto si pensi

Ecco così che la Lega di A e B si stanno preparando a organizzare una propria tv, prima sul canale digitale terrestre poi anche sul satellitare (QUI i particolari). I maggiori sostenitori di questo progetto sono De Laurentiis (Napoli) e Zamparini (Palermo). L’avviso a Mediaset e Sky è chiaro: “se ci tagliate i diritti tv, noi produrremo da soli le immagini”.

Sa. Mig. – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali7 giorni fa

Juventus Women, Braghin e una certa visione di futuro del calcio femminile italiano

Stefano Braghin ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club bianconero. Il passaggio del...

Calciomercato3 settimane fa

Il talento di Sofia Cantore, una vera ‘predestinata’

Quando l’estate scorsa Sofia Cantore approdò alla Florentia, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni uffici del direttore generale...

Opinioni3 settimane fa

Serie A Femminile: quando le gerarchie contano. Dopo tre giornate classifica spaccata in due

In un campionato con dodici squadre e appena 22 partite da giocare, tre giornate contano parecchio. La classifica è già...

Editoriali1 mese fa

Serie A Femminile, a proposito di professionismo e di azionariato popolare a Napoli

Non siamo nati ieri. Tutti sappiamo che il gioco del calcio non è solo un gioco, ma è anche un’azienda....

Opinioni2 mesi fa

Il senso dei tifosi per il calcio

Il calcio è uno sport bellissimo. Per le intrinseche dinamiche del gioco, ma anche per la valenza sociale e la...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

Sembrerebbe proprio che la festa sia finita, per il calcio professionistico europeo e, di conseguenza, per quello italiano. La crisi...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile, per nuove prospettive puntare verso nuovi orizzonti

La prima partita del campionato di Serie A Femminile, stagione 2020-21, si è giocata il 22 agosto 2020. La maggior...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film