Connect with us

Pubblicato

il

(Calciopress – Redazioneweb) Davanti ai 50mila del San Nicola di Bari, l’Inter si aggiudica per la settima volta il Trofeo Tim. Raggiunge l’obiettivo centrando due vittorie. Questa la classifica finale: Inter 5 punti, Juventus 4, Milan 0.

Tra i nerazzurri in grande spolvero Milito e Sneijder su tutti. La Juventus di Conte ha messo in mostra un ottimo stato di forma, con Vucinic che ha assimilato al meglio il 4-2-4 bianconero. L’ex allenatore del Siena ha avuto parole di elogio per i suoi giocatori: “I ragazzi sono molto disponibili e di questo sono molto contento, ma la strada è ancora lunga”. Poco da dire sul Milan, gravato da assenze che ne hanno falcidiato i ranghi. Pato, Robinho e Yepes ancora in ferie post Coppa America. Ibrahimovic e Mexes infortunati. El Shaarawy, Inzaghi, Seedorf e Abbiati non in perfette condizioni fisich). Allegri riparte dalla buona prestazione di Antonio Cassano. Il fantasista di Bari vecchia, davanti ai suoi tifosi ha segnato una rete e mostrato un gran movimento.

JUVENTUS-INTER 6-7 ai rigori (1-1) – Nell’Inter debutta Jonathan, con Sneijder alle spalle di Pazzini e Pandev. Nella Juve spazio a Storari e Del Piero. Al 9′ il gol juventino, con Vucinic che beffa Castellazzi. Al 15′ il pareggio di Ranocchia, che gira di testa un calcio d’angolo battuto da Sneijder. Tempo regolamentare sull’1-1 e spazio ai rigori.
Inter (3-4-3): Castellazzi; Ranocchia, Samuel, Chivu (11′ Zanetti); Jonathan, Thiago Motta, Stankovic, Obi; Pandev, Pazzini, Sneijder. In panchina: Orlandoni, Cincilla, Lucio, Alvarez, Caldirola, Cambiasso, Milito, Castaignos, Faraoni, Santon, Bianchetti, Crisetig, Muntari. Allenatore: Gasperini.
Juventus (4-2-4): Storari; Lichtsteiner, Barzagli, Bonucci, De Ceglie; Pasquato, Pirlo; Marchisio, Krasic, Vucinic, Del Piero. In panchina: Buffon, Manninger, Motta, Pazienza, Ziegler, Vidal, Matri, Sorensen, Marrone, Ruggiero, Libertazzi, Spinazzola. Allenatore: Conte.
Arbitro: Damato di Barletta.
Marcatori: 9′ Vucinic, 15′ Ranocchia
Rigori: Pazzini (gol), Del Piero (gol), Thiago Motta (gol), Pasquato (traversa), Pandev (parato), Bonucci (gol), Sneijder (gol), Vucinic (gol), Stankovic (gol), Pirlo (gol), Ranocchia (gol), Lichsteiner (gol), Samuel (gol), Barzagli (traversa).

JUVENTUS-MILAN 2-1 – Nella Juventus la novità più importante della seconda gara della serata è Vidal schierato come trequartista, alle spalle dell’unica punta Matri, Accanto a Pirlo l’ex Napoli Pazienza. Tra i pali ancora Storari, con Buffon ancora in panchina. Nel Milan tocca attacco sulle spalle di Cassano, in coppia con il giovane Comi. Cassano segna il gol del vantaggio con un piatto sul primo palo. Al 20′ giunge il pareggio juventino, grazie alla botta di Vidal da 25 metri e grave incertezza di Roma che non trattiene la palla. Mentre tutti si preparano ai calci di rigore, è Matri al secondo minuto di recupero a regalare i tre punti a Conte, grazie ad un preciso colpo di testa nell’angolo basso. Conte loda il nuovo acquisto cileno: “Mi impressiona il fatto che ha già capito l’idea di gioco. Ha qualità importanti: sappiamo che si deve integrare con noi, ma siamo convinti che sia un ottimo acquisto”.
Juventus (4-3-3): Storari; Motta, Barzagli, Bonucci (31′ Sorensen), Ziegler; Pazienza, Pirlo (23′ Marrone), Vidal; Krasic (11′ Ruggiero, 32′ Vucinic), Matri, Pasquato (27′ Spinazzola). In panchina: Buffon, Manninger, Lichtsteiner, Marchisio, De Ceglie, Del Piero, Libertazzi. Allenatore: Conte.
Milan (4-3-1-2): Roma; Antonini, Nesta, Ely, Taiwo; Gattuso, Van Bommel De Sciglio; Boateng; Comi (32′ Ganz), Cassano. In panchina: Amelia, Piscitelli, Abate, Bonera, Oddo, Zambrotta, Ambrosini, Emanuelson, Flamini, Sampirisi, Fossati, Kingsley Boateng. Allenatore: Allegri.
Arbitro: Giannoccaro di Lecce.
Marcatori: 13′ Cassano, 21′ Vidal, 47′ Matri.

MILAN-INTER 0-1 – Vaa in scena il derby milanese. Gasperini manda in campo Lucio, Cambiasso e Milito, di ritorno dalla Coppa America. Dentro anche i nuovi Castaignos e Alvarez. Sull’altro fronte Allegri dà fiducia ai giovani Fossati e Kingsley Boateng (classe ’94, niente a che vedere con il suo illustre omonimo), schierato come punta in coppia con Cassano. Emanuelson fa il trequartista. Al 27’ arriva il vantaggio per l’Inter: lancio di Cambiasso per Milito che supera Amelia con un perfetto tocco di esterno.
Milan (4-2-3-1): Amelia; Abate, Oddo, Bonera, Zambrotta; Ambrosini, Van Bommel (20′ Flamini); Kingsley Boateng, Emanuelson, Fossati (34′ Sampirisi); Cassano (25′ Ganz). In panchina: Roma, Piscitelli, Antonini, Nesta, Taiwo, De Sciglio, Ely, Gattuso, Comi, K.P.Boateng. Allenatore: Allegri.
Inter (3-4-3): Castellazzi; Lucio, Ranocchia, Zanetti; Jonathan, Thiago Motta (30′ Sneijder), Cambiasso, Faraoni; Alvarez, Milito, Castaignos. In panchina: Orlandoni, Cincilla, Caldirola, Samuel, Santon, Bianchetti, Stankovic, Obi, Crisetig, Muntari, Pazzini, Pandev. Allenatore: Gasperini.
Arbitro: Damato di Barletta.
Marcatore: 28′ Milito. 

Redazioneweb – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Opinioni6 giorni fa

Serie A Femminile a rischio invasione straniere: rafforzare i settori giovanili

Passa anche attraverso il ruolo cruciale del settore giovanile di ogni singolo club la transizione verso il professionismo della Serie...

Editoriali3 settimane fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

✅ La crisi post-pandemica sta falcidiando i bilanci dei club europei. In misura ancora più significativa di quelli italiani, i...

Editoriali3 settimane fa

Serie A Femminile: ci sono voluti 50 anni per il professionismo

“Siamo fatti anche noi della materia di cui sono fatti i sogni: nello spazio e nel tempo di un sogno...

Editoriali1 mese fa

La Serie A Femminile scende a 10 club dal 2022-23: è una riforma affrettata?

👉🏽 La Divisione Calcio Femminile presieduta da Ludovica Mantovani, con il passaggio al professionismo, ha deciso che la serie A...

Editoriali1 mese fa

La Serie A Femminile passerà a 10 club: Morace storce il naso

Carolina Morace ha scelto di prendere parte a “Campionesse“, la docuserie di Rakuten Tv disponibile dal 2 dicembre che racconta...

Editoriali2 mesi fa

La Serie A verso il professionismo e il modello del Napoli Femminile

La lettera aperta indirizzata il 2 settembre scorso alla ct della Nazionale, Milena Bertolini, dal presidente del Napoli Femminile Raffaele...

Editoriali3 mesi fa

Serie A Femminile, un calcio che ha bisogno di ‘storie’

Eduardo Galeano è l’autore di uno dei libri più belli mai scritti per spiegare il mondo del pallone. “Splendori e...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi