Connect with us

Pubblicato

il

(Calciopress – St. Ant.) Mentre nella Liga si aggrava lo scontro che sta bloccando la partenza del campionato in Spagna (QUI i particolari),la Lega Serie A si dice pronta a sottoscrivere il nuovo contratto collettivo scaduto nel giugno 2010.

Secondo molte agenzie, nel corso del Consiglio federale in programma domani 24 agosto a Roma sotto la presidenza di Giancarlo Abete, i venti club club della massima serie nazionale si dichiareranno disposti a controfirmare con l’Assocalciatori di Tommasi. Lo faranno a due condizioni:

1. Una modifica dell’interpretazione dell’articolo 7 fornita ieri dal presidente della Figc, Giancarlo Abete (QUI i particolari). In sintesi si sostiene che, lasciando il riferimento all’obbligo dell’allenamento con la prima squadra, bisognerebbe meglio definire il concetto di prima squadra quando si ha che fare con rose pletoriche formate da 40-50 giocatori. Si chiede inoltre che sia meglio precisata la durata delle ‘ragioni tecniche temporanee’ per cui si possono organizzare allenamenti differenziati. Tale interpretazione dovrebbe in buona sostanza garantire l’autonomia degli allenatori, senza dare adito a contenziosi e ricorsi al collegio arbitrale.

2. Un accordo scritto da cui si evinca che l’eventuale contributo di solidarietà inserito nella manovra in corso di approvazione in Parlamento sarà interamente a carico dei giocatori. Il presidente Maurizio Beretta e il consigliere Massimo Cellino (l’altro consigliere, Claudio Lotito è inibito) chiederanno all’Aic la sottoscrizione di un accordo scritto con valore legale (allegato al contratto collettivo) in cui si chiarisca che saranno a carico dei giocatori contributi straordinari come appunto quello di solidarietà

L’impressione che se ne ricava è che se l’Aic non dovesse accettare questa doppia clausola, l’Assemblea della Lega di serie A (convocata subito dopo il Consiglio federale) si opporrà alla sottoscrizione del contratto collettivo.

St. Ant. – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali1 settimana fa

Juventus Women, Braghin e una certa visione di futuro del calcio femminile italiano

Stefano Braghin ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club bianconero. Il passaggio del...

Calciomercato3 settimane fa

Il talento di Sofia Cantore, una vera ‘predestinata’

Quando l’estate scorsa Sofia Cantore approdò alla Florentia, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni uffici del direttore generale...

Opinioni4 settimane fa

Serie A Femminile: quando le gerarchie contano. Dopo tre giornate classifica spaccata in due

In un campionato con dodici squadre e appena 22 partite da giocare, tre giornate contano parecchio. La classifica è già...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile, a proposito di professionismo e di azionariato popolare a Napoli

Non siamo nati ieri. Tutti sappiamo che il gioco del calcio non è solo un gioco, ma è anche un’azienda....

Opinioni2 mesi fa

Il senso dei tifosi per il calcio

Il calcio è uno sport bellissimo. Per le intrinseche dinamiche del gioco, ma anche per la valenza sociale e la...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

Sembrerebbe proprio che la festa sia finita, per il calcio professionistico europeo e, di conseguenza, per quello italiano. La crisi...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile, per nuove prospettive puntare verso nuovi orizzonti

La prima partita del campionato di Serie A Femminile, stagione 2020-21, si è giocata il 22 agosto 2020. La maggior...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film