Connect with us

Pubblicato

il

(Calciopress – Sergio Mutolo) Se sciopero sarà, ma anche se non sarà, il già traballante sistema calcio italiano ne uscirà comunque con le ossa rotte. Su Calciopress abbiamo scritto che la sensazione dello sfascio organizzativo che traspare dal nostro sgangherato mondo pallonaro, sic stantibus rebus, sembra ormai irreversibile (leggete QUI e QUI).

Sotto l’aspetto tecnico, poi, la deriva incombe. In campo internazionale la Serie A Tim è un prodotto avariato. Vale sempre meno. Nessun top player vuole più saperne di venire a giocare in Italia. I pochi che erano rimasti stanno emigrando altrove. Tre squadre, sulle sette ammesse alle Coppe europee gestite dalla Uefa di monsieur Platini, sono state già eliminate. E non siamo ancora a fine agosto. Passi per l’Udinese esclusa dalla fase a gironi della Champions da un Arsenal che, seppure in versione baby, resta un club inarrivabile per un organico depauperato da un mercato attivo solo in uscita. Ma l’eliminazione della Roma ad opera dello Slovan Bratislava e del Palermo per mano degli sconosciuti svizzeri del Thun, grida davvero vendetta.

Il risultato di questa baraonda è un arretramento sempre più significativo nel coefficiente Uefa per club. Nella classifica del Ranking, l’Italia viaggia a scartamento ridotto. Deve cominciare a guardarsi seriamente le spalle dalla Ligue 1 francese (QUI i particolari). Senza contare che, dalla prossima stagione, le squadre della serie A Tim in Champions saranno ridotte a tre e una dovrà partire dai preliminari. Risalire la china sembra un’impresa titanica, visti i mediocri vertici che dovrebbero realizzarla. La Lega di Beretta e la Figc di Abete fanno a gara nel commettere errori su errori. Il Coni di Petrucci, a sua volta, ancora non si decide a intervenire a gamba tesa.

In questo deprecabile contesto la Nazionale del ct Cesare Prandelli, una delle poche luci rimaste ancora accese a illuminare il buio nel quale ci hanno costretti a muoverci (QUI i particolari), si prepara ad affrontare le ultime due partite ufficiali di qualificazione di Uefa Euro 2012. Impegni che saranno assolti nella più totale precarietà. Le squadre potrebbero non giocare in questo week end. Quelle che lo hanno fatto finora hanno beccato sonore scoppole in campo europeo. Il livello tecnico del campionato è in discesa esponenziale. La politica dei giovani è di là da venire (Arsenal docet).

Non invidiamo Prandelli che, dall’isola felice di Coverciano, assiste deluso e impotente a questo sfascio. Gli chiediamo solo l’ennesimo miracolo italiano. Cesare, almeno tu facci divertire un po’ con quel che resta del calcio italiano.

Calcio alla deriva, da dove ricominciare?

Sergio Mutolo
www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali1 settimana fa

Juventus Women, Braghin e una certa visione di futuro del calcio femminile italiano

Stefano Braghin ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club bianconero. Il passaggio del...

Calciomercato3 settimane fa

Il talento di Sofia Cantore, una vera ‘predestinata’

Quando l’estate scorsa Sofia Cantore approdò alla Florentia, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni uffici del direttore generale...

Opinioni4 settimane fa

Serie A Femminile: quando le gerarchie contano. Dopo tre giornate classifica spaccata in due

In un campionato con dodici squadre e appena 22 partite da giocare, tre giornate contano parecchio. La classifica è già...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile, a proposito di professionismo e di azionariato popolare a Napoli

Non siamo nati ieri. Tutti sappiamo che il gioco del calcio non è solo un gioco, ma è anche un’azienda....

Opinioni2 mesi fa

Il senso dei tifosi per il calcio

Il calcio è uno sport bellissimo. Per le intrinseche dinamiche del gioco, ma anche per la valenza sociale e la...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

Sembrerebbe proprio che la festa sia finita, per il calcio professionistico europeo e, di conseguenza, per quello italiano. La crisi...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile, per nuove prospettive puntare verso nuovi orizzonti

La prima partita del campionato di Serie A Femminile, stagione 2020-21, si è giocata il 22 agosto 2020. La maggior...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film