Connect with us
Avatar

Pubblicato

il

(Calciopress – Lu. Cian.) Mentre tiene banco lo sciopero ha fatto slittare la prima giornata del campionato di serie A e alimenta la rabbia dei tifosi increduli (QUI i particolari), la serie B è regolarmente partita giovedì scorso. Il calendario propone ai ventidue club di cadetteria tappe forzate già al suo inizio, visto che sono previsti tre turni nel giro di otto giorni.

Le favorite della vigilia. Il campionato si preannuncia incerto e molto equilibrato. Sampdoria, Bari e Brescia sono  intenzionate a risalire subito in massima serie (come accadde l’anno scorso a Siena e Atalanta). Cresce però il numero delle grandi deluse, inchiodate in un torneo da cui si vorrebbero al più presto sganciare (Torini, Livorno, Reggina). Padova e Varese hanno voglia di continuare a stupire. Vorrebbero tornare protagoniste Hellas Verona (reduce da quattro anni di terza serie nazionale), Empoli, Vicenza e Modena. Le due neo-promosse Nocerina e Gubbio sognano di ripetere la favola di Cesena e Novara.

I risultati dei due anticipi
. Sono state giocate già due partite della prima giornata di campionato. Si tratta di Sampdoria-Padova finita 2-2 (QUI cronaca e tabellini) e di Hellas Verona-Pescara, con Zeman che ha fatto lo sgambetto a Mandorlini al Bentegodi (QUI cronaca e tabellini).

Le altre nove partite in programma oggi alle 19. Sotto i riflettori ci sono Brescia-Vicenza e Reggina-Modena. Nella sfida del Rigamonti si registra il ritorno in panchina di Baldini dopo due anni di stop. Un evento che si verifica contro una delle sue ex squadre (il tecnico toscano ha allenato le rondinelle nel 1998-1999). Al Granillo si replica, a campi invertiti, la sfida giocata per la Tim Cup (QUI i particolari). Breda potrà testare la nuova difesa, rivoluzionata dalle cessioni di Costa e Acerbi. Per centrare il risultato si affiderà al tridente offensivo Missiroli-Campagnacci-Bonazzoli. Ascoli-Torino si gioca sul filo delle statistiche (i granata sono imbattuti al Del Duca da ventitré anni). Mister Ventura avrà subito modo di verificare l’amalgama di una squadra rinnovata, ma obbligata a non fallire ancora. Bari-Varese è una una prova di maturità per i lombardi, chiamati a dimostrare di non aver accusato troppo la partenza di Sannino. Sull’altro versante il neo allenatore Torrente, reduce dalla straordinaria impresa di Gubbio, sta cercando di trasmettere ai galletti il suo animus pugnandi. Grosseto-Gubbio è partita che sfugge a ogni pronostico. Gli umbri di Pecchia potrebbero essere la mina vagante del torneo. Lo sa bene l’Atalanta superata sul proprio campo nella partita valida per la Tim Cup (vittoria 4-3 degli eugubini). Empoli-Juve Stabia vede i campani partire con l’handicap (-1) come il Crotone per irregolarità amministrative. Le vespe di Braglia festeggiano il ritorno in B dopo sessanta anni, ma al Castellani sarà dura. I toscani di Aglietti, rafforzati dai ritorni di Tavano e Buscè, faranno di tutto per partire bene. Crotone-Livorno vede in campo un gruppo amaranto alla ricerca del ritorno in serie A, mentre i pitagorici potrebbero scontare la cessione di un importante punto di riferimento come Cutolo, emigrato alla volta di Padova. Toccherà a Dionisi e al neo-acquisto Genevier provare subito a dare una marcia in più ai toscani. Chiudono la giornata Sassuolo-Nocerina e Cittadella-AlbinoLeffe. Al Braglia c’è attesa per la squadra di Auteri, che ha dominato nella passata stagione il proprio girone di Prima Divisione della Lega Pro. Al Tombolato i veneti proveranno a sfruttare subito il disorientamento dell’AlbinoLeffe orfano di Mondonico. Partire con il piede giusto sarebbe già un buon viatico.

Lu. Cian. – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film