Connect with us

Pubblicato

il

(Calciopress – Lui. Bel.) Si avvicina la fine del calciomercato. Marotta e Paratici si preparano alla girandola finale. Cerchiamo di capire cosa potrebbe succedere in casa della Vecchia Signora.

Tourbillon in casa bianconera. Elia in arrivo, Rhodolfo forse no. Lo scambio Bonucci-Bruno Alves con lo Zenit non decolla. Così pure il trasferimento di Pepe alla corte di Spalletti (Conte preferisce tenerselo in rosa). Tornano in auge i nomi di Kjaer (su di lui c’è anche la Roma) e di Gastaldello. Sul fronte uscite Grygera e Martinez passano rispettivamente del Fulham e al Cesena. Il Trabzonspor si fa sotto per Ziegler, che non ha convinto Conte.

C’è un caso Krasic? Al tecnico non sconfinfera troppo neppure Krasic, la brutta copia del giocatore ammirato un anno fa. Ma per il serbo nessuna cessione in vista. “Krasic si trova benissimo a Torino – afferma Marko Naletelic, procuratore dell’ex Cska Mosca -, deve adattarsi al gioco di Conte che richiede un grosso lavoro agli esterni. Milos non ha nessuna intenzione di lasciare la Juventus e la società non vuole cederlo. Sul conto di Krasic circolano voci totalmente infondate che posso smentire con fermezza”.

Elia più si che no
. L’agente dell’esterno olandese dell’Amburgo Eljero Elia si dice relativamente ottimista riguardo al passaggio in bianconero del suo assistito: “Stiamo trattando con la Juventus, ma al momento non ci sono sostanziali novità”. Due gli ostacoli da superare. La concorrenza del Galatasaray (e di due club inglesi non meglio precisabili). Il rilancio dell’Amburgo. Adesso servono 11 milioni in contanti per portarselo via dalla Bundesliga. Marotta, dal canto suo, continua a spingere per il prestito con diritto di riscatto. Il Fair Play Finanziario incombe anche sulla Juventus (QUI i particolari).

Rhodolfo più no che si.
La trattativa tra la Juve e Rhodolfo è sempre più ondivaga. Il giocatore ha detto un si molto stiracchiato: “Ho appreso della proposta della Juventus, ma dovevo concentrarmi per affrontare il match col Santos. Il mio desiderio è quello di rimanere, ma se il San Paolo mi dice che devo andare, me ne andrò”. Marotta offre 8 milioni. Ieri sembrava quasi tutto fatto, oggi meno. Le parole del ds paulista Adalberto Baptista, diffuse sul sito ufficiale del club brasiliano, sembrano chiudere le cose: “Il San Paolo esclude qualsiasi possibilità di trattativa per il cartellino di Rhodolfo in questa finestra di mercato. Ho già incontrato il ragazzo e gli ho spiegato la sua importanza all’interno del gruppo. E’ un giocatore fondamentale per raggiungere i nostri obiettivi. Lui ha capito e si è trovato d’accordo nel proseguire la sua avventura con noi”. Dopo Lugano, la Juve deve dire addio anche a Rhodolfo?

Ceduti Grygera e Ziegler?
Per Grygera al Fulham, si attende soltanto la firma e l’annuncio ufficiale. “Ho deciso di lasciare la Juve – annuncia il difensore ceco – e il Fulham è un’eccellente possibilità. La Premier League è probabilmente il torneo più seguito e sono tentato dalla prospettiva di farne parte”. Secondo il Daily Mail, alla Juve andrebbero 3 milioni di sterline (quasi 3,5 milioni di euro). La stessa cifra la verserebbe il Trabzonspor per assicurarsi il cartellino di Ziegler (arrivato a Torino a parametro zero come il ceco: ergo una plusvalenza di quasi 8 milioni di euro per la società di Agnelli). Ziegler sarebbe sacrificato al non trascendentale De Ceglie, al “ripescato” Grosso, forse a Chiellini traslocato a sinistra.

Lui. Bel. – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali1 settimana fa

Juventus Women, Braghin e una certa visione di futuro del calcio femminile italiano

Stefano Braghin ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club bianconero. Il passaggio del...

Calciomercato3 settimane fa

Il talento di Sofia Cantore, una vera ‘predestinata’

Quando l’estate scorsa Sofia Cantore approdò alla Florentia, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni uffici del direttore generale...

Opinioni4 settimane fa

Serie A Femminile: quando le gerarchie contano. Dopo tre giornate classifica spaccata in due

In un campionato con dodici squadre e appena 22 partite da giocare, tre giornate contano parecchio. La classifica è già...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile, a proposito di professionismo e di azionariato popolare a Napoli

Non siamo nati ieri. Tutti sappiamo che il gioco del calcio non è solo un gioco, ma è anche un’azienda....

Opinioni2 mesi fa

Il senso dei tifosi per il calcio

Il calcio è uno sport bellissimo. Per le intrinseche dinamiche del gioco, ma anche per la valenza sociale e la...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

Sembrerebbe proprio che la festa sia finita, per il calcio professionistico europeo e, di conseguenza, per quello italiano. La crisi...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile, per nuove prospettive puntare verso nuovi orizzonti

La prima partita del campionato di Serie A Femminile, stagione 2020-21, si è giocata il 22 agosto 2020. La maggior...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film