Connect with us

Pubblicato

il

(Calciopress – Lui. Bel.) La Juventus ha avuto il merito di movimentare un calciomercato spento e prevedibile. Marotta e Paratici sono stati instancabili. Hanno fatto di tutto, compatibilmente con le difficoltà legate a trattative in cui il dominio di Premier e Liga è stato soverchiante, per mettere a disposizione di Antonio Conte il miglior organico possibile. A conferma del loro attivismo basti un dato: nell’anno solare il club bianconero ha portato a Torino qualcosa come 22 giocatori.

La Vecchia Signora guidata da Andrea Agnelli si è dimostrata, grazie all’inaugurazione del nuovo stadio (nella foto) che sarà inaugurato l’8 settembre (QUI i particolari), molto più lungimirante degli altri diciannove club della serie A italiana. Tutti rimasti paurosamente e irrimediabilmente indietro rispetto agli omologhi di Premier, Liga, Bundesliga e (anche) Ligue 1 francese.

Tra qualche anno, grazie agli introiti del nuovo impianto, la Juve sarà una spanna avanti a tutte le altre. Un club del tutto in linea con i canoni e le regole del Fair Play Finanziario, che calerà come una mannaia sul calcio italiano (QUI i particolari).

Tornando al mercato la Juventus accusa la doccia fredda di Rhodolfo, che probabilmente non arriverà. Il San Paolo si può permettere di dire di no  per la cessione del suo potente centrale, facendosi forte dei numeri (fatturato annuo di 80 milioni, un marchio che ne vale 237, lo stadio di proprietà che fa incassare 20 milioni solo di concerti): dati che fanno impallidire l’arretrato calcio italiano.

A questo punto si intensificano le trattative con lo Zenit per lo scambio BonucciBruno Alves. Resta in corso il tentativo con la Sampdoria per portare a Torino Gastaldello e quello con il Wolfsburg per ingaggiare Kjaer (sul quale c’è anche la Roma). Un peccato aver perso Lugano.

Per ricoprire il ruolo di esterno sinistro balla sempre il nome di Elia (10 milioni all’Amburgo, che a sua volta preme su Parolo del Cesena). Non si dispera però di centrare il colpaccio Perotti, numero uno nella lista di Conte. E se alla fine arrivasse Vargas della Fiorentina?

In uscita Ziegler è sempre più vicino al Trabzonsport. Intanto per Amauri si sarebbe fatto sotto il Marsiglia, che avrebbe offerto 5 milioni. Riusciranno i nostri eroi a chiudere l’annosa telenovela dell’attaccante italo-brasiliano?

Lui. Bel. – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali1 settimana fa

Juventus Women, Braghin e una certa visione di futuro del calcio femminile italiano

Stefano Braghin ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club bianconero. Il passaggio del...

Calciomercato3 settimane fa

Il talento di Sofia Cantore, una vera ‘predestinata’

Quando l’estate scorsa Sofia Cantore approdò alla Florentia, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni uffici del direttore generale...

Opinioni4 settimane fa

Serie A Femminile: quando le gerarchie contano. Dopo tre giornate classifica spaccata in due

In un campionato con dodici squadre e appena 22 partite da giocare, tre giornate contano parecchio. La classifica è già...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile, a proposito di professionismo e di azionariato popolare a Napoli

Non siamo nati ieri. Tutti sappiamo che il gioco del calcio non è solo un gioco, ma è anche un’azienda....

Opinioni2 mesi fa

Il senso dei tifosi per il calcio

Il calcio è uno sport bellissimo. Per le intrinseche dinamiche del gioco, ma anche per la valenza sociale e la...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

Sembrerebbe proprio che la festa sia finita, per il calcio professionistico europeo e, di conseguenza, per quello italiano. La crisi...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile, per nuove prospettive puntare verso nuovi orizzonti

La prima partita del campionato di Serie A Femminile, stagione 2020-21, si è giocata il 22 agosto 2020. La maggior...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film