Connect with us

Pubblicato

il

(Calciopress-Stefano Cordeschi) Ad un giorno dalla chiusura del calciomercato estivo, tiriamo le somme, di quelle che sono state le campagne di rafforzamento delle squadre di Serie A. Una sorta di Top & Flop, di quello che è stato e che poteva essere. Vediamo quindi nel dettaglio chi si è rinforzato in maniera sostanziosa, e che invece, per motivazioni diverse, ha dovuto lasciare sul campo qualcosa.

PALERMO: Neanche il tempo di iniziare che il vulcanico presidente Zamparini ha provveduto al cambio del tecnico. L’addio a Pioli, lascia spazio a Delio Rossi e Ranieri, con il primo che avrebbe declinato l’invito, ed il secondo che si sarebbe preso qualche giorno di riflessione. Il mercato non ha entusiasmato i tifosi che, anzi, hanno contestato l’operato del patron rosanero, reo di aver incassato molto con l’operazione Pastore, e speso nulla per rinforzare una squadra che appare essersi indebolita.
Probabile formazione (4-3-3): Tzorvas; Aguirregaray, Silvestre, Cetto, Balzaretti; Migliaccio, Bacinovic, Barreto; Hernandez, Ilicic, Alvarez  All. ??? VOTO: 4,5

PARMA: Sfumato all’ultimo l’arrivo di Amauri, che bene aveva fatto nella passata stagione, al suo arrivo a gennaio, i gialloblu, hanno rafforzato il reparto avanzato con Floccari, proveniente dalla Lazio. Buoni alcuni colpi in entrata, ma anche le cessioni non sono state certamente indolori.
Probabile formazione (4-4-2): Mirante; Zaccardo, Paletta, Lucarelli, Rubin; Valiani, Morrone, Galloppa, Modesto; Giovinco, Pellè All. Colomba (confermato) VOTO 5,5

ROMA: Una parola sola racchiude il mercato giallorosso: rinfondazione. Undici gli arrivi alla corte di Luis Enrique, a cui si aggiungono quelli dei giovani Borini e Sini. Assieme al Napoli si divide la palma della regina del mercato che, sulla carta, parla di una formazione dal grande futuro. Ma a Roma i problemi sono altri, soprattutto legati al rapporto tra il neo tecnico e il capitano giallorosso, Francesco Totti. Se alla Roma saranno bravi a gestire questo tipo di situazioni e se Luis Enrique sarà capace di far quadrare il cerchio, i tifosi giallorossi avranno di che divertirsi.
Probabile formazione (4-3-3): Stekelenburg; Cassetti, Kjaer, Burdisso, J. Angel; Pjanic, De Rossi, gago; Osvaldo, Totti, Bojan. All. Luis Enrique (nuovo) VOTO 8

SIENA: Al pari del Cesena, il Siena ha saputo ben operare in questa fase di mercato, portando alla corte del nuovo tecnico, Sannino, giocatori di spessore, quali ad esempio, Gazzi e D’Agostino. I toscani, dopo il ritorno nella massima serie, vorranno ripetere quanto di buono fatto nelle passate stagioni vissute in serie A. manca forse qualche paletto di categoria nel reparto arretrato, che possa dare maggiori garanzie.
Probabile formazione (4-4-2): Brkic; Angelo, Rossettini, Terzi, Del Grosso; Mannini, Vergassola, D’Agostino, Reginaldo; Gonzales, Calaiò. All. Sannino (nuovo) VOTO: 5,5

UDINESE: E’ la squadra che, sulla carta, più si è indebolita rispetto al recente passato. Le partenze di Sanchez ed Inler, hanno indubbiamente abbassato il tasso tecnico di una squadra che sapeva andare a mille all’ora. Gli arrivi, a parte qualche eccezione, sono pressoché sconosciuti al grande pubblico, ma si sa, con l’Udinese, gli sconosciuti diventano ben presto noti.
Probabile formazione (3-4-2-1):  Handanovic; Basta, Danilo, Domizzi; Isla, Badu, Asamoha, Armero; Pinzi, Torje; Di Natale. All. Guidolin (confermato) VOTO 5

Stefano Cordeschi – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali2 settimane fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

✅ La crisi post-pandemica sta falcidiando i bilanci dei club europei. In misura ancora più significativa di quelli italiani, i...

Editoriali2 settimane fa

La Serie A verso il professionismo e il modello del Napoli Femminile

La lettera aperta indirizzata il 2 settembre scorso alla ct della Nazionale, Milena Bertolini, dal presidente del Napoli Femminile Raffaele...

Editoriali4 settimane fa

Serie A Femminile nel guado: professionismo e anima dilettantistica

La transizione verso lo status di tipo professionistico della Serie A Femminile è ormai un dato di fatto. La ristrettezza...

Editoriali2 mesi fa

Juventus Women, Braghin e una certa visione di futuro del calcio femminile italiano

Stefano Braghin ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club bianconero. Il passaggio del...

Calciomercato2 mesi fa

Il talento di Sofia Cantore, una vera ‘predestinata’

Quando l’estate scorsa Sofia Cantore approdò alla Florentia, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni uffici del direttore generale...

Opinioni2 mesi fa

Serie A Femminile: quando le gerarchie contano. Dopo tre giornate classifica spaccata in due

In un campionato con dodici squadre e appena 22 partite da giocare, tre giornate contano parecchio. La classifica è già...

Editoriali3 mesi fa

Serie A Femminile, a proposito di professionismo e di azionariato diffuso a Napoli

Non siamo nati ieri. Tutti sappiamo che il gioco del calcio non è solo un gioco, ma è anche un’azienda....

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi